giovedì 18 gennaio 2018

Kalinic al fotofinish batte il Cagliari

La Fiorentina batte il Cagliari in pieno recupero grazie ad una rete, di testa, di Kalinic. Festa per i 90 anni dei viola. Striscione commovente della Curva Fiesole per Emiliano Mondonico
Simone Spadaro

La Fiorentina ha festeggiato i 90 anni di storia celebrando Ranieri, Terim, Enrico Chiesa, Francesco Flachi ed omaggiando Emiliano Mondonico alle prese con un terribile male con uno striscione in Curva Fiesole, poi ha avuto la meglio sul Cagliari solo nel recupero grazie ad un’incornata di Kalinic. Ancora fischi e proteste contro Paulo Sousa e la società nel corso della gara. Come fosse una gara da fine stagione (ma ne mancano ancora 10 prima) le due squadre si sono concentrate soprattutto a non rischiare di subire reti. Fiorentina in assetto offensivo con Saponara e Bernardeschi alle spalle di Kalinic e l’impiego di Chiesa e Borja Valero a centrocampo, il Cagliari con Borriello unica punta supportato da Ionita e Joao Pedro.

 

Primo Tempo

 

Parte bene il Cagliari che al 9’ si propone in attacco con Borriello. Borja Valero salva quasi sulla linea. All’11’ si vede la Fiorentina con Kalinic che spreca un prezioso assist di Bernardeschi. Al 32’ è ancora Kalinic a sbagliare a due passi dalla porta dopo un calcio d’angolo preciso calciato da Bernardeschi. Al 45’ ci prova Borriello su calcio di punizione dai 25 metri, palla alta sopra la traversa. Si va al riposo sotto una selva di fischi della Curva Fiesole sullo 0-0.

 

Secondo Tempo

 

Ripresa che non cambia molto l’andamento della gara anzi, se vogliamo, il ritmo diventa ancora più sonnacchioso. Poche le emozioni in campo. Al 67’ Chiesa, sotto gli occhi del padre e di Paolo Vanoli, aiutante del ct della Nazionale Giampiero Ventura, impegna Rafael, poi un tiro di Tello viene deviato in corner. La Curva Fiesole s’infiamma quando Paulo Sousa cambia Bernardeschi per Badelj, confermando un rapporto che ormai sembra rotto tra tifoseria e allenatore. Poco dopo il Cagliari sfiora il colpaccio con Sau che, lasciato colpevolmente libero da cinque difensori viola, colpisce la base del palo. I sardi ci provano ancora con Barella, che s’invola correndo da solo oltre 60 metri, ma poi spreca a lato. Al 92’ in pieno recupero, quando orma tutti pensano alla divisione della posta in palio, arriva un cross di Tello, Bruno Alves perde Kalinic che di testa supera Rafael. E’ l’1-0 finale. Tre punti importanti che spengono, momentaneamente, la contestazione.

 

L’allenatore

 

Paulo Sousa ha chiarito, a fine gara, la sostituzione di Bernardeschi. “Io provo solo a vincere, ho tolto Bernardeschi per poter comunicare maggiormente con gli esterni e dare freschezza in avanti per poter vincere. Federico porta tanto in fase di possesso, abbiamo sofferto in contropiede, ma abbiamo creato tanto per poter vincere anche prima. Alla fine – aggiunge l’allenatore – è stata premiata la costanza dei ragazzi. Ci sono delle partite in cui riesci ad essere troppo più concreto, altre invece in cui fatichi molto a concludere. Oggi abbiamo vinto e siamo stati esemplari, speriamo di continuare così fino alla fine. I tifosi pagano il biglietto – prosegue Sousa commentando i cori contro di lui – e nascono con il sangue viola, possono esprimere i loro sentimenti con il massimo rispetto, ed hanno il diritto di farlo. Noi dobbiamo lavorare con onestà dando il massimo per onorare la maglia”.

12 marzo 2017
articoli correlati

Pareggio argentino tra Fiorentina e Inter

Mauro Icardi e Giovanni Simeone decidono atteso anticipo della prima giornata del girone di ritorno. La Fiorentina, passata in svantaggio ad inizio ripresa per un gol di Icardi recuperà al 91’ con una prodezza di Simeone. Decisive, dunque, le due punte argentine

Crollo viola al San Paolo. Il Napoli vince 4-1

Il Napoli si impone per 4-1. I partenopei rispondono alla vittoria della Roma e proseguono a inanellare record

Specialista in rimonte. La Fiorentina batte la Lazio

Ancora una rimonta, come contro l’Inter. La Fiorentina va sotto per una rete di Keita poi, in 9 minuti ribalta la situazione, grazie alle reti di Babacar, Kalinic e all'autogol di Lombardi. La gara si chiude sul 3-2 per la rete finale di Murgia
quartieri di firenze
Primo piano

I migliori posti dove bere un tè a Firenze

Chiamatele teerie o con il termine inglese tea house. A Firenze esistono tanti luoghi dove bere una buona tazza di tè in compagnia e anche tra i libri. La nostra 'mappa' per i cultori del genere
news
Newsletter il Reporter Firenze - iscriviti
Focus
Agenda
Bambini
Curiosità
Focus

Rivoluzione della luce a Firenze in arrivo lampioni led

Al via i lavori per installare 30mila luci a led. A Firenze i lampioni resteranno accesi per tutta la notte. Aumenta la 'luce', ma la bolletta energetica sarà più leggera per Palazzo Vecchio

Baglioni e Cassi: i buoni propositi visti dal palcoscenico

Una 'strana coppia' e una doppia intervista. Proprio quando tutti pensano ai buoni propositi per l'anno nuovo abbiamo chiesto a due volti noti di dirci i loro (e di fare glia auguri ai fiorentini)

Caveman al Puccini di Firenze (con lo sconto) video

Torna per l'undicesima replica lo spettacolo-cult 'Caveman - L'uomo delle caverne', che ha fatto ridere mezzo mondo. Tappa al Teatro Puccini di Firenze, con una sorpresa per i lettori de il Reporter

multimedia

Foto Video
↑ inizio pagina