lunedì 19 febbraio 2018

Festa dell’albero: 3 nuove piante nel giardino ''adottato''

Nei mesi scorsi i cittadini di Ponte a Greve e San Quirico hanno ''adottato'' un’area ludica, finanziando i nuovi giochi. Ora il giardino cresce e arrivano nuovi alberi, con tanto di baby festa
Festa Albero giardino via del Caravaggio

“Bambini che nome diamo a questo albero?”, chiedono i giardinieri. “Braccio di ferro!”, urlano alcuni. “No, Tommaso”, risponde un altro gruppetto. C’è chi guarda già a dicembre: “Dai, chiamiamolo Natale”, dicono in coro altri piccoli. Il giardino di via del Caravaggio, zona San Lorenzo a Greve, cresce: ha tre nuovi alberi, un pezzo di verde in più, due giochi tutti nuovi finanziati dagli stessi cittadini e presto arriverà la recinzione.

L’occasione per dare il benvenuto alla nuova area ludica è stata la Festa dell’Albero, l’iniziativa che da oltre 10 anni coinvolge le scuole del Quartiere 4 con momenti didattici sugli “amici” di legno e foglie, oltre all'evento più atteso: l’arrivo nei giardini delle nuove piante messe a dimora sotto gli occhi dei piccoli dai giardinieri del Comune.

200 nuovi alberi nel Q4

Martedì 15 novembre i bimbi della scuola dell’infanzia Ciari hanno partecipato alla nuova tappa della Festa dell’Albero, che ha già toccato la Ludoteca Mondolfiera nel giardino dell’ex gasometro e la scuola Anna Frank. Gran finale giovedì 17 novembre alla scuola Martin Luther King.

“Piantare nuovi alberi in città è un'azione fondamentale per rinnovare nostro verde pubblico – dice Mirko Dormentoni, presidente del Quartiere 4 nella video-intervista de Il Reporter - questo è uno degli appuntamenti della nostra Festa: finora abbiamo piantato una quarantina di alberi e nelle prossime settimane ne saranno piantati altri 200 nel quartiere, anche con la rimozione di alcune ceppaie”.

Il giardino adotatto di via del Caravaggio

Per quanto riguarda via del Caravaggio, nei mesi scorsi cinque realtà della zona (i circoli Arci Fratelli Taddei e l’Mcl Dario del Bene; la sezione soci Coop di Firenze sud-ovest, insieme all’Athenaeum musicale fiorentino e alla Ronda della Carità) hanno fatto squadra per raccogliere soldi grazie ad eventi e iniziative. Obiettivo: comprare nuovi giochi per l'area verde. Adesso nel giardino, che è stato ampliato, è arrivato uno scivolo con rete per l’arrampicata e due piccole porte per il baby-calcetto. Nei prossimi mesi la nuova area ludica, che si affianca a quella già esistente, sarà recintata.

15 novembre 2016
articoli correlati

Fiera dell’Antella: la fattoria va in città

Vita di campagna e baby-attività: dimostrazioni di cani da pastore, animali da accudire e laboratori per fare il formaggio. Nella frazione di Bagno a Ripoli 3 giorni di eventi per grandi e piccini

Tutti di corsa per i parchi video

Oltre 800 persone hanno partecipato alla corsa organizzata per raccogliere fondi in favore della ricostruzione del parco Albereta-Anconella e di quello di Bellariva

Festa nel parco dell’Argingrosso: invasione ''verde'' video

Sport, iniziative per grandi e piccoli nel parco in riva sinistra d’Arno. Le immagini di ''Argingrosso di tutti di più'', la due giorni organizzata dal Q4 per conoscere questo polmone verde
quartieri di firenze
Primo piano

Pari viola Bergamo

Reduce dalla sconfitta contro la Juve la Fiorentina è salita a Bergamo col chiaro intento di far punti. C’è riuscita contro un’Atalanta chiaramente distratta dall’Europa League dopo la sconfitta di misura subita a Dortmund e prima della sfida di ritorno contro il Borussia. Di Badelj e Petagna le reti. Rosso nel finale a Milenkovic
news
Newsletter il Reporter Firenze - iscriviti
Zoom
Agenda
L'intervista
La guida
Focus

Ninjaz: l'hip hop e il rap toscano targato Numa Crew

Un po' rapper, un po' writer (è suo il super murales vicino alla Fortezza da Basso): abbiamo incontrato Ninjaz, che ha appena esordito con il suo primo lavoro da solista, 'Showgun'

Palazzo Strozzi, le mostre del 2018

Dall’arte italiana di metà Novecento alle controverse performance di Marina Abramović, ecco gli eventi espositivi ci aspettano a Palazzo Strozzi nei prossimi mesi

Monet experience a Firenze: impressionisti a 360 gradi video

Quadri senza tele, proiettati su enormi schermi e sulle architetture di Santo Stefano al Ponte. Per la 'Monet experience' ci vuole anche naso, grazie a profumi naturali creati per l'esposizione digitale

multimedia

Foto Video
↑ inizio pagina