mercoledì 21 febbraio 2018

Lega Pro. Calcio, convegni, cultura e iniziative per famiglie

Una frase che racchiude il senso della nuova formula dei play off di Lega Pro. Una sede unica per la fase finale: lo stadio Artemio Franchi di Firenze
Simone Spadaro

Dal 12 al 17 giugno Firenze si veste dei colori della Lega Pro, con spettacoli, convegni, giochi e iniziative culturali per celebrare la Lega dei Comuni d’Italia. Con il Patrocinio del Comune di Firenze, del Parlamento Europeo e dell’ANCI, Lega Pro inaugura per un nuovo format di evento, che, oltre alla parte sportiva professionistica, vede il coinvolgimento del tessuto cittadino e degli stakeholder del mondo culturale e sportivo per una riflessione a 360° sui valori e l’innovazione nel mondo del calcio.


Il programma di Finall


Si parte il 12 giugno al Teatro dell’Opera, con il convegno sulle iniziative della Lega Pro, i suoi valori e i progetti del futuro. Il 13 e 14 giugno sono invece dedicati alle semifinali dei Play Off, che vedranno confrontarsi le 4 squadre semifinaliste all’Artemio Franchi, per la conquista della finale del 17 giugno. Sarà poi la volta, il 15 giugno, del convegno sul Sistema Calcio Italiano, un momento di dibattito e riflessione tra gli stakeholder del mondo sportivo e della cena di Gala dedicata alle istituzioni e alle aziende sponsor.

 

Il 16 giugno si amplierà il dibattito sul tema sportivo in chiave europea con il Convegno UE, Sport e Calcio; il format FINALL prevede anche iniziative rivolte alla cittadinanza, come i ‘Giochi in Piazza’, tornei, clinic, giochi organizzati in collaborazione dei Quartieri della città per i bambini dai 6 ai 13 anni e visite guidate in esclusiva ai luoghi storici della città di Firenze.

 

La finale

 

Le sei giornate termineranno con la finalissima del 17 allo Stadio Franchi, dove le due squadre finaliste si contenderanno l’accesso alla serie cadetta e l’onore della vittoria.

 

Un’occasione molto bella per unire sport, spettacolo e socialità in un progetto di grande livello – ha commentato l’Assessore allo Sport del Comune di Firenze Andrea Vannucci - Un modo innovativo per far interagire tutta la citta, dai bambini, alle famiglie, ai tifosi con momenti di riflessione, divertimento e agonismo fino ad arrivare all’appuntamento con le semifinali e la finale dei play off. Un’intera settimana in cui Firenze vestirà i colori della Lega Pro con un messaggio all’insegna dei valori più belli che il calcio possa esprimere”.

Crediamo fortemente in questo nuovo format – ha dichiarato Gabriele Gravina, Presidente di Lega Pro – perché siamo convinti del ruolo culturale e sociale della Lega Pro. Con le nostre 60 società siamo il campionato più grande al mondo e contiamo 9 milioni di tifosi. L’ampiezza e il radicamento del nostro campionato sul territorio ci impongono un ruolo che va ben oltre quello sportivo: è per questo che abbiamo inaugurato una serie di progetti di più ampio respiro, dal match fixing al rating, puntando sulla formazione dei giovani calciatori”.

La formula delle FINALL – ha proseguito Gravina – va proprio in questa direzione, trasformare un puro evento sportivo in un appuntamento che ha l’ambizione di offrire un luogo permanente di riflessione sull’oggi e sul futuro del calcio italiano, con una forte matrice sociale e culturale”.

31 maggio 2017
quartieri di firenze
Primo piano

DanzainFiera 2018, Firenze balla per 4 giorni

Grandi ospiti, dalle étoile della danza ai protagonisti dei musical, esibizioni, stage e l'atteso premio DanzainFiera. Per 4 giorni la Fortezza da Basso di Firenze diventa una super pista da ballo
news
Newsletter il Reporter Firenze - iscriviti
Zoom
Agenda
Bambini
La guida
Focus

Il Toscana Pride 2018 è a Siena

Annunciata la data e la nuova ‘tappa’ del corteo lgbtqia. Dopo Firenze e Arezzo, il pride arriva nella città del palio a metà giugno

Palazzo Strozzi, le mostre del 2018

Dall’arte italiana di metà Novecento alle controverse performance di Marina Abramović, ecco gli eventi espositivi ci aspettano a Palazzo Strozzi nei prossimi mesi

Monet experience a Firenze: impressionisti a 360 gradi video

Quadri senza tele, proiettati su enormi schermi e sulle architetture di Santo Stefano al Ponte. Per la 'Monet experience' ci vuole anche naso, grazie a profumi naturali creati per l'esposizione digitale

multimedia

Foto Video
↑ inizio pagina