mercoledì 21 febbraio 2018

Ancora una rimonta. I viola pareggiano col Pescara

La Fiorentina conclude all’ottavo posto in classifica pareggiando 2-2 col Pescara. Una rimonta dopo che i viola avevano subito il doppio vantaggio abruzzese con Caprari e Bahebeck. I viola in gol, in inferiorità numerica per l’espulsione di Chiesa, con Saponara e Vecino
Simone Spadaro

Finisce con un pareggio la gara finale della Fiorentina al Franchi. Un 2-2 contro il Pescara in una partita che non aveva niente da dire. I viola vanno sotto di due gol ma riescono a rimontare e strappare un punto. La Fiorentina chiude, all’ottavo posto, a quota 60 punti. Paulo Sousa lascia in panchina Borja Valero e Kalinic. In attacco gioca Babacar mentre sulla trequarti il trio è tutto italiano: Chiesa, Saponara e Bernardeschi. Vecino e Cristoforo giocano sulla mediana. In porta Dragowski. Poi, nella ripresa, entra anche il giovane Hagi. Zeman risponde con il tridente Muric-Bahebeck-Caprari.

 

Primo Tempo

 

Parte molto bene il Pescara che si getta in avanti con pericolosità. Bahebeck e Muric ci provano un paio di volte. Tra i viola l’unico che prova la conclusione è Chiesa. Al 15’ contropiede del Pescara con Verre che porta palla fino al limite, poi serve Caprari che scarta Tomovic e conclude con un preciso destro a giro sul palo lontano con Gonzalo che cerca di colpire la sfera inutilmente. La Fiorentina ci prova con Bernardeschi e Saponara ma entrambi non trovano lo specchio della porta. Al 38’ Federico Chiesa rimedia un cartellino giallo, il secondo in due minuti, e lascia i suoi in dieci. Si va al riposo con i viola sotto di un gol ed in inferiorità numerica.

 

Secondo Tempo

 

La ripresa inizia col Pescara sempre volenteroso. Al 47’ Bahebeck raccoglie un cross dalla sinistra ed insacca sotto porta, ma la rete è annullata per fuorigioco dall’arbitro Martinelli. Al 60’ la gara si ferma per il cambio tra Borja Valero che prende il posto di Gonzalo Rodriguez. Il capitanosi prende la passerella dei compagni di squadra e di tutto il pubblico viola. Sousa fa entrare in campo anche il giovanissimo Hagi al posto di Bernardeschi ma è il Pescara a trovare il raddoppio al 65’. Caprari serve Bahebeck che, con un bel tiro, insacca di destro a due passi da Dragowski. Passano due minuti ed Hagi lancia Babacar che serve l'accorrente Saponara, bravo ad insaccare e riaprire il match. Sempre Saponara, al 73’ manca il pareggio su un batti e ribatti in area abruzzese. All’85’Vecino s’inventa un eurogol con un tiro potentissimo dalla distanza con la palla che si insacca sotto l'incrocio alla sinistra di Fiorillo. Nel finale Caprari sfiora il palo con un tiro rasoterra ma non succede più niente e l’ultima gara della stagione 2016/2017 si chiude con la divisione della posta in palio.

 

L’allenatore

 

Paulo Sousa commenta a fine gara: “Ho dato tutto me stesso in questi due anni sia al calcio che alla Fiorentina. Ho cercato di fare tutto il bene per la squadra, come faccio sempre. Io ringrazio tutti quelli che nella quotidianità ci hanno aiutato a lavorare bene per fare risultato, specialmente i miei ragazzi. Hanno avuto sempre una predisposizione per migliorarsi e cercare di vincere sempre e quindi li ringrazio. Rimpianti non ne ho. Adesso vado a casa – conclude Sousa – e cercherò di valutare tutte le opportunità che la vita mi può dare”.

28 maggio 2017
articoli correlati

Pari viola Bergamo

Reduce dalla sconfitta contro la Juve la Fiorentina è salita a Bergamo col chiaro intento di far punti. C’è riuscita contro un’Atalanta chiaramente distratta dall’Europa League

La Fiorentina vista dal 'benzivendolo'

Ad Andrea Di Salvo, la barba rossa più famosa dell'Artemio Franchi, abbiamo chiesto di commentare l'ultima stagione viola

Crollo viola al San Paolo. Il Napoli vince 4-1

Il Napoli si impone per 4-1. I partenopei rispondono alla vittoria della Roma e proseguono a inanellare record
quartieri di firenze
Primo piano

DanzainFiera 2018, Firenze balla per 4 giorni

Grandi ospiti, dalle étoile della danza ai protagonisti dei musical, esibizioni, stage e l'atteso premio DanzainFiera. Per 4 giorni la Fortezza da Basso di Firenze diventa una super pista da ballo
news
Newsletter il Reporter Firenze - iscriviti
Zoom
Agenda
Bambini
La guida
Focus

Il Toscana Pride 2018 è a Siena

Annunciata la data e la nuova ‘tappa’ del corteo lgbtqia. Dopo Firenze e Arezzo, il pride arriva nella città del palio a metà giugno

Palazzo Strozzi, le mostre del 2018

Dall’arte italiana di metà Novecento alle controverse performance di Marina Abramović, ecco gli eventi espositivi ci aspettano a Palazzo Strozzi nei prossimi mesi

Monet experience a Firenze: impressionisti a 360 gradi video

Quadri senza tele, proiettati su enormi schermi e sulle architetture di Santo Stefano al Ponte. Per la 'Monet experience' ci vuole anche naso, grazie a profumi naturali creati per l'esposizione digitale

multimedia

Foto Video
↑ inizio pagina