mercoledì 21 febbraio 2018

Tommaso Novi: mezzo gatto mézzo cerca casa

Intervista a un ex Gatto Mézzo: un album da solista all'attivo, un videogame in preparazione e un libro autobiografico in uscita. Perché la passione per i videogiochi può cambiare la vita
Giulia Luchi
Tommaso Novi Mi sono scavato la casa

“I videogiochi sono dei micro-mondi in cui ti immergi e da cui non vorresti mai uscire”. Ma possono anche rappresentare un’ancora di salvezza. Come nel caso di Tommaso Novi, “ex Gatto mézzo”, impegnato adesso con un album da solista, lo sviluppo di un videogioco per smartphone e un libro autobiografico in uscita. Filo conduttore: il percorso che lo ha portato a “sconfiggere il drago” della dipendenza, grazie a una passione da nerd.

“Mi sono scavato la casa” (Edizioni Ouverture, 2017) sarà presentato in anteprima all’Internet Festival di Pisa, il prossimo 6 ottobre.

Cosa significa “Mi sono scavato la casa”?

È una storia che mi è successa davvero e ho pensato che valesse la pena raccontarla. 20 anni fa a un certo punto della mia vita, era la fine del liceo, decisi di chiudermi in casa perché fuori, nella mia Pisa ne combinavo di tutti i colori, ero molto scapestrato e mi resi conto che mi stavo rovinando. Quindi decisi di barricarmi in casa con un computer, passando da un videogioco all’altro per cercare di scacciare il brutto che c’era nella mia vita. 

La storia che racconto passa attraverso 3 oggetti: un libro, un disco e un videogame. Il disco “Se mi copri rollo al volo” è già uscito ma in realtà ho scritto prima il libro ed è da lì che è nata la musica. Il videogame è ancora “work in progress”.

Quindi si può dire che hai sostituito una dipendenza con l’altra?

È brutto da dire ma è stato così, ho pensato: "se sposto questa sofferenza da un contenitore a un altro forse riesco a salvarmi". Mi sono costruito una piccola gabbia dove potermi muovere meglio, facevo sessioni di gioco da 12 ore filate, è stato molto impegnativo ma mi ripetevo: questo percorso mi sta salvando.+

E come sei uscito dal tunnel dei video game?

Mi sono dato dei limiti e gli impegni di tutti i giorni piano piano mi hanno portato fuori da lì: i Gatti mézzi, l’arrivo di un figlio e la vita in generale. Sono comunque rimasto un “hard gamer”.

Come funziona il videogame legato a libro e disco? 

È una app per smartphone che stia-mo ancora progettando e di cui non vorrei svelare troppo.  Posso dirvi che la realizzeremo tramite un crowdfunding di Eppela.

Hai intenzione di diventare uno scrittore?

Mi piacerebbe molto, penso che il mestiere dello scrittore sia uno dei più nobili del mondo al pari del panettiere e del muratore.

Come sta procedendo la tua carriera da solista?

Lavorare in coppia è bello, ma anche faticoso. Dopo 12 anni di Gatti mézzi sentivo la necessità di fare un po’ di strada da solo. Al momento sono in tournée con il mio nuovo disco con l’etichetta Vrec 2017 e sta procedendo davvero bene. Dopo l’Internet Festival di Pisa, sarò a Civitella di Romagna (13 ottobre), Castelnuovo Garfagnana (28 ottobre), Lucca Comics (04 novembre), Parigi (16 novembre), Livorno (18 novembre), Roma (23 novembre), Massa (24 novembre), Avellino (30 novembre).

5 ottobre 2017
articoli correlati

Buh, il circolo culturale urbano fa un anno

Prima festa di compleanno per il circolo culturale urbano di Rifredi: Buh! spegne una candelina, con un simposio (a base di vino) e un djset

Rock, pop, metal: l'autunno non ferma i concerti

Da Gianna Nannini a Caparezza, da Cristiano de Andrè a James Blunt e Fiorella Mannoia: la stagione dei concerti fiorentini s'infiamma con l'arrivo della stagione fredda.

Classica e jazz: 2 rassegne da non perdere

Dalle note barocche fino ai mostri sacri del jazz internazionale. Tra la Pergola e la Sala Vanni di Firenze una serie di appuntamenti musicali da non perdere
quartieri di firenze
Primo piano

DanzainFiera 2018, Firenze balla per 4 giorni

Grandi ospiti, dalle étoile della danza ai protagonisti dei musical, esibizioni, stage e l'atteso premio DanzainFiera. Per 4 giorni la Fortezza da Basso di Firenze diventa una super pista da ballo
news
Newsletter il Reporter Firenze - iscriviti
Zoom
Agenda
Bambini
La guida
Focus

Il Toscana Pride 2018 è a Siena

Annunciata la data e la nuova ‘tappa’ del corteo lgbtqia. Dopo Firenze e Arezzo, il pride arriva nella città del palio a metà giugno

Palazzo Strozzi, le mostre del 2018

Dall’arte italiana di metà Novecento alle controverse performance di Marina Abramović, ecco gli eventi espositivi ci aspettano a Palazzo Strozzi nei prossimi mesi

Monet experience a Firenze: impressionisti a 360 gradi video

Quadri senza tele, proiettati su enormi schermi e sulle architetture di Santo Stefano al Ponte. Per la 'Monet experience' ci vuole anche naso, grazie a profumi naturali creati per l'esposizione digitale

multimedia

Foto Video
↑ inizio pagina