lunedì 19 febbraio 2018

Ragazzi plusdotati a scuola di logica

A Firenze due incontri per scoprire i segreti della logica, dedicata ai plusdotati, ragazzi dall'intelligenza più brillante della media
Redazione
Corsi di logica Firenze

Piccoli geni della logica crescono. A Firenze nasce la prima “scuola di logica” per ragazzi dall'intelligenza brillante, i cosiddetti “plusdotati”,  tra i 12 e i 16 anni che frequentano la scuola secondaria di primo e secondo grado.

Due incontri, il 27 gennaio e il 3 febbraio 2018 all’Educandato Il Fuligno di Firenze (via Faenza, 48), in cui affrontare tavole di verità ed esercizi di problem solving, grazie all’aiuto di esperti, docenti e ricercatori universitari. Lo scopo del corso è quello di avvicinare gli studenti ai concetti basilari del ragionamento logico, molto utile per affrontare lo studio di diverse discipline

La logica è un gioco da ragazzi

Il corso è curato da Logical Education, associazione nata con lo scopo di diffondere la cultura della logica tra le giovani generazioni, in collaborazione con AISTAP, Associazione italiana per lo sviluppo del talento e della plusdotazione, riconosciuta nel 2016 a livello europeo come European Talent Center, con lo scopo di valorizzare i plusdotati, ragazzi dotati di un’intelligenza superiore alla media.

Il tema dei giovani plusdotati è recentemente balzato al centro dell’attenzione, anche grazie a film e all’emergere di centri dedicati. Ma si tratta ancora di un territorio in buona parte inesplorato. “Troppo spesso capita che i bambini e adolescenti plusdotati non vengano riconosciuti come tali nelle scuole – spiega Sara Piccolo, coordinatrice di Logical Education – e di conseguenza non vengano valorizzati. Al contrario capita spesso che non riescano ad esprimere tutte le proprie capacità”.

“Con iniziative come questa – aggiunge Anna Maria Roncoroni, presidente diell’AISTAP – ci auguriamo di sensibilizzare genitori e insegnanti, ma soprattutto gli adolescenti, incoraggiandoli a trovare la propria strada e sviluppare il proprio talento, ritenendo fondamentale sviluppare in ogni caso il pensiero logico che è alla base di molte discipline”.

Gli incontri si svolgeranno dalle ore 14:00 alle 18:00 e saranno disponibili anche in streaming sul web per gli associati di AISTAP.  Info: www.aistap.orgwww.logicaleducation.it

26 gennaio 2018
articoli correlati

A caccia della cartoleria del cuore

Tre tappe obbligate per i ''cultori del genere''. Mini-guida per chi deve rinnovare diario, quaderni e astuccio

Calendario scolastico in Toscana: vacanze e ponti

15 giorni di vacanza per Natale, 6 per Pasqua. Per l'anno scolastico 2017/2018, il calendario riserva due possibili ponti. Le date da cerchiare in rosso sull’agenda: dall’inizio alla fine della scuola

Posto letto a Firenze come a Vienna: lo trovi sul web

È sbarcato anche a Firenze Housing Anywhere il portale che permette agli studenti diretti all’estero di trovare alloggi, camere e stanze, e di affittare la propria sistemazione mentre si è via
quartieri di firenze
Primo piano

Pari viola Bergamo

Reduce dalla sconfitta contro la Juve la Fiorentina è salita a Bergamo col chiaro intento di far punti. C’è riuscita contro un’Atalanta chiaramente distratta dall’Europa League dopo la sconfitta di misura subita a Dortmund e prima della sfida di ritorno contro il Borussia. Di Badelj e Petagna le reti. Rosso nel finale a Milenkovic
news
Newsletter il Reporter Firenze - iscriviti
Zoom
Agenda
L'intervista
La guida
Focus

Ninjaz: l'hip hop e il rap toscano targato Numa Crew

Un po' rapper, un po' writer (è suo il super murales vicino alla Fortezza da Basso): abbiamo incontrato Ninjaz, che ha appena esordito con il suo primo lavoro da solista, 'Showgun'

Palazzo Strozzi, le mostre del 2018

Dall’arte italiana di metà Novecento alle controverse performance di Marina Abramović, ecco gli eventi espositivi ci aspettano a Palazzo Strozzi nei prossimi mesi

Monet experience a Firenze: impressionisti a 360 gradi video

Quadri senza tele, proiettati su enormi schermi e sulle architetture di Santo Stefano al Ponte. Per la 'Monet experience' ci vuole anche naso, grazie a profumi naturali creati per l'esposizione digitale

multimedia

Foto Video
↑ inizio pagina