lunedì 19 febbraio 2018

Il pancione si fa il trucco (e il calco in gesso)

E' la nuova tendenza per le mamme in dolce attesa, anche a Firenze: truccapance, calco del pancione e pure un set fotografico per immortalare questo momento della vita
Costanza Marrapese
Truccapance e calco del pancione Firenze (con set fotografico)

Calco al pancione, truccapance, servizi fotografici. Anche a Firenze l’ultima tendenza per le mamme in dolce attesa è proprio questa. Divertirsi un pomeriggio a dipingere la pancia e fermare nel tempo questo periodo speciale con un servizio fotografico o con il calco in gesso del pancione. Tanti i centri e i negozi che propongono attività simili in tutta Firenze.

Truccapance: il pancione si fa "il trucco"

Noi abbiamo incontrato Chiara Muratori, ostetrica libera professionista, che già 5 anni fa dette vita agli incontri truccapance al negozio StarKids di Firenze Sud e ancora oggi organizza almeno un incontro mensile. Ad ogni appuntamento partecipano circa 12-15 mamme accompagnate spesso da mariti o future nonne. Insieme a loro una truccatrice esperta che con i colori naturali ascolta i desideri di ogni mamma e trasforma in disegni speciali.

Un immaginario che porta la mamma a rilassarsi un’ora pensando a come sarà il suo bambino. “Non c’è una regola sui disegni - spiega Chiara - si segue solo l’istinto della mamma che preferisce un personaggio piuttosto che un paesaggio fiorito”.

E un set fotografico per neonati

Non solo disegni artistici: le mamme di oggi già fissano appuntamenti con largo anticipo con fotografi e professionisti per imprimere nella memoria i primi giorni del neonato. Francesca Guerrini fotografa specializzata nell’arte dei neonati e della gravidanza lo sa bene. La sua fitta agenda è già piena per molti mesi del 2018.

Truccapance Star Kids - calco pancione Firenze, set fotografico neomamme

Il calco del pancione a Firenze

L’incontro di Francesca con l’ostetrica Chiara le ha portate a collaborare su molti progetti. Ne è un esempio ben riuscito la sessione di calco della pancia che insieme organizzano negli studi di Francesca. “Il momento perfetto per fare una sessione di calco della pancia - spiega Chiara - è intorno all’ottavo mese così che una volta tolto il calco e fatto seccare possa ospitare da lì a pochi giorni il piccolo in carne ed ossa pronto per uno shooting fotografico insieme a Francesca”.

19 gennaio 2018
articoli correlati

Festa del gatto a Firenze: 3 iniziative

Il 17 febbraio, come tradizione, si celebra la festa nazionale del gatto. A Firenze presentazioni di libri, concorsi fotografici e pomeriggi tra yoga e iniziative per i più piccoli

Festival a tutto Lego: all'Obihall 'Bricks in Florence'

Dai capolavori costruiti con tanta pazienza fino alla ''robotica dei mattoncini'': all’Obihall di Firenze arriva il primo festival del Lego in città, Bricks in Florence

Mamme fiorentine da seguire... su Instagram

La famiglia si fa social. Tra scorci inediti di Firenze e scatti colorati, anche le mamme diventano web star
quartieri di firenze
Primo piano

Pari viola Bergamo

Reduce dalla sconfitta contro la Juve la Fiorentina è salita a Bergamo col chiaro intento di far punti. C’è riuscita contro un’Atalanta chiaramente distratta dall’Europa League dopo la sconfitta di misura subita a Dortmund e prima della sfida di ritorno contro il Borussia. Di Badelj e Petagna le reti. Rosso nel finale a Milenkovic
news
Newsletter il Reporter Firenze - iscriviti
Zoom
Agenda
L'intervista
La guida
Focus

Ninjaz: l'hip hop e il rap toscano targato Numa Crew

Un po' rapper, un po' writer (è suo il super murales vicino alla Fortezza da Basso): abbiamo incontrato Ninjaz, che ha appena esordito con il suo primo lavoro da solista, 'Showgun'

Palazzo Strozzi, le mostre del 2018

Dall’arte italiana di metà Novecento alle controverse performance di Marina Abramović, ecco gli eventi espositivi ci aspettano a Palazzo Strozzi nei prossimi mesi

Monet experience a Firenze: impressionisti a 360 gradi video

Quadri senza tele, proiettati su enormi schermi e sulle architetture di Santo Stefano al Ponte. Per la 'Monet experience' ci vuole anche naso, grazie a profumi naturali creati per l'esposizione digitale

multimedia

Foto Video
↑ inizio pagina