lunedì 19 febbraio 2018

Alla scoperta degli affreschi della Cupola del Duomo

Le curiosità e i significati simbolici degli affreschi sono stati raccolti nel volume ''Gli Affreschi della Cupola di Santa Maria del Fiore La Cristianità, i suoi simboli, il Giudizio Universale''
Redazione
La Cupola del Brunelleschi

La Cupola del Brunelleschi, courtesy Opera di Santa Maria del Fiore

 Alla scoperta degli affreschi della Cupola del Duomo. Oltre 700 figure dipinte di cui 248 angeli, 235 anime, 21 personificazioni, 102 personaggi religiosi, 35 dannati, 13 ritratti, 14 mostri, 23 putti e 12 animali: sono i numeri delle rappresentazioni che compongono il grande affresco della Cupola di Santa Maria del Fiore, un ciclo pittorico di oltre 3.600 mq eseguito da due degli artisti più rinomati di fine Cinquecento: Giorgio Vasari  e Federico Zuccari.

il volume

Le curiosità e i significati simbolici degli affreschi della Cupola del Duomo di Firenze sono stati raccolti nel volume “Gli Affreschi della Cupola di Santa Maria del Fiore La Cristianità, i suoi simboli, il Giudizio Universale”, edito da Libreria Editrice Fiorentina, che sarà presentato giovedì 26 maggio alle 16.30 presso il centro Arte e Cultura dell’Opera di Santa Maria del Fiore. All'incontro saranno presenti gli autori Lucrezia Giordano, Lucio Bigi e Mario Murreddu.

la cupola

La Cupola di Santa Maria del Fiore, progettata e costruita da Filippo Brunelleschi nella prima metà del Quattrocento, è tra le massime espressioni dell'ingegno umano. Nel progetto dell'artista l'interno della Cupola avrebbe dovuto essere rivestito da un grande mosaico, ma nel 1568 il Granduca Cosimo I de' Medici decise di far decorare il suo immenso intradosso dal pittore di corte Giorgio Vasari. Quando nel 1574 vennero a mancare sia il Vasari che il suo committente, il nuovo Granduca Francesco I affidò tale incarico al pittore marchigiano Federico Zuccari. L'impresa venne completata in brevi tempi e la Cupola venne presentata in tutto il suo splendore al popolo fiorentino il 19 agosto del 1579.

24 maggio 2016
articoli correlati

Gli Staccioli donano 3 opere a Scandicci

Paolo e Paola Staccioli, padre e figlia con una passione per l'arte, hanno deciso di fare un regalo alla loro città: tre opere hanno preso posto in altrettanti luoghi pubblici di Scandicci

Paola e Paolo Staccioli in mostra a Scandicci foto

Padre e figlia uniti dall'arte: Scandicci ospita la mostra ''Paola e Paolo Staccioli. Passaggi'' con tante opere dentro e fuori l'auditorium del Centro Rogers

Visiti il museo degli Innocenti e aiuti l’Ant

Domenica 8 ottobre cortili aperti e visite guidate nel museo per sostenere il progetto ''Bimbi in Ant'', che garantisce il servizio di assistenza domiciliare ai piccoli pazienti oncologici
quartieri di firenze
Primo piano

Pari viola Bergamo

Reduce dalla sconfitta contro la Juve la Fiorentina è salita a Bergamo col chiaro intento di far punti. C’è riuscita contro un’Atalanta chiaramente distratta dall’Europa League dopo la sconfitta di misura subita a Dortmund e prima della sfida di ritorno contro il Borussia. Di Badelj e Petagna le reti. Rosso nel finale a Milenkovic
news
Newsletter il Reporter Firenze - iscriviti
Zoom
Agenda
L'intervista
La guida
Focus

Ninjaz: l'hip hop e il rap toscano targato Numa Crew

Un po' rapper, un po' writer (è suo il super murales vicino alla Fortezza da Basso): abbiamo incontrato Ninjaz, che ha appena esordito con il suo primo lavoro da solista, 'Showgun'

Palazzo Strozzi, le mostre del 2018

Dall’arte italiana di metà Novecento alle controverse performance di Marina Abramović, ecco gli eventi espositivi ci aspettano a Palazzo Strozzi nei prossimi mesi

Monet experience a Firenze: impressionisti a 360 gradi video

Quadri senza tele, proiettati su enormi schermi e sulle architetture di Santo Stefano al Ponte. Per la 'Monet experience' ci vuole anche naso, grazie a profumi naturali creati per l'esposizione digitale

multimedia

Foto Video
↑ inizio pagina