venerdì 24 febbraio 2017

Bernardeschi di rigore, nel recupero, regala la qualificazione ai viola

La prima partita del 2017, dopo il rinvio della gara di domenica scorsa a Pescara, si conclude con una vittoria al fotofinish contro il Chievo Verona. Di Bernardeschi, su rigore al 93’, il gol vittoria che permette ai viola di accedere ai quarti di finale della Coppa Italia che si giocheranno al San Paolo contro il Napoli il 24 gennaio
Simone Spadaro

Fiorentina così così nella prima partita del 2017 contro il Chievo Verona negli ottavi di finale di Coppa Italia. Squadra viola da rivedere e che ha mostrato ancora grande incertezze sia sul piano difensivo che su quello offensivo. E’ stato, ancora una volta, Bernardeschi quasi sul fischio finale a raddrizzare la gara grazie ad un rigore che si era procurato con entrambe le squadre ridotte in 10 uomini dopo le espulsioni di Radovanovic e Zarate. Paulo Sousa, alle prese anche col caso Kalinic che potrebbe essere ceduto in Cina, sceglie una difesa a tre con Sanchez, De Maio e Tomovic, Badelj e Vecino giocano a centrocampo con Chiesa. Zarate e Bernardeschi giocano in attacco con Kalinic. Nel Chievo Izco e Gobbi sono i terzini. Radovanovic a centrocampo con Bastien e Castro. De Guzman giostra dietro Inglese e Floro Flores.

 

Primo Tempo

 

Davanti a pochi spettatori (circa seimila) Fiorentina e Chievo danno vita ad un match sonnacchioso e con poche emozioni. La prima azione la confeziona, al 3’ minuto, Kalinic che serve Zarate che però non inquadra la porta. La risposta clivense porta la firma di Floro Flores al 15’. L’attaccante però non riesce ad approfittare della "frittata" difensiva di Sanchez spedendo la palla direttamente in tribuna a tu per tu con Tatarusanu. Al 19’ ci prova Inglese approfittando della sguarnita difesa fiorentina ma, anche in questo caso, l’attaccante spreca da ottima posizione. Quasi al termine del primo tempo Radovanovic, già ammonito, stende inutilmente Tomovic. Il giocatore del Chievo viene espulso. Sul punto di battuta della punizione si presenta Bernardeschi che calcia un tiro forte e precizso che s’infrange all’incrocio dei pali. Si va al riposo a reti bianchi.

 

Secondo Tempo

 

Maran, con un uomo in meno, si copre e toglie Floro Flores inserendo Gamberini. La Fiorentina approfitta però, solo a sprazzi, della superiorità numerica. Al 50’ Chiesa serve De Maio che, da pochi passi, prende il palo. Sulla ribattuta non è lesto Kalinic a mettere la sfera in rete concludendo alto. Al 71’ pareggia anche le espulsioni commettendo fallo su Bastien. Entrambe le squadre giocano in 10. Il Chievo si fa vedere al 75’ con De Guzman che avanza indisturbato e serve Castro. Il tiro viene respinto da Tatarusanu. Proprio quando tutti pensano già ai supplementari Gobbi stende in area di rigore Bernardeschi. Per l'arbitro non ci sono dubbi, è penalty. Sul dischetto si presenta lo stesso numero 10 che, al 93’, segna il millesimo gol dell’era Della Valle e consegna la qualificazione alla Fiorentina che incontrerà nei quarti di finale, il 24 gennaio, il Napoli.

 

L’allenatore

 

Inevitabilmente il commento finale di Paulo Sousa si mischia con le questioni di mercato e l’imminente sfida contro la Juventus domenica prossima. “Ho cercato di spingere i miei a vincere la partita. In superiorità numerica non abbiamo giocato come avremmo dovuto, concedendo al nostro avversario delle ripartenze che non dovevano esserci. Purtroppo il nostro buon avvio di gara non è proseguito. Nel secondo tempo non abbiamo creato come nel primo. Sono felice della vittoria senza dovere ricorrere ai supplementari così sarà più facile recuperare i ragazzi. Le gambe ci sono – continua Sousa – e anche l’interpretazione del gioco quindi sono fiducioso per la partita contro la Juve”.

11 gennaio 2017
articoli correlati

S’allontana l’Europa per la Fiorentina sconfitta, in trasferta, dal Milan

Era una delle partite chiave della stagione per la rincorsa alla qualificazione in Europa League. Le prime sette in classifica hanno tutte vinto. La Fiorentina, ottava, è caduta a San Siro per mano del Milan che si impone 2-1 grazie ai gol di Kucka e Deulofeu. Di Kalinic la rete viola

Black out iniziale e polemiche arbitrali, la Fiorentina sconfitta contro l’Inter

La Fiorentina perde (4-2) al Meazza contro l’Inter. I viola regalano il primo tempo ai nerazzurri che segnano tre gol. Poi l’arbitro Damato espelle Gonzalo Rodriguez e i viola, in 10, giocano un bel secondo tempo ma senza riuscire a rimontare i nerazzurri

Fiorentina beffata in Europa League. Il Paok passa al Franchi

Rocambolesca sconfitta della Fiorentina allo stadio Artemio Franchi contro i greci del Paok Salonicco. Finisce 2-3 con la beffa finale di Rodrigues che non mette la parola fine sul discorso qualificazione. I viola si giocheranno il passaggio ai sedicesimi di finale di Europa League l’8 dicembre a Baku, in Azerbaigian, contro il Qarabag
quartieri di firenze
Primo piano

Tracollo viola. La Fiorentina fuori dall’Europa League tra i fischi

Contestazione finale da parte dei tifosi viola e tanti fischi per una sconfitta incredibile subita al Franchi. La Fiorentina cade battuta per 4-2 dal Borussia Monchengladbach dopo aver vinto in trasferta 1-0 ed essere passata in vantaggio per 2-0 nella gara di ritorno. Lontana dalla qualificazione in Europa in campionato, fuori dalla Coppa Italia e dall’Europa League, per i viola la stagione è virtualmente finita. A rischio la panchina di Paulo Sousa
news
Il Reporter dei piccoli
La città che cambia
Strade
Arte
Focus

La storia di ''Don Cuba'' in 3 eventi video

Tre giorni per ricordare ‘’Don Cuba”, al secolo Don Danilo Cubattoli, il sacerdote fiorentino che aiutò gli ultimi, tra mostre fotografiche e camminate GUARDA IL VIDEO

Festa dell’albero nel Q5: coinvolti 220 bambini video

Tappa finale del progetto che ha interessato i piccoli di 4 scuole elementari con incontri, laboratori e l’arrivo di nuovi alberi nei giardini

Festa dell’albero: 3 nuove piante nel giardino ''adottato'' video

Nei mesi scorsi i cittadini di Ponte a Greve e San Quirico hanno ''adottato'' un’area ludica, finanziando i nuovi giochi. Ora il giardino cresce e arrivano nuovi alberi, con tanto di baby festa

multimedia

Foto Video
↑ inizio pagina