lunedì 19 febbraio 2018

Il cinema Odeon riapre con Bocelli e il Dalai Lama

Dopo le ferie, si riaccende il proiettore della storica sala nel centro di Firenze, tra ospiti illustri, anteprime ed eventi speciali, come quello legato alla visita fiorentina del Dalai Lama
Redazione
Cinema Odeon Firenze

Il Cinema Odeon di Firenze dà il via alla stagione 2017/2018: a illuminare di nuovo lo schermo dopo il “buio” delle vacanze estive sarà l'ulitmo kolossal firmato da Christopher Nolan “Dunkirk”, in programma a partire dal 31 agosto, giorno di riapertura della storica sala, fino al 17 settembre (versione originale sottotitolata in italiano).

Il nuovo lavoro del regista britannico è ispirato all’operazione Dynamo che durante la Seconda Guerra Mondiale permise l’evacuazione verso la Gran Bretagna di migliaia di soldati bloccati sulle spiagge francesi di Dunkerque.

Un ospite d’eccezione e un'anteprima

Tra gli eventi di punta l’arrivo all’Odeon di Andrea Bocelli con una preview: domenica 17 settembre alle ore 20.30 il tenore presenterà in anteprima nazionale il film dedicato alla sua vita “La musica del silenzio”, girato da Michael Radford con un cast internazionale tra cui figurano Antonio Banderas, Toby Sebastian e di Jordi Mollà, a cui si aggiungono gli italiani Ennio Fantastichini, Luisa Ranieri e lo stesso cantante che ha partecipato con un piccolo cameo. La pellicola resterà sul grande schermo fiorentino fino al 20 settembre.

Il nuovo inizio del cinema Odeon di Firenze: dal Dalai Lama a Gilmour

Occhio di riguardo anche al mondo buddista, prima con il film documentario “Walk with me”, un viaggio nella comunità del monaco Thich Nhat Hanh in occasione della Giornata Mondiale della Mindfulness (12 settembre – versione originale con sottotitoli in italiano), poi con il film evento “Dalai Lama il quattordicesimo” sulla vita di Tenzin Gyatso, previsto il 18 settembre, alla vigilia della visita fiorentina della massima autorità spirituale tibetana.

Tra gli altri eventi in calendario per questo avvio di stagione il ritorno al cinema del primo capolavoro di David Lynch “Eraserhead”  con una versione restaurata (in programmazione il  4, 5 e 10 settembre); la presentazione degli ultimi due film del regista Erik Gandini (in videocollegamento su Skype), “Chirurgo Ribelle” e “La Teoria Svedese Dell’amore” (7 settembre ) e infine “David Gilmour live at Pompei”, registrato durante i due spettacolari concerti del musicista del 7 e 8 luglio 2016 (in programma dal 13 al 15 settembre).

Tutti i dettagli dell’avvio di stagione 2017/2018 sono disponibili sul sito del Cinema Odeon di Firenze.

29 agosto 2017
articoli correlati

Quali festival sono in programma al cinema La Compagnia

Ritrovato, femminile e indiano. I festival cinematografici hanno trovato casa a La Compagnia di via Cavour. La storia (e la programmazione) della sala tornata di recente alle sue origini

Tutto quello che c’è da sapere sul “museo” Zeffirelli

Quando apre, dove e come sarà. La Fondazione Franco Zeffirelli porta a Firenze i tesori del maestro del cinema. Ma non sarà solo un museo

Il Teatro della Compagnia casa del cinema foto

Una nuova sala a Firenze: i festival della 50 Giorni lasciano l’Odeon e si trasferiscono in via Cavour. Nasce ''La Compagnia casa del cinema della Toscana'', tutta nel segno del ''doc''
quartieri di firenze
Primo piano

Pari viola Bergamo

Reduce dalla sconfitta contro la Juve la Fiorentina è salita a Bergamo col chiaro intento di far punti. C’è riuscita contro un’Atalanta chiaramente distratta dall’Europa League dopo la sconfitta di misura subita a Dortmund e prima della sfida di ritorno contro il Borussia. Di Badelj e Petagna le reti. Rosso nel finale a Milenkovic
news
Newsletter il Reporter Firenze - iscriviti
Zoom
Agenda
L'intervista
La guida
Focus

Ninjaz: l'hip hop e il rap toscano targato Numa Crew

Un po' rapper, un po' writer (è suo il super murales vicino alla Fortezza da Basso): abbiamo incontrato Ninjaz, che ha appena esordito con il suo primo lavoro da solista, 'Showgun'

Palazzo Strozzi, le mostre del 2018

Dall’arte italiana di metà Novecento alle controverse performance di Marina Abramović, ecco gli eventi espositivi ci aspettano a Palazzo Strozzi nei prossimi mesi

Monet experience a Firenze: impressionisti a 360 gradi video

Quadri senza tele, proiettati su enormi schermi e sulle architetture di Santo Stefano al Ponte. Per la 'Monet experience' ci vuole anche naso, grazie a profumi naturali creati per l'esposizione digitale

multimedia

Foto Video
↑ inizio pagina