venerdì 25 maggio 2018

La Juve passa a Firenze tra dubbi e recriminazioni

La Juventus vince a Firenze grazie al gol dell’ex Bernardeschi (fischiatissimo) e Higuain ma la gara è stata falsata da una decisione presa nel primo tempo quando è stato concesso un rigore
Simone Spadaro

Brutta partita allo stadio Franchi tra Fiorentina e Juventus. Gioco spezzettato e mai emozionante. La gara rimarrà famosa per l'episodio avvenuto al 18’ del primo tempo. In un’azione concitata c’è un tocco di braccio di Chiellini su tiro di Benassi, l'arbitro Guida assegna un calcio di rigore che non verrà mai battuto. Veretout passa tre minuti abbondanti ad aggiustarsi il pallone sul dischetto, mentre l'arbitro resta agganciato all'auricolare in attesa del Var. Il tutto termina con la clamorosa revoca del penalty che condizionerà tutta la gara. Il rigore viene revocato perché Benassi al momento del passaggio era in posizione di fuorigioco sulla giocata di Alex Sandro, comunque fortuita dopo il contrasto con Simeone. Pioli per la partita più attesa dell’anno per il popolo viola sceglie, in attacco, Gil Dias e Chiesa a supporto di Simeone. In difesa gioca Milenkovic al posto di Laurini. Massimiliano Allegri festeggia le 200 panchine in bianconero proponendo Marchisio come mezz'ala sinistra. Viene risparmiato Dybala, confermato in attacco Higuain.

Primo Tempo

Gara frastagliata e con pochi tiri in porta. Come già sottolineato al 18’ il caso del rigore concesso e revocato da Guida con Veretout che passa tre minuti davanti al dischetto del rigore con la palla già posizionata e pronto al tiro e il conciliabolo tra il direttore di gara e gli addetti al Var che poi fanno tornare sui suoi passi l’arbitro. Una decisione dubbia che condizionerà il resto dell’incontro. Al 38’ contropiede della Fiorentina con Chiesa che lancia in profondità Gil Dias che ci prova in diagonale ma colpisce il palo, poi il pallone torna tra le mani di Buffon. Tanta recriminazione per i colori gigliati. Sui va al riposo a reti bianche.

Secondo Tempo

La ripresa si apre col gol dell’ex. Al 56’ è proprio il fischiatissimo Bernardeschi a realizzare la rete battendo un perfetto calcio di punizione, provocato da un atterramento di Badelj al limite dell’area, che spiazza uno Sportiello disattento. Al 70’ ci prova Thereau ma è bravo Buffon a neutralizzare il tiro. Dopo sei minuti Badelj serve Benassi ma la conclusione esce di poco a lato. All’86’ Higuain scatta sul filo del fuorigioco e si ritrova agevolmente davanti a Sportiello. Facile il gol del 2-0 che chiude la gara.

L’allenatore

Deluso, a fine gara Stefano Pioli. “Dobbiamo riuscire a trovare le stesse motivazioni di oggi anche in partite che in quanto tali ne offrono meno. Vogliamo dimostrare di avere dei buoni valori, dei buoni giocatori, dobbiamo guardarci dentro e trovare motivazioni anche in futuro. Abbiamo concesso pochissimo ad un avversario molto forte e siamo stati spesso pericolosi, la partita è stata equilibrata e gli episodi avrebbero potuto cambiarla. Qualche difficoltà l’abbiamo creata, purtroppo abbiamo concesso troppo spazio posizionando male la barriera in occasione del gol di Bernardeschi. Avremmo dovuto sicuramente fare meglio. Sul rigore negato – aggiunge Pioli – ho chiesto a Guida la motivazione della decisione. Mi ha detto che il rigore non è stato dato per il fuorigioco di Benassi, perché secondo loro il tocco di Alex Sandro non era volontario. Io ho detto a Guida che mi sembrava opportuno che andasse lui stesso a vedere, che verificasse lui stesso. Mi ha risposto che non ci è andato perché secondo loro era già evidente. Volevamo regalare una grande soddisfazione ai tifosi e non ci siamo riusciti”.

9 febbraio 2018
quartieri di firenze
Primo piano

Cantine aperte 2018: 3 viaggi sulle strade del vino

Torna 'Cantine aperte 2018'. Circa cento aziende vitivinicole apriranno le porte agli appassionati, facendo scoprire, non solo i tesori custoditi nelle botti e nelle bottiglie, ma anche quelli artistici e paesaggistici
news
Zoom
Agenda
Dai quartieri
Curiosità
Focus

Nel paradiso delle rose che fanno impallidire Chanel n.5

Alle spalle del cimitero di Soffiano ci sono 6000 mq completamente ricoperti da vasi di rose "speciali". Scopriamo questo luogo magico e profumatissimo di rose da collezione

Itinera, a Scandicci percorsi golosi a ritmo lento

Passeggiate che ti prendono per la gola: visita ai poderi e alle fattorie, per scoprire le bellezze del territorio e le bontà della tavola. Sulle colline di Scandicci, sette mesi di iniziative per 'Itinera 2018' 

Aperitivo con vista, a Firenze una nuova terrazza panoramica

Musica live ed eventi esclusivi, cocktail ricercati e buffet. Al via la prima stagione di Glance Summer, hotel a 4 stelle a due passi da San Lorenzo, che apre la sua terrazza al sesto piano

multimedia

Foto Video
↑ inizio pagina