martedì 22 maggio 2018

Visite guidate nel Parco di Pratolino

Visibili aree verdi ed edifici storici normalmente inaccessibili al pubblico. Continuano gli appuntamenti nel parco di Villa Demidoff, sulle colline intorno a Firenze
Redazione
Parco Partolino visite guidate

Mini-viaggi alla scoperta delle bellezze artistiche e naturalistiche di un polmone verde sulle colline di Firenze, grazie a un weekend di visite guidate nel Parco di Pratolino, conosciuto anche come “Parco di Villa Demidoff”.

Tesori normalmente chiusi al pubblico

Sabato 26 agosto e domenica 27 agosto è in programma un doppio appuntamento: ogni giorno un itinerario uno storico-artistico, curato dalla cooperativa Sigma di Firenze e uno naturalistico, con gli esperti della Cooperativa Terza cultura di Sesto Fiorentino.

Il percorsi guidati spalancheranno le porte anche di luoghi normalmente chiusi al pubblico, come la Cappella del Buontalenti, la Grotta di Cupido, la Sala Rossa della Villa Paggeria, la Fagianeria, le aree verdi Montili e Mulino

Visite guidate nel parco di Pratolino, come partecipare

Le visite curate dalla Cooperativa Sigma di Firenze e dedicate alle bellezze storiche e artistiche del parco partiranno alle ore 17.00 di sabato e domenica. I posti sono limitati e le adesioni saranno raccolte direttamente al punto di partenza, davanti alla Villa Paggeria.

Alla stessa ora partiranno anche gli itinerari naturalistici  organizzati da Terza cultura (prenotazione obbligatoria: mail visiteguidate@terzacultura.it  tel. 3661434509): sabato 26 agosto il gruppo (massimo 25 persone) andrà alla scoperta di antiche fonti, di gamberaie e di animali selvatici nella parte sud del parco; domenica 27 invece visite lungo “L’asse dell’acqua” nella parte nord (sul sito di Terza Cultura si trovano tutte le informazioni sulle visite guidate nel parco di Pratolino).

In programma anche laboratori dedicati ai bambini, ai ragazzi e alle famiglie, oltre a itinerari tematici e percorsi rivolti ai visitatori diversamente abili.

Quando è aperto il parco di Villa Demidoff

Il parco resterà aperto fino al 29 ottobre ogni venerdì, sabato, domenica e festivi con orario 10.00-20.00 e con ingresso gratuito. Presto sarà reso noto anche il programma di iniziative e visite guidate organizzate per i prossimi mesi dalla Città metropolitana di Firenze, che è proprietaria e gestisce il parco mediceo di Pratolino.

22 agosto 2017
articoli correlati

Le 19 spiagge della Toscana con la bandiera blu

Le località di mare toscane si piazzano al secondo posto in Italia per numeri di riconoscimenti. La 'mappa' delle spiagge premiate con la Bandiera blu

Forte Belvedere: a Firenze la mostra di Mattiacci

A giugno riapre una delle terrazze panoramiche più belle della città. Il Forte Belvedere di Firenze dedica la mostra 2018 a uno dei pionieri dell'avanguardia dell'arte italiana con 'Gong'

A cosa serve lo scivolo di Palazzo Strozzi

Un doppio scivolo dentro uno dei cortili storici più famosi di Firenze e un laboratorio nel cuore della Strozzina. Come funzionerà The Florence Experiment a Palazzo Strozzi dal 19 aprile
quartieri di firenze
Primo piano

Il Maggio musicale in tour nei quartieri (gratis)

Si chiama Maggio Metropolitano ed è un viaggio in cui la musica della prestigiosa istituzione arriva nei quartieri della città, con esibizioni a ingresso libero. E il repertorio non sarà solo classico
news
Zoom
Agenda
Area metropolitana
Curiosità
Focus

Aperitivo con vista, a Firenze una nuova terrazza panoramica

Musica live ed eventi esclusivi, cocktail ricercati e buffet. Al via la prima stagione di Glance Summer, hotel a 4 stelle a due passi da San Lorenzo, che apre la sua terrazza al sesto piano

Passeggiate verdi per scoprire l'economia circolare

Nei parchi, ma anche lungo l'anello del Rinascimento e sui sentieri partigiani. Lo Sportello Ecoequo del Comune di Firenze promuove conversazioni e itinerari a piedi e in bicicletta 

Cina in mostra alle Murate foto

Una mostra, performance di artisti cinesi e un calendario di eventi collaterali. Le Murate - Progetti Arte Contemporanea dà il via al terzo appuntamento del ciclo ‘Global identities’

multimedia

Foto Video
↑ inizio pagina