domenica 20 agosto 2017

Una rivoluzione in rosa in mostra sul Lungarno

Nello spazio estivo de La Toraia, a Firenze, le tele della giovane artista Manuela Gallo
Redazione

Un'immagine della mostra a La Toraia

Le sue donne strizzano l'occhio alla malinconia di Hopper. Pensierose come quelle di Jack Vettriano, ma più decise e sorridenti. Chi è curioso di conoscere queste signore speciali potrà incontrarle per tutta la prossima settimana nello spazio estivo de La Toraia (Lungarno del Tempio, 34), dove l'artista consentina Manuela Gallo ha dato vita ad una personale molto sui generis.

Belle nella loro gestualità quotidiana, nei momenti di relax, nelle immagini rubate ad un momento di vita familiare e rese ancor più magnetiche dai colori saturi amati dall'arista, le protagoniste (sì, perché sono quasi tutte donne) delle tele della giovane Manuela Gallo sono uno sguardo a 360 gradi sull'universo femminile.

Guarda la gallery

Le "ladies" di Manuela Gallo

Da Cosenza, dove l'artista vive, a Firenze, città che ama e frequenta spesso, il passo è breve, perché è qui che Manuela ha deciso di cominciare a divulgare al grande pubblico la sua avventura artistica. Le sue opere, già apprezzate da vari collezionisti italiani e stranieri, dopo aver partecipato a numerose collettive fiorentine, rimarranno esposte a La Toraia fino al 23 luglio, mettendo in campo una vera e propria sfida a suon di pennello e colori.

"Sto elaborando delle mostre itineranti - ha spiegato l'artista - per far conoscere i miei quadri ad un pubblico vasto. Sono dell'idea che il dipinto debba rappresentarsi al pubblico e non soltanto il pubblico entrare nelle gallerie d'arte. Per questo mi è sembrata perfetta l'idea di esporre alcuni miei lavori nello spazio culturale della Toraia, punto di riferimento di chi rimane in città ed è alla ricerca di un'atmosfera speciale".

L'arte fuori dalla galleria

L'arte esce dunque dal chiuso della galleria, da un mondo di addetti ai lavori e va incontro alla gente. Le "ladies" di Manuela Gallo cercano un contatto, un confronto, uno scambio con chi ha voglia di interfacciarvisi, hanno voglia di raccontare le loro storie e aspettano occhi attenti, desiderosi di ammirarne dettagli e peculiarità tra una pennellata e l'altra.

Ancora qualche giorno...

Occhio al calendario però, perché rimarranno sul Lungarno del Tempio solo una manciata di giorni ancora e poi, chi vorrà potrà andarle a cercare da Peggy a Diamante (CS), atelier con vista sul mare aperto da giugno a settembre dove le "signore" di Manuela amano passare i mesi più caldi.

12 luglio 2017
articoli correlati

Tutte le aperture serali dei musei fiorentini

Quali musei di Firenze vanno “a letto tardi” durante l’estate: dal Bargello all’Accademia, fino agli Uffizi che propongono anche spettacoli a due passi dalle opere d'arte

Torre San Niccolò, ma non solo: riapre il ‘tetto’ di Firenze

Al via le visite guidate su Torre San Niccolò, ma anche sulla Zecca e su Porta Romana. La novità 2017 è il Baluardo a San Giorgio

Forte Belvedere e la nuova mostra: Ytalia foto

Dal maxi scheletro, con vista su Firenze, alle installazioni diffuse nei tanti musei della città, ecco le opere di “Ytalia”, con una sorpresa: l’ingresso al Forte diventa a pagamento (anche se è low cost)
quartieri di firenze
Primo piano

All’Orticultura settimana di Ferragosto in musica

10 giorni e 10 concerti a ingresso gratuito. Nello spazio estivo del giardino dell’Orticultura torna per il quarto anno la rassegna musicale “Tuttaposto a Ferragosto”
news
Ciclisti urbani
Estate in città
Musica
Open air
Focus

Cinema all’aperto a Villa Vogel (con tante risate)

3 serate per rivedere 3 classici della comicità toscana insieme ai protagonisti dei film, con un premio speciale a una signora della risata. A curare la rassegna, a ingresso libero, Andrea Muzzi

Aperitivo panoramico a Firenze: le migliori terrazze con vista foto

Hotel a 5 stelle, roofgarden, top bar e terrazze da bere: la nostra guida 2017 all'aperitivo con vista mozzafiato su Firenze. Tutte le informazioni utili: prezzi, orari e consigli

Contributo di bonifica, cos’è e chi deve pagarlo video

6 domande e (6 risposte) sul tributo che sta facendo discutere. Tra Firenze, Prato e Pistoia sono arrivati i primi avvisi di pagamento del Consorzio di Bonifica 3 Medio Valdarno

multimedia

Foto Video
↑ inizio pagina