lunedì 19 febbraio 2018

Grazie a Kalinic (su rigore) la Fiorentina vince il derby dell’Appennino

Bel primo tempo della Fiorentina che segna con Kalinic su rigore, rimane in superiorità numerica grazie all’espulsione di Gastaldello, ma nella ripresa non riesce a trovare il raddoppio e chiudere la gara contro il Bologna. In una settimana, tre partite e sette punti per i viola
Simone Spadaro

Alla Fiorentina il derby dell’Appennino giocato al Dall’Ara di Bologna. Decide Kalinic su calcio di rigore procurato dallo stesso croato, che viene steso da Gastaldello. I viola non riescono però a chiudere la gara, soffrono a tratti ma controllano fino al fischio finale conquistando i tre punti. Donadoni si affida a Floccari in attacco affiancato da Krejci e Verdi. Pulgar, Taider e Dzemaili a centrocampo. Difesa a quattro con Mbaye, Gastaldello, Helander e Masina. Da Costa tra i pali. Paulo Sousa ripropone Bernardeschi e Ilicic alle spalle di Kalinic, con Tello e Milic sugli esterni. I mediani sono Badelj e Borja Valero, in difesa Salcedo-Rodriguez-Astori davanti a Tatarusanu.

 

Primo Tempo

 

La Fiorentina impone il gioco fin dalle prime battute. Al 7’ Ilicic viene pescato in area ma conclude sul palo. Al 10’ il Bologna perde per infortunio Verdi, al suo posto entra in campo Rizzo. Passano pochi minuti ed è ancora Ilicic che calcia una punizione ma trova solamente la traversa. La risposta del Bologna è affidata ad un tiro da fuori di Pulgar. Al 30’ Gastaldello trattiene ripetutamente Kalinic in area di rigore e l’arbitro decreta il calcio di rigore e l’espulsione per il difensore felsineo. Dal dischetto l’attaccante croato non sbaglia e porta in vantaggio i viola. Sull’1-0 per la Fiorentina si va al riposo.

 

Secondo Tempo

 

La Fiorentina, nella ripresa, si limita a controllare ma prova ad impensierire la retroguardia bolognese. Al 49’ Kalinic allarga per Milic che mette in mezzo per lo stesso attaccante viola: il colpo di testa esce non di molta sopra la traversa della porta difesa da Da Costa. Al 53’ Tatarusanu esce per respingere la palla con i pugni. Sulla respinta Pulgar prova la conclusione al volo: palla deviata in corner. Sempre il Bologna cerca il pareggio al 60’ con Sadiq, subentrato a Floccari, e che riesce a rubare palla a Gonzalo Rodriguez. Tatarusanu riesce però a sventare con un rinvio difficoltoso. Passano 2 minuti e Kalinic ha tra i piedi la palla per poter raddoppiare ma non si accorge che Ilicic è posizionato meglio, tira e la sfera si perde sull’esterno della rete rossoblù. La partita evidenzia ritmi bassi fino all’86’ quando Badelj serve Tello che fa filtrare la palla verso il nuovo entrato Cristoforo. Il destro del centrocampista ex Siviglia è deviato in angolo con i piedi da Da Costa. Finisce 1-0 per la Fiorentina. E’ la 1500° vittoria viola in serie A.

 

L’allenatore

 

Soddisfatto, a fine gara, Paulo Sousa. “Oggi abbiamo offerto segnali positivi contro una squadra giovane e di grande qualità come il Bologna. Gli uomini di Donadoni ci hanno fatto correre parecchio e non siamo riusciti a chiudere la gara come dovevamo. Il valore del nostro avversario – aggiunge l’allenatore viola – rende la nostra vittoria ancora più importante. Ci è mancata la cattiveria agonistica per segnare il secondo gol, ma sono comunque soddisfatto”.

29 ottobre 2016
articoli correlati

Si sblocca la Fiorentina. Successo a Bologna

Torna alla vittoria, dopo due sconfitte, la Fiorentina e lo fa nel derby dell’Appennino. 3 punti importanti che arrivano dopo l’inaspettata visita in ritiro dei fratelli Della Valle

Ancora una rimonta. I viola pareggiano col Pescara

La Fiorentina conclude all’ottavo posto in classifica pareggiando 2-2 col Pescara. Una rimonta dopo che i viola avevano subito il doppio vantaggio abruzzese con Caprari e Bahebeck. I viola in gol, in inferiorità numerica per l’espulsione di Chiesa, con Saponara e Vecino

Crollo viola al San Paolo. Il Napoli vince 4-1

Il Napoli si impone per 4-1. I partenopei rispondono alla vittoria della Roma e proseguono a inanellare record
quartieri di firenze
Primo piano

Pari viola Bergamo

Reduce dalla sconfitta contro la Juve la Fiorentina è salita a Bergamo col chiaro intento di far punti. C’è riuscita contro un’Atalanta chiaramente distratta dall’Europa League dopo la sconfitta di misura subita a Dortmund e prima della sfida di ritorno contro il Borussia. Di Badelj e Petagna le reti. Rosso nel finale a Milenkovic
news
Newsletter il Reporter Firenze - iscriviti
Zoom
Agenda
L'intervista
La guida
Focus

Ninjaz: l'hip hop e il rap toscano targato Numa Crew

Un po' rapper, un po' writer (è suo il super murales vicino alla Fortezza da Basso): abbiamo incontrato Ninjaz, che ha appena esordito con il suo primo lavoro da solista, 'Showgun'

Palazzo Strozzi, le mostre del 2018

Dall’arte italiana di metà Novecento alle controverse performance di Marina Abramović, ecco gli eventi espositivi ci aspettano a Palazzo Strozzi nei prossimi mesi

Monet experience a Firenze: impressionisti a 360 gradi video

Quadri senza tele, proiettati su enormi schermi e sulle architetture di Santo Stefano al Ponte. Per la 'Monet experience' ci vuole anche naso, grazie a profumi naturali creati per l'esposizione digitale

multimedia

Foto Video
↑ inizio pagina