lunedì 19 febbraio 2018

Black Italians, la storia degli Africani d'Italia

La sede fiorentina della New York University ospita due appuntamenti da non perdere all'interno del Black History Month per approfondire la cultura 'afroitaliana'
Barbara Palla
Black Italians

Il contatto culturale tra l'Italia e l'Africa non è sicuramente recente, il Mediterraneo è spesso stato attraversato sia in una direzione che nell'altra. Da molti anni vivono in Italia comunità africane, arrivate sia per eredità coloniale, sia per spontanea migrazione. Dall'incontro tra africani e italiani sono nati i cosiddetti “meticci”, i giovani italiani dalla pelle scura la cui identità culturale è poco conosciuta.

Per approfondire la questione la New York university di Firenze organizza, insieme al Black History Month, presso la sua sede in Villa Sassetti, due incontri con la collaborazione di professori e esperti sul tema dei Black Italians o Italiani Neri.

Black Italians: a Story That Still Needs to Be Written
mercoledì 14 febbraio 2018, alle ore 18:00

Il primo appuntamento prevede l'intervento di Mauro Valeri, sociologo e collaboratore del Dipartimento per le Pari Opportunità presso l'Ufficio della Presidenza del Consiglio. L'intervento permetterà di fare luce su un argomento spesso dimenticato o ignorato, la multiculturalità di lunga data che caratterizza la società italiana.

Dopo la fine del periodo coloniale, i meticci non vennero riconosciuti ma essi sono parte integrante di una cultura “afroitaliana” presente e che deve essere esplorata. Un'occasione per approfondire un argomento di ultimissima attualità, prima di uscire e festeggiare San Valentino.

L'Italia non è un paese meticcio
lunedì 26 febbraio 2018 alle 19:15

Il secondo incontro ": Citizenship, Racism and Belonging in Contemporary Italian Political Discourse"  sarà a cura di Angelica Pesarini. La serata intende rimettere in prospettiva il discorso politico attuale con quello del periodo coloniale in Africa Orientale in tema di identità e di cittadinanza degli italiani ma soprattutto dei meticci. Un approfondimento sulla costruzione dell'identità italiana pensata come monolitica ma in realtà multisfaccettata (per altri appuntamenti sullo stesso tema, leggi LaRivistaCulturale.com).

Oltre a questi due appuntamenti, nel contesto dei La Pietra Dialogues, un ciclo di conferenze e lezioni organizzate ogni anno dall'Università Americana, sono previsti quattro interventi tra marzo e aprile 2018 dal titolo “Black Italia” sul tema della migrazione e immigrazione in Italia visto dagli occhi di alcuni registi di cui saranno presentati e proiettati i film.

Gli eventi avranno sede presso Villa Sassetti (Via Bolognese, 120). La prenotazione  è obbligatoria (lapietra.dialogues@nyu.edu o tel. 055 500 7219).

12 febbraio 2018
articoli correlati

Gli Hereros in mostra al Museo di Preistoria

Viaggio tra gli Hereros in Africa Centrale nella mostra fotografica ANGOLA di Massimo Casprini

Santa Croce palcoscenico di ''Genius Loci''

Elio Germano, Roberto Cotroneo, Alessandro Bergonzoni e molti altri. Attori, scrittori e musicisti si esibiscono nella basilica di Santa Croce in tre diversi momenti: dal tramonto all'alba

La nuova mostra di Palazzo Strozzi: ''Il Cinquecento a Firenze''

Michelangelo e Andrea Del Sarto, Pontormo e  Rosso Fiorentino. La nuova esposizione di Palazzo Strozzi dà l'opportunità di vedere riuniti capolavori provenienti da mezzo mondo
quartieri di firenze
Primo piano

Pari viola Bergamo

Reduce dalla sconfitta contro la Juve la Fiorentina è salita a Bergamo col chiaro intento di far punti. C’è riuscita contro un’Atalanta chiaramente distratta dall’Europa League
news
Newsletter il Reporter Firenze - iscriviti
Zoom
Agenda
L'intervista
La guida
Focus

Ninjaz: l'hip hop e il rap toscano targato Numa Crew

Un po' rapper, un po' writer (è suo il super murales vicino alla Fortezza da Basso): abbiamo incontrato Ninjaz, che ha appena esordito con il suo primo lavoro da solista, 'Showgun'

Palazzo Strozzi, le mostre del 2018

Dall’arte italiana di metà Novecento alle controverse performance di Marina Abramović, ecco gli eventi espositivi ci aspettano a Palazzo Strozzi nei prossimi mesi

Monet experience a Firenze: impressionisti a 360 gradi video

Quadri senza tele, proiettati su enormi schermi e sulle architetture di Santo Stefano al Ponte. Per la 'Monet experience' ci vuole anche naso, grazie a profumi naturali creati per l'esposizione digitale

multimedia

Foto Video
↑ inizio pagina