martedì 16 gennaio 2018

Monet experience a Firenze: impressionisti a 360 gradi

Quadri senza tele, proiettati su enormi schermi e sulle architetture di Santo Stefano al Ponte. Per la 'Monet experience' ci vuole anche naso, grazie a profumi naturali creati per l'esposizione digitale
Leila Zoia
Monet Experience Firenze biglietti orari

Dopo le emozioni suscitate dalle mostre “Klimt Experience” e “Da Vinci”, questa volta è la magia di Monet ad essere protagonista del percorso digitale che propone il fascino dell’immersione sensoriale nell’arte. Monet Experience and the Impressionists è il titolo dell’evento espositivo che sarà possibile fruire fino al primo maggio 2018 nella suggestiva chiesa sconsacrata di Santo Stefano al Ponte, a due passi da Ponte Vecchio.

Quadri privi di tela e cornice, immagini che nascono e si dilatano a 360 gradi sugli schermi e sulle architetture del luogo espositivo. Suggestioni che si esplicitano anche nella percezione olfattiva dei profumi naturali, appositamente creati da Aromatique. Un percorso virtuale di immagini e sonorità avvolgenti, che asseconda l’incantesimo emozionale suscitato dalle opere del grande maestro e dai maggiori interpreti dell’Impressionismo. Un racconto creativo scandito da una colonna sonora che si avvale, tra gli altri, di brani di Debussy, Bizet.

Monet experience a Firenze: come nasce la mostra digitale

Dietro le quinte: come nasce la mostra? “Viene costituito un comitato scientifico, - spiega lo staff di Crossmedia Group – inizia così un accurato lavoro preliminare di ricerca e approfondimento in cui esperti, a vario titolo, contribuiscono allo sviluppo del progetto che diventa inimitabile grazie al lavoro di regia, affidata a The Fake Factory, con la consulenza alla direzione artistica di Sergio Risaliti”.

Dalla prima mostra di Monet, ospitata in un vecchio studio fotografico di Nadar nel 1874, ad oggi la magia degli Impressionisti non perde la forza e la capacità di attrarre il pubblico di tutte le età.

Orari e prezzi dei biglietti

Questa digital exibition è aperta tutti i giorni, dal lunedì alla domenica, dalle ore 10 alle ore 19. Il biglietto intero costa 13 euro, quello per studenti e over 65 10 euro, quello per i bambini da 5 a 12 anni 8 euro (gli under 5 entrano gratis), ma sono previsti anche biglietti famiglia e ticket per gruppi. Tutte le informazioni sul sito di Monet experience a Firenze, dov'è possibile anche acquistare biglietti online.

15 gennaio 2018
articoli correlati

La carta fedeltà del Museo Stibbert foto

Armature, porcellane, costumi e quadri. Il Museo Stibbert è un piccolo gioiello sempre più visitato dai fiorentini. Adesso lancia una tessera fedeltà per scoprire tutte le novità del percorso di visita

Vasari e la nuova luce nel Salone dei Cinquecento foto

Palazzo Vecchio celebra il nuovo impianto di illuminazione del Salone dei Cinquecento con un singolare incontro tra il pubblico e Giorgio Vasari. Due le repliche dello spettacolo

Una rivoluzione in rosa in mostra sul Lungarno foto

Nello spazio estivo de La Toraia, a Firenze, le tele della giovane artista Manuela Gallo
quartieri di firenze
Primo piano

Iscrizioni alle scuole superiori di Firenze, tra open day e visite guidate

22 giorni di tempo per decidere in quale scuola superiore iscriversi. A Firenze degli istituti organizzano open day e speciali 'visite guidate' per aiutare alunni e famiglie in questa scelta
news
Newsletter il Reporter Firenze - iscriviti
Focus
Agenda
Bambini
Curiosità
Focus

Caveman al Puccini di Firenze (con lo sconto) video

Torna per l'undicesima replica lo spettacolo-cult 'Caveman - L'uomo delle caverne', che ha fatto ridere mezzo mondo. Tappa al Teatro Puccini di Firenze, con una sorpresa per i lettori de il Reporter

I 180 anni della farmacia di Brozzi

Un'attività di famiglia tramandata di padre in figlio, anzi di madre in figlio. Nata grazie a uno 'speziale', la farmacia Paoletti di Brozzi è uno degli esercizi storici di Firenze

Studenti-cantanti e un cd contro la violenza di genere video

Per il progetto 'Mai in silenzio: la musica contro la violenza di genere' 60 studenti di 6 licei toscani hanno realizzato un disco con sei brani musicali sul tema, grazie all'aiuto di tutor d’eccezione

multimedia

Foto Video
↑ inizio pagina