lunedì 18 giugno 2018

E l'albero di Natale dove lo metto?

Una volta concluso il suo ‘onorato servizio’ è da considerare un rifiuto da smaltire, che non va abbandonato accanto ai cassonetti. Consigli su dove (e come) buttare l'albero di Natale a Firenze
Paola Bolletti
Albero Natale dove buttarlo

Addobbati con palline rosse oppure dorate, scintillanti e profumati, gli alberi di Natale sono il simbolo delle feste per eccellenza. Presenti in molte delle nostre abitazioni, adorati da grandi e piccini, sono al centro di attenzione per molti giorni… ma dopo l’Epifania che tutte le feste si porta via, dove li mettiamo?

Non tutti sono da gettare

Se ancora sono verdi e non hanno perso gli aghi vuol dire che non hanno sofferto alcuno stress ed è probabile che, se ce ne prenderemo cura, potranno arrivare al prossimo Natale. Basterà metterli all’esterno, in un luogo ombreggiato, magari reimpiantandoli in un vaso di coccio più grande, ricordandosi di annaffiarli spesso (soprattutto d’estate). 

E l’albero di Natale dove lo butto?

Se invece ci accorgiamo che proprio non c’è più nulla da fare, Alia spa (ex Quadrifoglio) raccomanda di non abbandonare gli abeti rossi per strada o accanto ai cassonetti, ma piuttosto di spezzettarli e introdurli nei cassonetti del compost (quelli col coperchio marrone) o nelle torrette per l’organico delle isole interrate, se sono di piccole dimensioni. 

Se dovessero essere troppo grandi, altra soluzione è consegnarli a una delle 5 ecostazioni attrezzate di Alia, da lunedì 8 gennaio e fino a lunedì 15 gennaio, a questi indirizzi: in via di Campigliano 59 a Bagno a Ripoli, via di Pratignone a Calenzano, via Cassia per Siena 27 a San Casciano in Val di Pesa, via Charta 77 angolo via Newton a Scandicci e in via De Gasperi 8/d a Sesto Fiorentino. Per conoscere gli orari di apertura dell’Ecostazione più vicina chiamare il Numero Verde 800-330011 o consultare il sito www.aliaspa.it.

Nei Comuni poi dove è attivo il servizio “porta a porta”, l’abete – ben spezzato e inserito nel sacco o nel bidoncino – può essere consegnato il giorno di ritiro dell’organico.

La seconda vita dell’alberello

In questo modo il nostro abete potrà essere trasformato in compost, in pellet oppure in cippato, elemento utilizzato come combustibile o come materia prima per processi industriali: una fine certamente più nobile piuttosto che finire abbandonato in mezzo alla spazzatura vicino ai cassonetti.

5 gennaio 2018
articoli correlati

Yoga e massaggi orientali nel Giardino Torrigiani

Un’intera giornata per provare le diverse discipline orientali e sostenere Oxfam Italia. Torna Oriental Garden nel Giardino Torrigiani di Firenze

Picnic a Firenze, i parchi dove fare un pranzo sull'erba

In città o poco fuori, su grandi prati dove distendere la tovaglia sull'erba o in aree attrezzate con barbecue per le grigliate. La nostra mappa dei parchi di Firenze e dintorni dove fare un picnic

Io, da manager mi sono riscoperta contadina

La storia di Rosalba, contadina urbana di Firenze: dopo essere rimasta senza lavoro è ripartita da una passione 'lasciata in eredità' dal marito
quartieri di firenze
Primo piano

Il progetto per l'ex caserma Lupi di Toscana

Da zona militare a social housing, ecco come si trasformerà l'ex caserma Gonzaga, al confine tra Firenze e Scandicci. Presentato il progetto vincitore del concorso di idee
news
Zoom
Agenda
Dai quartieri
Area metropolitana
Focus

Estate Fiorentina 2018: gli eventi da non perdere

Dal centro alla periferia. Ecco la nostra mini-guida per districarsi nel lungo cartellone dell’Estate Fiorentina che andrà avanti fino a ottobre Firenze: date, luoghi e protagonisti

Eventi sotto le stelle ad Arcetri

14 serate per parlare di astronomia e fisica, ma anche per ascoltare musica, assistere a spettacoli, partecipare ad aperitivi e osservare il cielo. Tornano le Notti d'estate ad Arcetri: il programma 2018

Libernauta 2018: il concorso che premia i giovani lettori

Leggere può essere piacevole e divertente anche al liceo. È il presupposto di Libernauta, l'iniziativa che promuove la lettura della narrativa contemporanea per i ragazzi dai 14 ai 19 anni, con tanti premi in palio

multimedia

Foto Video
↑ inizio pagina