mercoledì 21 febbraio 2018

Flop viola a Palermo

La Fiorentina fallisce l’appuntamento per avvicinarsi al sesto posto. Un secco 2-0 al Barbera: decidono i gol di Diamanti, l’ex di turno, ed Aleesami
Simone Spadaro

Il Palermo risorge nella domenica che poteva decretare la sua retrocessione in Serie B, la Fiorentina fallisce l’appuntamento per avvicinarsi al sesto posto. Un secco 2-0 per il Palermo alla fine. Al Renzo Barbera Bortoluzzi schiera una squadra prudente e si affida, essenzialmente, ad Alessandro Diamanti. Sousa tiene ancora in panchina Chiesa, preferito a Milic salvo poi fare un cambio in corsa e Bernardeschi. In avanti Babacar e Ilicic.

 

Primo Tempo

 

Ritmi molto blandi ad inizio gara. Al 9’ ci prova Ilicic ma la sfera finisce sul fondo. Al 14’ Diamanti tenta il tiro a sorpresa da centrocampo ma Tatarusanu para facilmente. Al 23’ padroni di casa pericolosi con Alesaami sul cui cross Sanchez interviene male ma Nestorvski non ci crede abbastanza e l’azione sfuma. Al 32’ la partita si sblocca grazie ad una punizione che Diamanti riesce a trasformare in rete sorprendendo Tatarusanu sul primo palo. E’ l’1-0 per il Palermo. Al 36’ sono sempre i rosanero ad essere pericolosi. Difesa viola disattenta e Nestorovski che scatta in contropiede, serve Diamanti al limite dell'area che è però leggermente troppo lungo e favorisce l'uscita di Tatarusanu. Al 43’ un acuto di Badelj che serve bene Babacar che, da ottima posizione, si vede chiudere lo specchio della porta da Fulignati. Si va al riposo con i siciliani avanti 1-0.

 

Secondo Tempo

 

Nella ripresa, la Fiorentina non riesce a rendersi insidiosa ed anzi rischia più volte di subire il gol del raddoppio. Al 51’ Nestorovski cerca di sorprendere Tatarusanu ma il tiro dell’attaccante macedone esce, di poco, a lato. Sempre Nestorovski, due minuti dopo, ci prova di testa ma ancora una volta il portiere viola ci mette una pezza. Al 50’ Tello sbaglia il cross sprecando un’ottima occasione per pareggiare. Al 62’ ci prova Chiesa a sorprendere Fulignati ma il portiere rosanero riesce a parare. Al 67’ è ancora Diamanti a sfornare un’altra magia: il fantasista rosanero vede Tatarusanu fuori dai pali e calcia dalla propria metà campo, il pallone esce di un nulla. Al 74’ il neo entrato Mlakar ci prova di testa su cross di Tello ma il pallone si perde a lato. Al 90’ Aleesami si invola verso la porta avversaria e insacca il pallone che manda definitivamente il archivio la pratica. Il Palermo si impone per 2-0 e continua a sperare.

 

L’allenatore

 

Paulo Sousa commenta dopo gara. “Quella di oggi è stata una delle peggiori partite in queste due stagioni, forse anche peggio del primo tempo di Pescara. E’ mancato gioco e movimento senza palla. Il Palermo – aggiunge il tecnico viola – invece si è chiuso bene e ci attaccava sempre in profondità, hanno vinto quasi tutti i duelli. Oggi la squadra non ha reso secondo le sue possibilità. Loro in campo hanno messo molto di più, avevano voglia di vincere. Abbiamo difficoltà contro squadre che giocano con un blocco basso. Non ho fatto giocare Bernardeschi perché ieri aveva avvertito un piccolo dolorino. Oggi stava un po’ meglio, ma abbiamo scelto di puntare su Ilicic perché veniva da delle buone prestazioni e anche oggi è stato tra i più incisivi. Chiesa non è sceso in campo dall’inizio per scelta tecnica”.

30 aprile 2017
articoli correlati

Pari viola Bergamo

Reduce dalla sconfitta contro la Juve la Fiorentina è salita a Bergamo col chiaro intento di far punti. C’è riuscita contro un’Atalanta chiaramente distratta dall’Europa League

La Fiorentina vista dal 'benzivendolo'

Ad Andrea Di Salvo, la barba rossa più famosa dell'Artemio Franchi, abbiamo chiesto di commentare l'ultima stagione viola

Ancora una rimonta. I viola pareggiano col Pescara

La Fiorentina conclude all’ottavo posto in classifica pareggiando 2-2 col Pescara. Una rimonta dopo che i viola avevano subito il doppio vantaggio abruzzese con Caprari e Bahebeck. I viola in gol, in inferiorità numerica per l’espulsione di Chiesa, con Saponara e Vecino
quartieri di firenze
Primo piano

DanzainFiera 2018, Firenze balla per 4 giorni

Grandi ospiti, dalle étoile della danza ai protagonisti dei musical, esibizioni, stage e l'atteso premio DanzainFiera. Per 4 giorni la Fortezza da Basso di Firenze diventa una super pista da ballo
news
Newsletter il Reporter Firenze - iscriviti
Zoom
Agenda
Bambini
La guida
Focus

Il Toscana Pride 2018 è a Siena

Annunciata la data e la nuova ‘tappa’ del corteo lgbtqia. Dopo Firenze e Arezzo, il pride arriva nella città del palio a metà giugno

Palazzo Strozzi, le mostre del 2018

Dall’arte italiana di metà Novecento alle controverse performance di Marina Abramović, ecco gli eventi espositivi ci aspettano a Palazzo Strozzi nei prossimi mesi

Monet experience a Firenze: impressionisti a 360 gradi video

Quadri senza tele, proiettati su enormi schermi e sulle architetture di Santo Stefano al Ponte. Per la 'Monet experience' ci vuole anche naso, grazie a profumi naturali creati per l'esposizione digitale

multimedia

Foto Video
↑ inizio pagina