mercoledì 15 agosto 2018

La Fiorentina si arrende a Quagliarella

Brutta sconfitta dei viola al Luigi Ferraris di Genova contro la Sampdoria di Quagliarella autore di una tripletta. Per la Fiorentina in gol Sanchez a giochi fatti
Simone Spadaro

La pausa invernale ha fatto male alla Fiorentina che interrompe il ciclo di otto risultati utili consecutivi con una brutta sconfitta a Genova, in uno scontro diretto per un posto in Europa League, contro la Sampdoria. Successo assolutamente meritato per la compagine doriana che, dopo aver sofferto l’avvio dei viola riescono a vincere la partita grazie a Ramirez e, come detto da Quagliarella. Babacar, per la prima volta titolare a fianco di Simeone, ha sprecato due occasioni per segnare. Stefano Pioli sorprende stante le assenze di Astori, Veretout e Thereau. Laurini si posiziona nel trio di difesa e spesso va in sofferenza in un ruolo non propriamente suo, Chiesa è costretto a coprire tutta la fascia destra e raramente si avvicina alla porta avversaria. Babacar, come accennato, incappa in una prestazione anonima. Marco Giampaolo si affida molto a Torreira ed a Ramirez con Quagliarella finalizzatore.

Primo Tempo

Ad inizio gara è tutto uno show viola. Al 13’ un cross di Chiesa dalla destra non viene intercettato da  Ferrari ma Simeone, che si trova proprio alle sue spalle non trova la deviazione vincente. Al 30’ la Samp passa in vantaggio con Ramirez che crossa dalla destra per Quagliarella che stoppa in area, resiste al goffo tentativo di intervento di Pezzella e trafigge Sportiello con un preciso diagonale. E’ l’1-0 dei blucerchiati. Passano due minuti e Babacar ha subito l’occasione del pareggio. Cross perfetto per il senegalese che, clamorosamente, mette fuori. Al 40’ ci prova ancora Quagliarella ma Sportiello para. Si va al riposo con i padroni di casa avanti.

Secondo Tempo

La Fiorentina si mostra arrendevole nella ripresa. Al 60’ Linetty recupera palla a centrocampo e serve Ramirez che trova il corridoio giusto per Quagliarella. Lo serve ed il bomber blucerchiato, da ottima posizione, è freddo nel trafiggere Sportiello per il 2-0. Al 65’ ci prova Simeone che spara alto, sopra la traversa. Al 68’ Praet trova Ramirez in area il quale, a sua volta con un gran colpo di tacco, libera ancora l’indomito Quagliarella che insacca con una botta potentissima dalla corta distanza. E’ il 3-0 che chiude la gara. Intanto Pioli fa entrare Sanchez. All’80’ i viola battono un angolo con Biraghi, Saponara prolunga in area e trova proprio il neo entrato che, di testa, batte Viviano. E’ solo il gol della bandiera al termine di una gara che la Fiorentina ha giocato male.

L’allenatore

Deluso, a fine gara, Stefano Pioli. “Mi aspettavo di più. Abbiamo fatto bene solamente l’inizio, abbiamo avuto le situazioni per andare in vantaggio. Siamo stati meno compatti del solito e meno squadra del solito. Loro però hanno meritato di vincere. Siamo stati squadra fino all’1-0 – aggiunge il tecnico viola – ma dopo è diventato tutto difficile, abbiamo perso le distanze e gli equilibri. Con l’Inter avevamo fatto una partita di spessore, oggi non ci siamo riusciti. Siamo stati poco continui anche nelle seconde palle. Abbiamo fatto più fatica. Il nostro avversario ha giocato meglio di noi, ma sappiamo che possiamo fare cose diverse”.

21 gennaio 2018
quartieri di firenze
Primo piano

Ferragosto 2018 a Firenze: eventi, concerti e sagre per chi resta in città

Non c’è solo il mare. La nostra guida per scoprire tutto quello che c'è da fare in città il 15 agosto tra film, concerti e sagre
news
Estate
Da non perdere
On the road
Tempo Libero
Focus

Cinema all’aperto nel teatro romano di Fiesole

In programma i migliori film dell’Istituto Stensen su un grande schermo gonfiabile all’interno della suggestiva area archeologica. Due settimane di cinema a Fiesole e il biglietto è low cost

Concerti davanti Santo Spirito e viste guidate gratuite

Per tutto agosto, alla sera, musica sul sagrato della basilica di Santo Spirito. E la Fondazione Salvatore Romano apre le porte in notturna con visite guidate a ingresso libero

Gli artisti del Maggio sul "palcoscenico" del Museo Novecento

Al Museo Novecento prende vita la mostra dedicata a bozzetti e figurini dei più grandi artisti del XX secolo, che hanno prestato la loro opera per il Maggio Musicale Fiorentino. 

multimedia

Foto Video
↑ inizio pagina