lunedì 19 febbraio 2018

I migliori drink d’Italia? A Firenze, la top 3 di Yelp

La città del David batte la ''Milano da Bere''. Birra, aperitivo o un bicchiere di vino: la community di Yelp incorona sette attività gigliate. Ecco la top 3 dei locali dove bere i migliori drink a Firenze
Redazione
Migliori locali di Firenze per drink, aperitivo e cocktail

Sorpresa. Nella top 50 italiana dedicata ai locati più amati per un drink, le prime tre posizioni sono tutte fiorentine.

A stilare questa speciale classifica è Yelp, piattaforma e app per la ricerca delle attività commerciali su base locale, analizzando le recensioni pubblicate dai suoi utenti e i punteggi assegnati dalla community.

A finire sotto esame cocktail bar, pub e birrerie di Milano, Roma, Napoli e Firenze. Dall’aperitivo, alla birra, fino al un Martini, Yelp ha passato a setaccio le opinioni di migliaia di italiani.

I migliori locali di Firenze per cocktail e aperitivi

Firenze conquista il podio grazie a shot bar e terrazze panoramiche. In vetta a questa hit parade tutta da bere c’è Eby’s Latin in via dell'Oriuolo, che ha conquistato un punteggio Yelp  di quattro e mezzo, su un totale di 5 stelle, con tante buone recensioni. A giocare a suo favore, l’atmosfera che si respira nel locale: ogni bevuta è accompagnata da un rituale e dalle grida di incitamento degli altri ospiti.

Sul secondo gradino del podio c’è MelaBevo Firenze in zona Santa Croce con le sue proposte “mignon”, personalizzabili con i diversi zuccherini aromatici conservati nei tanti vasetti che adornano il locale. Alla terza posizione troviamo infine  Empireo, rooftop bar dell’Hotel Plaza Lucchesi su Lungarno della Zecca Vecchia che regala una vista mozzafiato sulle bellezze di Firenze.

Gli altri “premiati” fiorentini per i migliori drink

Tra gli altri locali segnalati nella classifica, Le Muse (zona Santa Maria Novella), quinta posizione a livello nazionale grazie al suo daiquiri con polpa di mango. Nono piazzamento invece per l'Odeon Bistrot di piazza Strozzi. Tra le ultime tendenze spiccano gli speakeasy, locali che ripropongono le atmosfere del proibizionismo, tra passaggi segreti e drink d’altri tempi.

Il più amato è proprio a Firenze: si tratta del Vanilla Club, vicino piazza dei Giudici, celebre per le sue miscele d’autore e i suoi eventi a tema. Segue il misterioso Rasputin, situato “da qualche parte nel quartiere di Santo Spirito”, il cui ingresso è celato da una finta parete.

22 luglio 2016
articoli correlati

Aperitivo panoramico a Firenze: le migliori terrazze con vista foto

Hotel a 5 stelle, roofgarden, top bar e terrazze da bere: la nostra guida 2017 all'aperitivo con vista mozzafiato su Firenze. Tutte le informazioni utili: prezzi, orari e consigli

Oltrarno, dove la movida non è solo per giovanissimi

Tra wine bar, speakeasy e caffetterie l’arte della mixology conquista anche gli over 50. La nostra mini guida all'Oltrarno da bere 

La frittura viaggia a bordo di un’Ape mobile

La nuova frontiera dello street food: la friggitoria toscana itinerante. Per seguirne gli spostamenti basterà collegarsi ai social
quartieri di firenze
Primo piano

Pari viola Bergamo

Reduce dalla sconfitta contro la Juve la Fiorentina è salita a Bergamo col chiaro intento di far punti. C’è riuscita contro un’Atalanta chiaramente distratta dall’Europa League dopo la sconfitta di misura subita a Dortmund e prima della sfida di ritorno contro il Borussia. Di Badelj e Petagna le reti. Rosso nel finale a Milenkovic
news
Newsletter il Reporter Firenze - iscriviti
Zoom
Agenda
L'intervista
La guida
Focus

Ninjaz: l'hip hop e il rap toscano targato Numa Crew

Un po' rapper, un po' writer (è suo il super murales vicino alla Fortezza da Basso): abbiamo incontrato Ninjaz, che ha appena esordito con il suo primo lavoro da solista, 'Showgun'

Palazzo Strozzi, le mostre del 2018

Dall’arte italiana di metà Novecento alle controverse performance di Marina Abramović, ecco gli eventi espositivi ci aspettano a Palazzo Strozzi nei prossimi mesi

Monet experience a Firenze: impressionisti a 360 gradi video

Quadri senza tele, proiettati su enormi schermi e sulle architetture di Santo Stefano al Ponte. Per la 'Monet experience' ci vuole anche naso, grazie a profumi naturali creati per l'esposizione digitale

multimedia

Foto Video
↑ inizio pagina