sabato 23 febbraio 2019

Nettuno e torre di Arnolfo in rosso per la Siria

Luci accese fino al 19 marzo per ricordare che la Siria, dopo 4 anni di conflitto, è al buio, messa in ginocchio dall’emergenza umanitaria
Redazione
Palazzo Vecchio

Luci accese per la Siria, per ricordare che il paese, dopo 4 anni di conflitto, è al buio, messo in ginocchio da una grave emergenza umanitaria. In quattro anni di conflitto l’83% delle luci in Siria si sono spente. Così, da oggi al 19 marzo Firenze illuminerà Palazzo Vecchio e il Nettuno di piazza della Signoria grazie a Silfi spa. Ma non solo Firenze: a Londra, Washington, Madrid, Parigi, Melbourne, Dublino, Bruxelles, Belfast, Boston e in tante altre città verranno organizzati giochi di luci, fiaccolate, allestite illuminazioni speciali in sostegno della mobilitazione globale #WithSyria e per chiedere ai leader mondiali una risposta umanitaria adeguata, oltre che una soluzione politica del conflitto.

la guerra

Quattro anni di guerra che hanno già provocato oltre 220.000 vittime, di cui 76.000 solo nel 2014, e 11,4 milioni di profughi, ovvero metà della popolazione siriana. E a Firenze, anche lo sport sarà al fianco della popolazione siriana. In occasione di Fiorentina-Milan (in programma lunedì 16 marzo alle 19), grazie alla collaborazione con l’Acf Fiorentina, i volontari di Oxfam Italia saranno presenti all’ingresso dell’Artemio Franchi per raccogliere fondi a sostegno delle attività a favore dei profughi siriani (www.oxfamitalia.org).
 

nardella

“Firenze, città di pace, è vicina al popolo siriano, vittima di un conflitto iniziato quattro anni fa che sta causando ancora oggi migliaia di vittime e rifugiati - ha detto il sindaco Dario Nardella - e all’associazione umanitaria fiorentina Oxfam Italia, che sostiene la petizione a livello mondiale per riaccendere la luce in Siria. Firenze è orgogliosa dell’operato di Oxfam che fa parte di una coalizione internazionale formata da 17 organizzazioni che svolgono un prezioso lavoro in oltre 90 Paesi per trovare soluzioni durature all’ingiustizia della povertà nel mondo. I sindaci delle grandi città del mondo e delle città simbolo di cultura come Firenze sollevino un appello corale per fermare la barbarie siriana contro i civili e per affermare un principio di pace e umanità. La diplomazia delle città può arrivare dove non arriva la diplomazia degli Stati perché nelle città si vivono concretamente i valori delle relazioni umane. Per questo i sindaci hanno la consapevolezza e la credibilità per chiedere che si portino pace e prosperità anche nelle comunità dei Paesi in guerra”.

13 marzo 2015
articoli correlati

Nardella a Conte: ''Sulle autonomie regionali ascoltate i sindaci'' / VIDEO

Il primo cittadino durante il suo intervento a Montecitorio ha lanciato un appello al premier conte. Nardella era alla Camera dei deputati insieme ad altri sindaci per l'inziativa dell'Anci sui beni comuni

Il programma della Leopolda 9, ora per ora

A Firenze l’edizione 2018 della kermesse politica voluta da Matteo Renzi. Aprono i giovani, chiude l’ex premier che dice ''hanno chiesto di partecipare più persone di quando eravamo al governo''

Leopolda 2018: Renzi lancia un 'Ritorno al futuro'

Nona edizione per il convegno politico organizzato da Matteo Renzi. Tra giovani, fake news, legalità e proposte per la manovra, saranno lanciati i comitati di resistenza civile contro la "spaventosa incapacità grillo-leghista”
quartieri di firenze
Primo piano

Firenze attrae più investimenti di Roma e Torino

I dati di Nomisma stilano la classifica delle città con la maggiore attrattività per gli investimenti. Firenze si piazza al secondo posto dopo Milano, grazie a turismo, il mercato immobiliare e spesa
news
Focus
Agenda
Attualità
Dalla città
Focus

I Negramaro in concerto a Firenze con “L’Amore Che Torni Tour Indoor”

Fa tappa al Mandela Forum il tour della pop band salentina. Due date da tutto esaurito e tanta emozione per il gruppo, che torna sul palco dopo mesi dal grave malore che aveva colpito il chitarrista

In Toscana addio al ticket sanitario da 10 euro per gli esami diagnostici

Nei prossimi mesi scomparirà il superticket di 10 euro per la digitalizzazione, che tutti gli utenti devono pagare per le prestazioni come ecografie, radiografie e risonanze magnetiche

Linea 2 della tramvia, qual è il percorso e dove sono le fermate video

Finiti i lavori si avvicina l’inaugurazione della linea 2 della tramvia. Ecco la mappa del nuovo tracciato e di tutte le fermate per non farsi trovare impreparati quando partirà la T2

multimedia

Foto Video
↑ inizio pagina