sabato 15 dicembre 2018

Paolicchi alla guida delle coop sociali

Eletto il nuovo responsabile delle cooperative sociali di Legacoop Toscana. Intanto arrivano i dati sul settore, che regge alla crisi e aumenta il numero degli addetti
Redazione
Cooperative sociali Legacoop Toscana Marco Paolicchi

Da sinistra: Marco Paolicchi, Roberto Negrini ed Eleonora Vanni

Le coopertive sociali toscane, nonostante la diminuzione delle risorse, reggono agli anni della crisi: la produzione è aumentata di un quarto in 3 anni (tra il 2013 e il 2016), mentre nello stesso periodo sono cresciuti anche gli addetti. I dati arrivano dall'assemblea regionale delle 138 cooperative sociali aderenti a Legacoop Toscana, che adesso hanno un nuovo "volto". 

Marco Paolicchi, pratese, classe 1972, è stato eletto nuovo responsabile delle cooperative sociali che fanno capo a Legacoop Toscana e prende il posto di Eleonora Vanni, vicepresidente nazionale di Legacoopsociali e candidata alla presidenza nazionale. Paolicchi, laureato in Lettere e filosofia e con un master in Imprenditoria sociale e e-governance locale, è socio fondatore e presidente dal 1998 della cooperativa sociale Pane&Rose di Prato. 

“I dati relativi al settore mostrano un incremento occupazionale di donne e di giovani qualificati, una tenuta importante dei lavoratori svantaggiati e delle lavoratrici che, a differenza di altri settori, non solo non sono state espulse dal mercato del lavoro, ma si sono trovate a rappresentare l’unico sostegno economico in famiglie ad alto rischio di povertà", ha osservato il nuovo responsabile delle cooperative sociali.

I dati

Nel 2016 il valore della produzione del settore sociale di Legacoop Toscana ha sfiorato i 400 milioni, con un +7% rispetto al 2015 (+25.9% rispetto al 2013). Aumentano gli addetti, (12.250, +2,7% rispetto al 2015 e +21,4% rispetto al 2013), cresce anche la redditività, con effetti positivi sulla patrimonializzazione, il cui valore nel 2016 è pari a oltre 61 milioni, +2% rispetto al 2015.

“Anche per la cooperazione sociale toscana si confermano i trend di crescita e consolidamento che hanno contraddistinto quest’ultimo quadriennio, caratterizzato da una contrazione delle risorse a disposizione – ha detto la vicepresidente nazionale di Legacoopsociali Eleonora Vanni -. Per la cooperazione sociale si apre adesso, sia sul piano nazionale sia su quello regionale, una fase nuova, in relazione alla riforma del Terzo Settore e a un generale ripensamento del sistema del welfare e dei servizi alla persona”.

Le fusioni

Rispetto al 2013, il numero delle cooperative sociali di Legacoop Toscana è in lieve flessione, a seguito di numerosi processi di riorganizzazione, fusione e incorporazione che hanno interessato il settore. “La cooperazione sociale regionale sta attraversando una fase di evoluzione -  ha sottolineato il presidente di Legacoop Toscana Roberto Negrini –. Si tratta di un settore destinato a diventare sempre più strategico per l’economia a livello regionale e nazionale: in un quadro di progressiva diminuzione delle risorse pubbliche, di invecchiamento della popolazione e di fronte all’emergere di nuovi bisogni da parte dei cittadini, le cooperative sociali saranno infatti uno degli attori fondamentali del nuovo welfare”.

7 novembre 2017
articoli correlati

Una cittadella dell'ortofrutta: ecco il nuovo mercato di Firenze foto

Orti didattici, laboratori e il Mercato delle opportunità: presentato il progetto per il nuovo mercato ortofrutticolo nell'area di Castello. Le immagini

In Toscana i nonni 'battono' le tate

Una ricerca di Umanapersone e Ipsos fa il punto sui bisogni delle famiglie toscane con bambini, con disabili o anziani non autosufficienti

Coop cerca personale in Toscana

Unicoop Firenze ha aperto le selezioni 2017: previste 30 assunzioni di allievi capi reparto. Come fare domanda per lavorare nella cooperativa che conta oltre 100 punti vendita in Toscana
quartieri di firenze
Primo piano

Non solo mercatini: cosa fare a Firenze nel weekend

Babbi Natale in moto, la Firenze del futuro, scuole aperte per i più giovani, mostre e spettacoli. Cosa fare a Firenze nel fine settimana del 15 e 16 dicembre
news
Focus
Agenda
Attualità
Dalla città
Focus

Natale nei musei di Firenze (con i bambini)

Le attività per le famiglie organizzate nei luoghi d'arte della città. Ecco i musei di Firenze che propongono visite speciali a misura di bambino durante le vacanze natalizie

Le scuole si presentano 2018: a Firenze ''open day'' per 38 istituti superiori

Licei, istituti tecnici e professionali. Nella palestra di viale Malta quasi 40 scuole superiori di Firenze si mettono in mostra per il salone di orientamento promosso dal Comune

Dodici giorni davanti al pubblico: nuova "re-performance" di Marina Abramovic

Vivere in isolamento e digiuno all'interno della mostra, senza pareti e sempre visibile ai visitatori. La performer Tiina Pauliina Lehtimäki esegue dal vivo "The House with the Ocean View" di Marina Abramovic fino al 16 dicembre

multimedia

Foto Video
↑ inizio pagina