mercoledì 23 agosto 2017

In Toscana 100mila orti urbani per i contadini di città

''Pronti ad assegnare i primi terreni nel 2016'', annunciano dalla Regione. Gli orti urbani saranno ''adottati'' da giovani, pensionati e associazioni di volontariato
Redazione
Orti urbani Firenze

Foto: Il Reporter - GC

Orto urbano, un fazzoletto di verde strappato al cemento: i toscani rispolverano vanga e rastrello. Sono in arrivo 100mila appezzamenti da far coltivare a chi non ha un giardino dove crescere ortaggi e frutta. Giovani, anziani, famiglie e associazioni di volontariato: saranno loro ad adottare questi pezzetti di terreno, messi a disposizione dai Comuni in modo gratuito.

Il primo passo del progetto “100mila orti in Toscana”, lanciato dalla Regione, è il protocollo siglato insieme all’Anci regionale e a 6 comuni che già hanno esperienza in fatto di agricoltura di città (Firenze, Bagno a Ripoli, Siena, Livorno, Grosseto e Lucca).

La task force per gli orti urbani della Toscana

Nasce ora un team di lavoro per spandere a macchia d’olio in tutta la Toscana gli orti urbani:  appezzamenti di terreno (ottenuti riqualificando zone pubbliche) e coltivazioni fuori terra in grossi vasi o vasche, con intorno tutta una serie di servizi (come impianti di irrigazione e bagni) per trasformare l’agricoltura urbana anche in un momento per socializzare, valorizzare le antiche varietà locali e scambiarsi informazioni sulle tecniche di coltivazione. Secondo il cronoprogramma i Comuni potranno far partire il progetto entro il 31 dicembre 2016.

Gli orti sociali a Firenze

Solo a Firenze esistono 800 orti sociali in varie zone della città: da Careggi all’Argingrosso. Il Comune affida gratuitamente queste aree, con bandi pubblicati in ogni quartiere, piccoli appezzamenti di terra, tra i 50 e i 100 metri quadrati, dotati di tutti i comfort del contadino moderno: impianti di irrigazione, mobiletto per gli attrezzi e servizi igienici. Sono ricavati dividendo terreni di proprietà pubblica in tanti mini-campi e devono essere coltivati con concimi biologici e senza pesticidi chimici.

16 ottobre 2015
articoli correlati

Tutti di corsa per i parchi video

Oltre 800 persone hanno partecipato alla corsa organizzata per raccogliere fondi in favore della ricostruzione del parco Albereta-Anconella e di quello di Bellariva

6 serate ad agosto per l’Ecosocial Film Festival

È un festival cinematografico tutto ''verde'', a ingresso libero. Ad agosto continua la programmazione dell’Ecosocial Film Festival di Legambiente alla Limonaia di Villa Strozzi

Anconella un anno dopo l’uragano. Festa per la rinascita del parco foto

A un anno dalla tempesta che ha distrutto il polmone verde di Firenze sud, musica, laboratori per bimbi, apericena e un raduno per fare il punto sulla ricostruzione del parco dell’Anconella
quartieri di firenze
Primo piano

Baby pit stop a Firenze: dove allattare in tutta tranquillità

Dalle biblioteche fino a musei: i tanti luoghi della città dove le neo-mamme possono fare una pausa e "rifornire" i più piccoli
news
Arte
Estate in città
Musica
Open air
Focus

La Villa del Bandino si tinge di giallo

Storie amorose clandestine, un cunicolo sotterraneo in via del Paradiso e crimini: in un libro del giovane Lorenzo Andreaggi la storia e i segreti del più antico edificio di Gavinana

Cinema all’aperto a Villa Vogel (con tante risate)

3 serate per rivedere 3 classici della comicità toscana insieme ai protagonisti dei film, con un premio speciale a una signora della risata. A curare la rassegna, a ingresso libero, Andrea Muzzi

Aperitivo panoramico a Firenze: le migliori terrazze con vista foto

Hotel a 5 stelle, roofgarden, top bar e terrazze da bere: la nostra guida 2017 all'aperitivo con vista mozzafiato su Firenze. Tutte le informazioni utili: prezzi, orari e consigli

multimedia

Foto Video
↑ inizio pagina