mercoledì 28 giugno 2017

La Fiorentina vista dal 'benzivendolo'

Ad Andrea Di Salvo, la barba rossa più famosa dell'Artemio Franchi, abbiamo chiesto di commentare l'ultima stagione viola
Lorenzo Mossani
Benzivendolo

Andrea Di Salvo, in arte il benzivendolo, non avrebbe bisogno di presentazioni. Amato, conosciuto, stimato da tutto l’ambiente del calcio dell’hinterland  fiorentino e da tutti quelli che hanno avuto il piacere di scambiarci due chiacchiere.  

Andrea lavora inpiazza Alberti da quasi 30 anni. Sua moglie, Francesca, era una cliente ma adesso fa la benzinaia insieme a lui ed hanno costruitoinsieme una famiglia numerosa, felice e sorridente. Il calcio è la sua grande passione. Allenatore, lavoratore instancabile e grandissimo tifoso della Fiorentina.

Della squadra gigliata è un guru: conosce la storia, giocatori vecchi e nuovi, comprese le dirigenze che si sono susseguite. Segni particolari? Una barba rossa inconfondibile che taglierebbe solo in caso di vittoria della Fiorentina…“Per questa stagione non posso tagliarmela – sorride Andrea -, è andata male a 360 gradi”. 

Ti riferisci anche ai tifosi?

"Avremmo potuto investire a gennaio 2016 sul mercato quando eravamo secondi a un punto dall’Inter, ma non è stato fatto. Difficile capirne le motivazioni. Da quel momento, in assenza di veri leader che sapevano parlare anche alla società, ci siamo divisi: chi sostiene che son meglio loro a rispetto a proprietari stranieri, chi si ricorda delle Coppe alzate. Io c’ero quando abbiamo vinto le Coppe Italia e la Supercoppa, vorrei vedere vincere ancora qualche trofeo prima che il Signore mi voglia con sé”.

Sousa?

“Difficile capire cosa gli sia successo, a me ha detto una mattina che sì è fermato a fare benzina
che era difficile lavorare in quel modo. In che modo? Non si sa. Ci sono state tante incomprensioni
tecniche e tattiche in questa stagione. Col Borussia, con tre gol in vantaggio, bastava rimettere Sanchez nel suo ruolo ecoprire gli esterni e invece...”

In conclusione?

“Quest’anno non siamo voluti arrivati nelle prime cinque, ma io non mi arrendo. Sempre forza
viola!”.

7 giugno 2017
articoli correlati

Ancora una rimonta. I viola pareggiano col Pescara

La Fiorentina conclude all’ottavo posto in classifica pareggiando 2-2 col Pescara. Una rimonta dopo che i viola avevano subito il doppio vantaggio abruzzese con Caprari e Bahebeck. I viola in gol, in inferiorità numerica per l’espulsione di Chiesa, con Saponara e Vecino

Fiorentina beffata in Europa League. Il Paok passa al Franchi

Rocambolesca sconfitta della Fiorentina allo stadio Artemio Franchi contro i greci del Paok Salonicco. Finisce 2-3 con la beffa finale di Rodrigues che non mette la parola fine sul discorso qualificazione. I viola si giocheranno il passaggio ai sedicesimi di finale di Europa League l’8 dicembre a Baku, in Azerbaigian, contro il Qarabag

Alla Fiorentina il derby dell’Arno. Berna e Ilicic domano l'Empoli

Senza storia la sfida tra Empoli e Fiorentina allo stadio Castellani. La squadra viola vince (4-0) con le doppiette di Bernardeschi e Ilicic. Solo Maccarone impensierisce la difesa gigliata. I tre punti guadagnati rilanciano le ambizioni europee della Fiorentina
quartieri di firenze
Primo piano

“Caccia al tesoro” lungo l’Arno, con il WWF

Allo scoperta delle specie animali e vegetali che vivono lungo il fiume, nella striscia di verde del Terzo Giardino di Lungarno Serristori. Un biologo del WWF terrà un workshop sull’Arno (gratuito)
news
Cultura
Sotto le stelle
La storia
La guida
Focus

Movida 'on the river': i locali (estivi) lungo l’Arno foto

Dall’aperitivo al concerto vista fiume. Il corso fiorentino dell’Arno, durante l’estate,  è animato da locali e iniziative. Ecco dove andare grazie alla nostra foto-mappa

Parcheggio tramvia-autostrada: come funziona e quanto costa video

E’ il primo del genere in Italia. Parcheggi senza uscire dall’A1 e poi sali sulla tramvia di Firenze. Ecco come funziona (e quali sono i prezzi) del nuovo parcheggio scambiatore di Villa Costanza a Scandicci

Torna lo yoga alle Cascine (gratis)

Ormai è diventato un appuntamento fisso dell’estate a Firenze: da giugno a settembre, tre volte a settimana i maestri di yoga si alternano per sedute open air gratuite nel parco delle Cascine

multimedia

Foto Video
↑ inizio pagina