sabato 22 settembre 2018

Pari viola Bergamo

Reduce dalla sconfitta contro la Juve la Fiorentina è salita a Bergamo col chiaro intento di far punti. C’è riuscita contro un’Atalanta chiaramente distratta dall’Europa League
Simone Spadaro

Si è chiusa sull’1-1 la sfida allo stadio Atleti Azzurri d’Italia tra Atalanta e Fiorentina. Di Badelj e Petagna le reti nel primo tempo. Pioggia di tipo londinese per tutta la partita. Ancora fiducia a Sportiello in porta, l’ex di turno mentre in attacco Pioli prova Gil Dias accanto a Simeone e Chiesa. Gasperini cambia anche il portiere scegliendo Gollini e tiene in panchina l’ex di turno Ilicic.

Primo Tempo

Fiorentina bella ad inizio gara. Al 6’ ci prova Simeone che però calcia alto di sinistra invece di servire Veretout che era libero all’altezza del dischetto di rigore. Al 16’ il vantaggio viola. Badelj calcia dai venti metri, Gollini respinge sui piedi di Chiesa il quale passa nuovamente la palla al compagno croato che insacca di sinistro. E’ l’1-0 per la Fiorentina. Al 20’ la reazione orobica con Papu Gomez che serve Cristante ma la difesa viola riesce a rimediare. Al 38’ ci prova Castagne che però mette fuori di poco. Al 41’ da calcio d’angolo Astori mette paura alla retroguardia nerazzurra ma anche in questo caso la palla finisce fuori. Proprio al 45’ arriva il pareggio dell’Atalanta. Calcio di punizione battuto dalla destra da Gomez, il pallone arriva a Petagna che sovrasta Biraghi e segna di testa. Si va al riposo sul pareggio.

Secondo Tempo

L’Atalanta prova, ad inizio ripresa, a passare in vantaggio. Ci prova, al 49’, Gomez ma Astori riesce a salvare la Fiorentina. Al 53’ è la Fiorentina che sfiora il raddoppio. Cross di Astori con la sfera che viene sfiorata da Simeone e poi da Benassi ma la palla poi è facile preda di Gollini. Al 63’ il nuovo entrato Falcinelli sfiora il gol su iniziativa di Gil Dias. L’occasione viene sventata da Mancini dell’Atalanta. Esordio in serie A anche per Bryan Dabo ma è il Papu Gomez, al 78’ a far correre dei brividi alla difesa viola. Un tiro-cross viene neutralizzato da Sportiello. Tra l’83’ e l’85’ Milenkovic colleziona due cartellini gialli e la conseguente espulsione tra le protesta di stefano Pioli verso l’arbitro Maresca. All’89’ l’ultima opportunità per l’Atalanta ancora con Gomez ma Pezzella salva il risultato ed il punto conquistato.

L’allenatore

Soddisfatto a metà Stefano Pioli a fine gara. “Peccato per il risultato, abbiamo provato a controbattere pallone su pallone contro una squadra forte e c’è rammarico per il gol preso sul finire di un primo tempo nel quale non abbiamo chiuso la gara in contropiede. Non mi è piaciuta la prima ammonizione a Milenkovic, ha preso il pallone. Su un terreno così scivoloso – aggiunge il tecnico –  bisogna evitare di fischiare tutto, tanti cartellini oggi sono arrivati in un’unica direzione. La prima entrata di Milenkovic non è nemmeno fallo, mentre sulla seconda non ho niente da dire. Bisogna capire in che direzione vanno le partite tra le squadre, Fiorentina e Atalanta sono tra le più intense del campionato nei contrasti e su un terreno scivoloso bisogna lasciare un po’ più andare. Ma se non mi è piaciuto l’arbitro mi è piaciuta la mia squadra, abbiamo avuto occasione per vincerla ed usciamo da Bergamo con convinzioni”.

18 febbraio 2018
articoli correlati

In edicola i biglietti della Fiorentina

Dove comprare i biglietti per la partita della Fiorentina? Da oggi anche in edicola, grazie a un accordo con la società viola

Pareggio argentino tra Fiorentina e Inter

Mauro Icardi e Giovanni Simeone decidono atteso anticipo della prima giornata del girone di ritorno. La Fiorentina, passata in svantaggio ad inizio ripresa per un gol di Icardi recuperà al 91’ con una prodezza di Simeone. Decisive, dunque, le due punte argentine

Persa una grande occasione. La Fiorentina non va oltre lo 0-0 contro il Genoa

Poteva essere l’occasione per agganciare il Milan al settimo posto e invece la Fiorentina impatta al Franchi contro un Genoa ben messo in campo. Forse una delle peggiori prestazioni della squadra viola in campionato in una partita brutta e con poche emozioni
quartieri di firenze
Primo piano

Le Giornate europee del patrimonio 2018 a Firenze

Tanti eventi nei musei, oltre a visite serali con il biglietto che costa un euro. Le principali opportunità offerte dalle Giornate europee del patrimonio, in programma il 22 e 23 settembre 2018
news
Focus
Agenda
Area metropolitana
Sui banchi
Focus

Un'altra hit dopo il tormentone della ''Fi-pi-li song''? video

Mai pensato di cantare la coda in superstrada? È stata l'idea del trio scandiccese che quest'estate ha impazzato su Youtube e in radio e ha in serbo altre sorprese per l'inverno  

Scuola, novità per gli studenti scandiccesi

Questo mese ha portato con sé tante novità a scuola a Scandicci, tra lavori di adeguamento, riqualificazione e ampliamento delle strutture, nuovi corsi scolastici e applicazioni per smartphone

Bistecca alla fiorentina patrimonio Unesco?

Da Firenze arriva la proposta di includere la celebre ‘fiorentina’ nell’elenco dei patrimoni mondiali dell’umanità

multimedia

Foto Video
↑ inizio pagina