mercoledì 21 febbraio 2018

Addio all'orologiaio storico dell'Isolotto

Il rione saluta il signore delle lancette. Scomparso la scorsa estate, Gianpaolo Fibbi aveva appena festeggiato 50 anni alla guida della sua orologeria. Viene a mancare un altro artigiano storico
Gianpaolo Fibbi orologiaio Firenze

Photo credit: Alessandro Fibbi

Era la passione a muovere gli “ingranaggi” di Gianpaolo Fibbi, classe 1942, orologiaio storico dell’Isolotto. Una passione che lo spingeva ad andare in bottega anche di domenica mattina: con il bandone abbassato metteva le mani, precise come quelle di un chirurgo, sui pezzi più complicati, pendole e sveglie, mentre ascoltando vecchie registrazioni ripassava la sua parte prima di salire sul palco del teatro “La Fiaba”. Sì, perché dietro il bancone covava un amore per le commedie in vernacolo.

È il figlio Alessandro a ricordare questo maestro delle lancette, uno dei pochi nella zona: Gianpaolo se n’è andato il 20 agosto, portato via da un tumore. Quasi un mese prima aveva festeggiato cinquant’anni alla guida della sua attività: aveva iniziato il 27 luglio 1967 in un piccolo laboratorio di riparazioni in via dei Gerani, poi nel ‘71 il trasloco in via Libero Andreotti, quando tutto intorno  esistevano solo campi. Gianpaolo è entrato nel cuore del rione.

Guarda la gallery

“Il giorno del funerale mi sono voltato e ho visto la chiesa dell’Isolotto, che è bella grande, piena di persone, dentro e fuori: vuol dire che mio padre ha lasciato qualcosa – racconta commosso Alessandro Fibbi – il quartiere ha dato una risposta così forte che mi verrebbe da abbracciarlo tutto: grazie alle tante offerte raccolte abbiamo devoluto oltre 1100 euro all’Airc”.

Adesso il futuro della bottega è incerto

A settembre l'Orologeria Fibbi ha riaperto con orario part-time e con mamma e figlio al lavoro. “Lo gestiamo fin che possiamo, per non chiudere, poi si vedrà”, rivela Alessandro. Il rischio è che questo “saper fare” vada perso. “Certo, mio padre mi ha insegnato a fare riparazioni, ma è la passione che fa l’orologiaio e quella non si può imparare”, aggiunge.

Una cosa è certa: di Gianpaolo Fibbi, artigiano che ha rimesso a posto le lancette di mezzo quartiere, rimane un ricordo vivo. “Mi porto dietro un’immagine fin da bimbo: lui con l’occhialino che guarda gli ingranaggi degli orologi e un banco pieno di ruzzole e rotelle”.

12 ottobre 2017
articoli correlati

Lavoro: cercasi 10 tipografi

Un’azienda di Campi Bisenzio, nata dall'unione di tre tipografie storiche, assume dieci persone, ma non è così facile trovare persone specializzate in questo settore

Per trovare lavoro, ci vuole un coach

Le regole d'oro per chi cerca un impiego. A Firenze una Fondazione organizza corsi di formazione e lezioni (gratuite) per trovare in poco tempo un lavoro

Coop cerca personale in Toscana

Unicoop Firenze ha aperto le selezioni 2017: previste 30 assunzioni di allievi capi reparto. Come fare domanda per lavorare nella cooperativa che conta oltre 100 punti vendita in Toscana
quartieri di firenze
Primo piano

DanzainFiera 2018, Firenze balla per 4 giorni

Grandi ospiti, dalle étoile della danza ai protagonisti dei musical, esibizioni, stage e l'atteso premio DanzainFiera. Per 4 giorni la Fortezza da Basso di Firenze diventa una super pista da ballo
news
Newsletter il Reporter Firenze - iscriviti
Zoom
Agenda
Bambini
La guida
Focus

Il Toscana Pride 2018 è a Siena

Annunciata la data e la nuova ‘tappa’ del corteo lgbtqia. Dopo Firenze e Arezzo, il pride arriva nella città del palio a metà giugno

Palazzo Strozzi, le mostre del 2018

Dall’arte italiana di metà Novecento alle controverse performance di Marina Abramović, ecco gli eventi espositivi ci aspettano a Palazzo Strozzi nei prossimi mesi

Monet experience a Firenze: impressionisti a 360 gradi video

Quadri senza tele, proiettati su enormi schermi e sulle architetture di Santo Stefano al Ponte. Per la 'Monet experience' ci vuole anche naso, grazie a profumi naturali creati per l'esposizione digitale

multimedia

Foto Video
↑ inizio pagina