lunedì 19 febbraio 2018

Ricerca del lavoro, arriva ''Jobbando''

La manifestazione, alla sua seconda edizione, è in programma il 21 e il 22 settembre all'Obihall
Elisa Squarzolo

In tempi di disoccupazione, giovanile e non, e precariato, arriva l'iniziativa promossa da "Jobbando lavoro in corso", piattaforma creata da Qu.In per incentivare l'incontro tra domanda e offerta nel mercato del lavoro.

La manifestazione, che giunge alla sua seconda edizione, si terrà il 21 e il 22 settembre prossimi all'Obihall. L'evento è stato creato per promuovere la ricerca, a volte faticosa, di un lavoro. Non solo da parte dei giovani, che, come è noto, sono la classe più afflitta dal problema della disoccupazione e ai quali viene spesso richiesta esperienza lavorativa, nonostante l'età anagrafica. Ma anche a tutti coloro che, per motivi diversi, vogliono o devono trovare un lavoro.

come partecipare

La partecipazione all'evento è gratuita, tuttavia è richiesta un'iscrizione on line sul sito della manifestazione. Jobbando lavoro in corso si propone come canale di collegamento per il mondo del lavoro: nel 2015 sono state più di 40 le aziende del territorio fiorentino presenti e più di 2000 i candidati. Per quanto riguarda il 2016, gli iscritti stanno superando quelli dell'anno passato.

Saranno soddisfatti i vari ambiti del mercato lavorativo: dalla moda alla meccanica, dall'artigianato alla finanza; con la partecipazione di scuole di alta professionalizzazione ed alcune realtà no profit. Un modo per permettere a chi è alle prime armi di toccare con mano il mondo del lavoro e di orientarsi misurando le proprie abilità in veri e propri colloqui professionali; e per chi ha già esperienza, di districarsi nel labirinto delle varie offerte.

la manifestazione

Tra le tematiche, di interesse generale, che verranno affrontate durante la manifestazione, ci saranno anche il welfare aziendale, il futuro del lavoro e l'alternanza scuola-lavoro. Prevista anche la possibilità di partecipare ad alcuni seminari, che saranno suddivisi nei due giorni in cui è prevista la manifestazione, come ad esempio quello relativo alla valorizzazione delle proprie competenze (21 settembre ore 10-11), oppure il seminario che suggerisce i modi in cui usare i social network per trovare lavoro (22 settembre ore 14-15), oppure ancora mamme e carriera, ce la posso fare (21 settembre ore 17-18).

Jobbando lavoro in corso è evento patrocinato da Comune di Firenze, Regione Toscana, Camera di Commercio, DSU Toscana e Città Metropolitana di Firenze.

13 settembre 2016
articoli correlati

Per trovare lavoro, ci vuole un coach

Le regole d'oro per chi cerca un impiego. A Firenze una Fondazione organizza corsi di formazione e lezioni (gratuite) per trovare in poco tempo un lavoro

I ragazzi diventano consiglieri per un giorno video

Due classi del liceo Dante partecipano al progetto di alternanza scuola-lavoro promosso dal Quartiere 5 di Firenze. E nei prossimi mesi proporranno iniziative concrete da organizzare sul territorio

''GperG'', network di giovani professionisti

Architetti, commercialisti, avvocati, agronomi, ingegneri, geologi e psicologi under 40 fanno rete per affrontare insieme il mondo del lavoro
quartieri di firenze
Primo piano

Pari viola Bergamo

Reduce dalla sconfitta contro la Juve la Fiorentina è salita a Bergamo col chiaro intento di far punti. C’è riuscita contro un’Atalanta chiaramente distratta dall’Europa League
news
Newsletter il Reporter Firenze - iscriviti
Zoom
Agenda
Bambini
La guida
Focus

Ninjaz: l'hip hop e il rap toscano targato Numa Crew

Un po' rapper, un po' writer (è suo il super murales vicino alla Fortezza da Basso): abbiamo incontrato Ninjaz, che ha appena esordito con il suo primo lavoro da solista, 'Showgun'

Palazzo Strozzi, le mostre del 2018

Dall’arte italiana di metà Novecento alle controverse performance di Marina Abramović, ecco gli eventi espositivi ci aspettano a Palazzo Strozzi nei prossimi mesi

Monet experience a Firenze: impressionisti a 360 gradi video

Quadri senza tele, proiettati su enormi schermi e sulle architetture di Santo Stefano al Ponte. Per la 'Monet experience' ci vuole anche naso, grazie a profumi naturali creati per l'esposizione digitale

multimedia

Foto Video
↑ inizio pagina