lunedì 19 febbraio 2018

San Michele, il gioiello nascosto di Castello

Una perla tra le ville medicee. Vi portiamo alla scoperta di un monumento poco conosciuto di Castello, la chiesa 'panoramica' di San Michele
Deborah Macchiavelli
chiesa di San Michele a Castello

La chiesa di San Michele vista dalla Villa della Petraia

Una chiesa panoramica, poco distante dalle Ville Medicee di Castello e della Petraia. È la Chiesa di San Michele a Castello, antico edificio situato nell’omonima via alle porte di Firenze. Di probabile fondazione longobarda, se ne hanno notizie già nell’XI secolo: il nome deriva dal latino “castellum”, e indica una struttura adibita a collettore delle acque. Proprio dalla zona di Castello, infatti, partiva l’acquedotto romano per Firenze.

A partire dal 1608 l’architetto granducale Gherardo Mechini progetta lo stradone tra la villa di Castello e la chiesa di Boldrone e, prevedendo un nuovo assetto del territorio limitrofo, la chiesa di San Michele diviene l’elemento centrale della scena del paesaggio che si sviluppa tra le ville di Castello e della Petraia. Sempre per l’interessamento della famiglia Medici, nel 1622 venne incaricato l’architetto Giulio Parigi della progettazione del nuovo campanile: l’elegante costruzione venne completata nel 1624.

La chiesa di San Michele a Castello

Consacrata nel 1617 e dichiarata prioria nel 1728, la chiesa continuò a essere favorita dalla famiglia granducale, che la ristrutturò nel 1783 e nel 1817. L’edificio è intitolato all’Arcangelo San Michele, come ci ricorda lo scenografico affresco eseguito nel 1636 dall’artista Baldassarre Franceschini, detto il Volterrano, che raffigura il Santo mentre sferra il colpo mortale a Lucifero.

Castello, Firenze - Chiesa di San Michele interno

All’interno è ancora conservato un Crocifisso ligneo del ‘600, una tavola trecentesca raffigurante la “Madonna in trono e i Santi Lorenzo e Stefano”, attribuita alla bottega del Maestro della Santa Cecilia  a Pacino di Bonaguida, e un organo di Agati e Paoli della seconda metà dell’Ottocento. Dietro la chiesa si trova un piccolo cimitero: per suo espresso desiderio, qui è sepolto il poeta Mario Luzi, originario di Castello, dove ha vissuto i primi anni della sua vita.

25 gennaio 2018
articoli correlati

Gli Staccioli donano 3 opere a Scandicci

Paolo e Paola Staccioli, padre e figlia con una passione per l'arte, hanno deciso di fare un regalo alla loro città: tre opere hanno preso posto in altrettanti luoghi pubblici di Scandicci

Vasari e la nuova luce nel Salone dei Cinquecento foto

Palazzo Vecchio celebra il nuovo impianto di illuminazione del Salone dei Cinquecento con un singolare incontro tra il pubblico e Giorgio Vasari. Due le repliche dello spettacolo

Restaurata la 'spa' di Cosimo de' Medici

Dopo 5 mesi di restauri, il Comodo di Cosimo, bagno privato di Cosimo de' Medici, torna al suo antico splendore. La stanza sarà inserita nel percorso museale di Palazzo Vecchio
quartieri di firenze
Primo piano

Pari viola Bergamo

Reduce dalla sconfitta contro la Juve la Fiorentina è salita a Bergamo col chiaro intento di far punti. C’è riuscita contro un’Atalanta chiaramente distratta dall’Europa League dopo la sconfitta di misura subita a Dortmund e prima della sfida di ritorno contro il Borussia. Di Badelj e Petagna le reti. Rosso nel finale a Milenkovic
news
Newsletter il Reporter Firenze - iscriviti
Zoom
Agenda
L'intervista
La guida
Focus

Ninjaz: l'hip hop e il rap toscano targato Numa Crew

Un po' rapper, un po' writer (è suo il super murales vicino alla Fortezza da Basso): abbiamo incontrato Ninjaz, che ha appena esordito con il suo primo lavoro da solista, 'Showgun'

Palazzo Strozzi, le mostre del 2018

Dall’arte italiana di metà Novecento alle controverse performance di Marina Abramović, ecco gli eventi espositivi ci aspettano a Palazzo Strozzi nei prossimi mesi

Monet experience a Firenze: impressionisti a 360 gradi video

Quadri senza tele, proiettati su enormi schermi e sulle architetture di Santo Stefano al Ponte. Per la 'Monet experience' ci vuole anche naso, grazie a profumi naturali creati per l'esposizione digitale

multimedia

Foto Video
↑ inizio pagina