martedì 16 gennaio 2018

Raccontare le feste con una foto

Nuovo appuntamento con la rubrica firmata dal fotografo Paolo Matteoni, che questo mese ci porta dentro le atmosfere natalizie. Come fare a immortalarle nel modo migliore?
Paolo Matteoni
Fotografie natalize, come farle

E così è arrivato Natale, con il suo carico di tradizioni e consuetudini. Ma anche con una profonda trasformazione delle atmosfere, dalle nostre case alla nostra città. Un momento in cui possiamo raccontare con le nostre fotografie storie che in nessun altro periodo dell’anno ci è permesso.

La foto natalizia (e non solo)

Natale è innanzitutto luci, riflessi e colori; le strade, le vetrine, il nostro salotto si riempiono di tutto questo. Se è vero (come è vero) che fotografia significa disegnare con la luce non perdiamo l’occasione: primi piani di addobbi natalizi con sfondi di brillanti lucine, pacchetti regalo e nastri argentati, luminare stradali; basta farsi trasportare dalla nostra fantasia per ottenere “la foto natalizia”.

Ma il Natale può essere l’occasione anche per raccontare delle storie per immagini. Alcuni esempi? Appostatevi in una delle vie più frequentate del centro, magari un sabato pomeriggio. Troverete una miriade di situazioni: gli occhi incantati dei bambini, le signore cariche di pacchetti, fattorini che corrono per le consegne. Anche la gente davanti alle vetrine può essere un buono spunto per una storia natalizia, la commessa travestita da renna, il ragazzo con il cappello rosso di Babbo Natale.

Fuori e dentro casa

Non dimentichiamoci però che Natale è anche una festa privata, quindi gettiamo un occhio a quel che succede in casa nostra: la preparazione di un piatto speciale può essere una buona occasione
per la foto natalizia
; non perderei nemmeno la possibilità di costruire un reportage sull’allestimento dell’albero di Natale o del presepe, soprattutto in presenza di bambini piccoli o gatti…

I consigli

Veniamo ad alcuni consigli: non siate timidi! se vedete qualcosa che vi sembra interessante scattate, meglio scegliere una foto tra tante che rimpiangere proprio quella che non avete fatto; esplorate il vostro soggetto, cambiando posizione di ripresa in modo da trovare il suo lato migliore; siate pronti a scattare, sempre! Un atteggiamento, una espressione dura un attimo e poi è persa per sempre: dovete esserci.

Infine ricordate che qualunque sia il nostro soggetto nelle foto deve esserci un chiaro riferimento al Natale, altrimenti che foto natalizia è? A proposito: buona luce natalizia a tutti!

Ripartono a gennaio i workshop di fotografia del cibo Click4Food organizzati da Paolo Matteoni e Chiara Brandi, con un viaggio nelle cucine del mondo. Sconti speciali per i lettori del Reporter. Info e prenotazioni: click4foodfirenze@gmail.com

19 dicembre 2017
articoli correlati

E Firenze quale regalo vorrebbe?

Tutti intenti a cercare il regalo perfetto, ma quale sarebbero i doni migliori per la nostra città? Se lo chiede Davide 'Deiv' Agazzi, nella nuova puntata della sua rubrica

Regole per un buon ritratto (fotografico)

I 'trucchi' per scattare un buon ritratto fotografico. I consigli dell'esperto Paolo Matteoni nella nuova rubrica de il Reporter

5 domande da farsi prima di scattare una foto

Gli smartphone fanno tutto il lavoro tecnico per noi, ma dobbiamo metterci un po' di cervello prima dello scatto. Parola al fotografo Paolo Matteoni, firma della nuova rubrica de il Reporter
quartieri di firenze
Primo piano

Iscrizioni alle scuole superiori di Firenze, tra open day e visite guidate

22 giorni di tempo per decidere in quale scuola superiore iscriversi. A Firenze degli istituti organizzano open day e speciali 'visite guidate' per aiutare alunni e famiglie in questa scelta
news
Newsletter il Reporter Firenze - iscriviti
Focus
Agenda
Bambini
Curiosità
Focus

Caveman al Puccini di Firenze (con lo sconto) video

Torna per l'undicesima replica lo spettacolo-cult 'Caveman - L'uomo delle caverne', che ha fatto ridere mezzo mondo. Tappa al Teatro Puccini di Firenze, con una sorpresa per i lettori de il Reporter

I 180 anni della farmacia di Brozzi

Un'attività di famiglia tramandata di padre in figlio, anzi di madre in figlio. Nata grazie a uno 'speziale', la farmacia Paoletti di Brozzi è uno degli esercizi storici di Firenze

Studenti-cantanti e un cd contro la violenza di genere video

Per il progetto 'Mai in silenzio: la musica contro la violenza di genere' 60 studenti di 6 licei toscani hanno realizzato un disco con sei brani musicali sul tema, grazie all'aiuto di tutor d’eccezione

multimedia

Foto Video
↑ inizio pagina