giovedì 27 aprile 2017

All'Isolotto il primo progetto per il calcio ''senza barriere''

Obiettivo: portare in campo i ragazzi con disabilità intellettiva insieme ai normodotati. E' la prima esperienza del genere in provincia di Firenze
Calcio integrato - Un gol per il sociale Isolotto

Il campo principale dell'Upd Isolotto. Foto: Il Reporter - GC

Damiano ha la sindrome di Down, frequenta le elementari e il suo grande amore è il pallone. Babbo Pino desiderava che il figlio frequentasse una scuola di calcio, si è fatto avanti e l’idea è andata in rete. Da qui è nato un progetto pilota, il primo in provincia di Firenze. L’Upd Isolotto, 13 squadre e 300 fra bambini e ragazzi impegnati sul campo, da questo mese “convoca” nella sua rosa anche giovani atleti con disabilità intellettiva: per il 2016 i posti a disposizione sono dieci.

Possono partecipare giocatori junior dai 7 anni in su e non sono necessarie particolari conoscenze calcistiche. L’obiettivo è inserire, passo dopo passo, i ragazzi diversamente abili nei gruppi dei piccoli calciatori normodotati, per farli crescere fianco a fianco, creare un senso di squadra, divertire e allo stesso tempo eliminare le barriere e mettere fuori gioco i pregiudizi.

Calcio integrato, l'idea dell'Upd Isolotto

“La cosa bella è che eravamo tutti pronti: non c’è stato bisogno di convincerci della bontà del progetto, eravamo convinti della sua importanza fin dall’inizio”, spiega con un filo di emozione Gino Fantechi Materni, vicepresidente della società sportiva che, negli ultimi anni, ha aperto le porte a progetti legati al sociale.

Sulla panchina di “Un gol per l’inclusione sociale” (così è stato chiamato il progetto) siede un team di professionisti: una pedagogista, uno psicologo, un insegnante specializzato polivalente, uno psicomotricista, un fisioterapista e una schiera di istruttori e assistenti. Durante i primi allenamenti, ai calciatori in erba viene dato supporto motorio e tecnico, poi sono aiutati a entrare nei gruppi adatti al loro livello.

E il sogno, per il futuro, è anche quello di schierarli in campo durante i baby-tornei. “Non vogliamo solo far giocare i ragazzi  diversamente abili insieme a quelli normodotati – continua Fantechi – ma soprattutto creare inclusione sociale, coinvolgendo in questo processo le famiglie. Lo sport può essere un grande strumento educativo e di integrazione”.

L'esempio dalla Totti Soccer School di Roma

Per far partire il progetto, l’Upd Isolotto ha chiesto consiglio alla Totti Soccer School di Roma, scuola di pallone pioniera in Italia per quanto riguarda la partita del calcio integrato, e ha messo su un gioco di squadra insieme all’associazione fiorentina Trisomia 21 che si occupa di ragazzi con sindrome di Down, alla fondazione Artemio Franchi, al settore giovanile scolastico della Figc Toscana e alle commissioni Sport e Servizi sociali del Quartiere 4.

Per informazioni e iscrizioni è possibile mandare una mail all’indirizzo direzione.updisolotto@gmail.com.

19 gennaio 2016
articoli correlati

Cena e staffetta (lunga 300 km) per Amatrice

Prima una cena per raccogliere fondi, il 27 ottobre, poi la partenza di una corsa: 30 podisti si passeranno il testimone fino ad Amatrice per portare un messaggio di solidarietà

''Sport in libertà'' nel quartiere 5 video

Alta partecipazione alla due giorni organizzata al Palamattioli, con la possibilità di provare le discipline più diverse, ma anche con iniziative e spettacoli. Le immagini del weekend di sport

La festa dello sport torna nel Parco dell’Anconella foto

3 giorni di sport, iniziative per grandi e piccoli: dal 2 al 4 settembre dimostrazioni gratuite, eventi e conferenze  per la Festa dello sport e del benessere del Quartiere 3 di Firenze
quartieri di firenze
Primo piano

Remuntada viola sull’Inter

Pazzesca partita tra Fiorentina e Inter. I viola vincono 5-4 dopo essere stati in svantaggio 2-1 ed aver sprecato un calcio di rigore. Doppiette per Babacar e Vecino e gol di Astori, tripletta di Icardi e rete di Perisic
news
Il Reporter dei piccoli
La città che cambia
Strade
Arte
Focus

All’Isolotto il carnevale è ''per la pace'' video

Centinaia di persone, grandi e piccoli, hanno sfilato da piazza dell’Isolotto a Villa Vogel per il tradizionale corteo di carnevale organizzato dal Quartiere 4 

La storia di ''Don Cuba'' in 3 eventi video

Tre giorni per ricordare ‘’Don Cuba”, al secolo Don Danilo Cubattoli, il sacerdote fiorentino che aiutò gli ultimi, tra mostre fotografiche e camminate GUARDA IL VIDEO

Festa dell’albero nel Q5: coinvolti 220 bambini video

Tappa finale del progetto che ha interessato i piccoli di 4 scuole elementari con incontri, laboratori e l’arrivo di nuovi alberi nei giardini

multimedia

Foto Video
↑ inizio pagina