domenica 16 dicembre 2018

Cinema Universale, (quasi) pronti per il ciak

In arrivo il casting per le comparse che avranno l'occasione di sedere sulle seggioline di legno del vecchio cinema fiorentino (ma non in via Pisana). Autori a caccia di una cucina anni '70-'80 per girare alcune scene. Pronti ad aprire le porte di casa vostra?
Davide Perillo
Federico Micali, regista del film sul Cinema Universale

È previsto per il 13 ottobre il primo ciack del film che avrà come protagonista lo storico cinema Universale di Firenze. Dopo la buona riuscita della raccolta fondi tramite la campagna di crowdfunding, mancano solo pochi dettagli perché questo progetto possa concretizzarsi. Location e comparse. Poi sarà tutto pronto per le riprese del film del regista Federico Micali.

La cucina di casa Nencioni

Una cucina in cui far pranzare il protagonista. Questa la location che ancora manca all'appello. Per essere adatta alle riprese, la cucina, deve avere una caratteristica su tutte: arredamento anni '70/'80, che nell'immaginario comune corrisponde alla tipica cucina delle nonne. Oltre a questa, mancano anche una camera e un soggiorno: anche in questo caso è necessario che i locali abbiano mobili e arredamento tipici dell'epoca. Per coloro che accetteranno di aprire le porte di casa propria per le riprese, rendendo così protagoniste le proprie abitazioni di un film, sono previsti dei rimborsi.

Casting per comparse

Oltre alle location mancano ancora all'appello delle comparse. Per la precisione, servono persone che possano riempire il cinema Universale. Per poter far parte del pubblico dello storico cinema fiorentino, è necessario presentarsi al casting che si terrà sabato 27 settembre presso gli uffici che si trovano nel vicolo Santa Maria Maggiore. Inoltre, il regista cerca ancora un ragazzino tra gli 11 e i 13 anni alto un metro e 45 e con gli occhi chiari.

Il cinema universale non sarà in via pisana

Le scene del film che avranno come sfondo proprio il cinema Universale, non verranno però girate in via Pisana, proprio dove si trovano i locali del vecchio cinema. Qui ci sono i lavori in corso che porteranno alla realizzazione di appartamenti, per cui in nessun modo sarà possibile girare alcuna scena. Gli ambienti dell'Universale verranno riprodotti in un vecchio cinema dell'hinterland fiorentino (mentre alcuni ciak si svolgeranno in Oltrarno, anche in alcuni interni del quartiere). Presto sapremo con precisione il luogo esatto che al momento il regista si riserva di rivelare.

22 settembre 2014
articoli correlati

I 5 film da non perdere assolutamente al Festival dei Popoli 2018

La 59esima edizione del Festival dei Popoli è alle porte.  Dai Queen, allo Studio 54, fino al processo a Mandela, ecco la "top five" dei documentari da non perdere, accuratamente selezionata da il Reporter

Middle East Now: festival del Medio Oriente alla Compagnia

Dal 10 al 15 aprile la nona edizione del festival che racconta il Medio Oriente contemporaneo attraverso cinema, documentari, arte, teatro, musica, cibo, incontri ed eventi speciali

Florence Korea Film Fest: i film in programma

La sedicesima edizione del Florence Korea Film Fest arriva al Cinema ''La Compagnia'' dal 22 al 30 marzo. Focus il difficile rapporto tra le due Coree
quartieri di firenze
Primo piano

Non solo mercatini: cosa fare a Firenze nel weekend

Babbi Natale in moto, la Firenze del futuro, scuole aperte per i più giovani, mostre e spettacoli. Cosa fare a Firenze nel fine settimana del 15 e 16 dicembre
news
Focus
Agenda
Attualità
Dalla città
Focus

Natale nei musei di Firenze (con i bambini)

Le attività per le famiglie organizzate nei luoghi d'arte della città. Ecco i musei di Firenze che propongono visite speciali a misura di bambino durante le vacanze natalizie

Le scuole si presentano 2018: a Firenze ''open day'' per 38 istituti superiori

Licei, istituti tecnici e professionali. Nella palestra di viale Malta quasi 40 scuole superiori di Firenze si mettono in mostra per il salone di orientamento promosso dal Comune

Dodici giorni davanti al pubblico: nuova "re-performance" di Marina Abramovic

Vivere in isolamento e digiuno all'interno della mostra, senza pareti e sempre visibile ai visitatori. La performer Tiina Pauliina Lehtimäki esegue dal vivo "The House with the Ocean View" di Marina Abramovic fino al 16 dicembre

multimedia

Foto Video
↑ inizio pagina