giovedì 14 dicembre 2017

Filastrocca di Carnevale

La storia di un coriandolo, Costanza, Loriano e Neri, che il Carnevale festeggian da ieri...
Alessandrina Biscallia
Costanza e Loriano, noti discoli di San Frediano, insieme all'amico Neri,
tra stelle filanti e pernacchie assordanti, il Carnevale festeggian da ieri.
Porta Romana, piazza Pitti, tutto l'Oltrarno fino a via dei Serragli,
stanno riempiendo di coriandoli, lingue di menelik e sonagli.
Lanciata in aria una nuvola grande di piccoli pezzi di carta colorati,
il Ponte Vecchio e via Tornabuoni hanno agli occhi del sole oscurati.
Dalla nube gioiosa di Carnevale, una folata di vento solleva un coriandolo,
lo trascina via, alto nel cielo: da lassù di Firenze vede ogni angolo.
Sorvolando l'Arno d'argento, volteggia veloce fino al maestoso Forte Belvedere,
si cala nei vicoli stretti di San Niccolò, riconosce la bottega di Duccio il rigattiere.
Salutando la torre della Signoria da lontano, rapido come la freccia di un arco
il coriandolo raggiunge Gavinana e si immerge nel verde del suo amato parco.
Un soffio più forte di Eolo birichino, e il coriandolo è a spasso da un'altra parte:
vede il colle di Settignano, sente il boato del Franchi. Ma certo: è a Campo di Marte!
Baciato dal sole, il piccolo pezzo di carta volteggia sulla Bolognese fino a Trespiano,
poi in picchiata verso Novoli, all'orizzonte il cielo solcato da un aeroplano.
Scorge dei binari, li segue curioso curioso: portano verso Scandicci, laggiù.
A un tratto la città lascia il posto alla campagna, c'è Bellosguardo più su.
Quando una nuvola lo prende per mano per riportarlo indietro, è sopra all'Isolotto
tra le chiome delle Cascine intravede dei ragazzi, giocano e con le biglie fan filotto.
Il tempo di un sospiro appena e planando lungo l'Arno si ritrova nell'arena.
Il vento cessa piano piano, il coriandolo cala lentamente in San Frediano.
Che grida, che urla, che strepitìo sovrumano: ehi, sono Costanza, Neri e Loriano!
Nel baccano si apre una persiana, la mamma di Neri si è affacciata:
- “Venite dentro, birbanti, solo per voi ho preparato la schiacciata!


Ma niente, non gli importa della merenda, continuano la festa i tre rumorosi amici!
Anzi quattro: il coriandolo si riunisce alla congrega e il Carnevale insieme passano felici.
6 febbraio 2016
articoli correlati

4 campi invernali per bambini a Firenze

Dagli asili, ai laboratori artistici fino al museo. Dove vengono organizzati campus invernali per i più piccoli in città, tra la fine di dicembre e l'inizio di gennaio

Fiera dell’Antella: la fattoria va in città

Vita di campagna e baby-attività: dimostrazioni di cani da pastore, animali da accudire e laboratori per fare il formaggio. Nella frazione di Bagno a Ripoli 3 giorni di eventi per grandi e piccini

A caccia della cartoleria del cuore

Tre tappe obbligate per i ''cultori del genere''. Mini-guida per chi deve rinnovare diario, quaderni e astuccio
quartieri di firenze
Primo piano

Viola ai quarti di Coppa Italia grazie a un rigore all’ultimo minuto

L’ottavo di finale di Coppa Italia tra Fiorentina e Sampdoria è stato vinto dalla squadra viola sul filo di lana grazie ad un rigore di Veretout. La Fiorentina il 26 dicembre, nei quarti di finale, affronterà la vincente di Lazio-Cittadella
news
Newsletter il Reporter Firenze - iscriviti
Focus
Agenda
Curiosità
Cibo
Focus

Capodanno 2018: Firenze in piazza con Meta, Morgan e Gualazzi

Tris di nomi per il concerto al piazzale Michelangelo. Il countdown per il Capodanno 2018 a Firenze si passerà in piazza, dall'Oltrarno a Gavinana

Lorenzo Baglioni e Sanremo: ‘No alle domande sul congiuntivo’ video

Il cantante e attore toscano è tra i giovani finalisti che si giocheranno la partecipazione a Sanremo 2018. Suo malgrado, abbiamo sottoposto Lorenzo Baglioni a un test di congiuntivo

Abbonamento al teatro? I ragazzi pagano meno (con un concerto pop)

Dopo il successo della prima edizione, torna il progetto 'Il Teatro? Bella Storia'. Un abbonamento in 'versione teenager': 7 spettacoli più un concerto di Jovanotti o Allevi a un prezzo speciale

multimedia

Foto Video
↑ inizio pagina