mercoledì 15 agosto 2018

Tra ristoranti e aperitivi, viaggio in Borgo La Croce

Tutto in una via: meno di 400 metri di strada ma tante attività, tra negozi e locali dove mangiare. Siamo andati a curiosare tra i nuovi arrivi di Borgo La Croce
Valentina Veneziano
Borgo La Croce Firenze ristoranti aperitivo

È impossibile non amare o non avere un debole per Borgo La Croce. Questa piccola via di Firenze, che fa da tramite a piazza Sant’Ambrogio e piazza Beccaria, è un piccolo mondo in cui si può comprare e fare di tutto.

Tutto in un borgo

In Borgo La Croce possiamo comprare una camicia, farci i capelli, portare il tacco di un paio di décolleté a sistemare, trovare il pigiama dei sogni, duplicare un mazzo di chiavi e innamorarci di una cornice che starebbe benissimo nella nostra casa. Senza dimenticarci che, proprio qui, possiamo assaporare piatti diversi grazie alla presenza di locali che soddisfano gusti e voglie differenti.

È una di quelle vie in cui si respira la quotidianità fiorentina più pura che non perde di autenticità neppure attraverso il cambiamento e la nascita di nuovi ristoranti e punti di ritrovo. Sì perché Borgo La Croce, negli ultimi mesi, si è arricchita di nuove presenze tutte da provare.

Gli ultimi arrivi in Borgo La Croce

Incuriosisce, al numero 32/r, Ararat. In un ambiente curato avviene l’incontro tra la cucina armena, ricca di carne, e quella georgiana basata soprattutto sulle verdure. Tra le specialità troviamo: la grigliata Ararat, gli involtini di carne speziata in foglie di vite, le polpettine di carne e grano speziato accompagnate da bulgur (frumento integrale), i paté e i saccottini ripieni dalla tradizione georgiana. Inoltre i piatti serviti a pranzo sono realizzati per coloro che amano mangiare leggero e hanno poco tempo a disposizione.

A pochi passi di distanza c’è il nuovissimo Borgo la Croce con i prodotti delle fattorie, il vino e la birra agricola, i piatti di carne Chianina e la porchetta di cinta senese, il punto forte. Il suo motto è “mangia, bevi e compra”. Apertura meno recente per Le Delizie del Borgo al numero 21/r. Informale e con i tavoli di legno sulla strada, per chi desidera mangiare all’aperto, offre pizza, taglieri di formaggi, salumi e verdure accompagnati da covaccini.

Dopo la location in via del Ponte alle Riffe, Dolci Pensieri ha aperto il suo secondo locale al numero
26/r di Borgo La Croce. Merita una sosta non solo per una colazione e per una dolce merenda ma per la “Cena a Caffellatte” del venerdì e per le serate vegane del giovedì.

22 gennaio 2018
articoli correlati

Le migliori pizzerie di Firenze

Napoletana o più bassa. In centro o fuori. A consigliare le migliori pizzerie di Firenze sono gli esperti delle guide gastronomiche ma anche gli utenti del web, con qualche sorpresa

I migliori posti dove bere un tè a Firenze

Chiamatele teerie o con il termine inglese tea house. A Firenze esistono tanti luoghi dove bere una buona tazza di tè in compagnia e anche tra i libri. La nostra 'mappa' per i cultori del genere

Mercatino francese 2017: belle epoque in SS annunziata

Casette di legno dai colori pastello, croissant, vini, 80 tipi di formaggio e prodotti provenzali. Un villaggio francese in stile belle epoque arriva nel cuore di Firenze per 13 giorni
quartieri di firenze
Primo piano

Ferragosto 2018 a Firenze: eventi, concerti e sagre per chi resta in città

Non c’è solo il mare. La nostra guida per scoprire tutto quello che c'è da fare in città il 15 agosto tra film, concerti e sagre
news
Estate
Da non perdere
On the road
Tempo Libero
Focus

Cinema all’aperto nel teatro romano di Fiesole

In programma i migliori film dell’Istituto Stensen su un grande schermo gonfiabile all’interno della suggestiva area archeologica. Due settimane di cinema a Fiesole e il biglietto è low cost

Concerti davanti Santo Spirito e viste guidate gratuite

Per tutto agosto, alla sera, musica sul sagrato della basilica di Santo Spirito. E la Fondazione Salvatore Romano apre le porte in notturna con visite guidate a ingresso libero

Gli artisti del Maggio sul "palcoscenico" del Museo Novecento

Al Museo Novecento prende vita la mostra dedicata a bozzetti e figurini dei più grandi artisti del XX secolo, che hanno prestato la loro opera per il Maggio Musicale Fiorentino. 

multimedia

Foto Video
↑ inizio pagina