venerdì 25 maggio 2018

A Firenze arriva la bicipolitana!

In progetto 4 linee colorate per 18 km in più di asfalto rosso nei prossimi 2 anni
Gianni Carpini

“Sali” in bicipolitana e scendi dall’altra parte di Firenze, pedalando dentro la città solo su percorsi protetti, con cartelli di indicazione a misura di ciclista, “fermate” nei luoghi di interesse (dagli uffici pubblici ai poli universitari) e stima dei tempi di percorrenza, per dare una mano anche ai meno esperti in sella. Ad esempio ci vorranno cinquanta minuti in bicicletta, senza andare a rotta di collo, da Sorgane alla sede della Regione in via di Novoli; mezz’ora tra il Ponte di Varlungo e quello della tramvia alle Cascine.

È il progetto lanciato dall’associazione Fiab - Firenze Ciclabile e sposato dal neonato ufficio bici del Comune di Firenze, che riunisce gli assessorati di mobilità, ambiente, urbanistica e polizia municipale, coinvolgendo anche Legambiente: creare una rete di direttrici ciclabili fino ai confini della città, per un totale di otto percorsi, otto linee di colore diverso proprio come una metropolitana. Questa volta però niente vagoni, solo pedali e un po’ di buona volontà come motore propulsore.

 

 

Per far viaggiare la bicipolitana il Comune ha annunciato lavori che ricuciranno le piste ciclabili esistenti e ne creeranno di nuove: 18 chilometri in più di asfalto rosso nei prossimi due anni, a cui si aggiungeranno altri 7 chilometri di tragitto da ricavare nei parchi pubblici e la manutenzione delle ciclovie già realizzate.

Si parte dalla linea rossa (da Quaracchi a Sorgane, con un terzo di questi 14 chilometri da realizzare) e blu (13 chilometri, di cui manca un decimo del percorso, dalle Piagge al ponte di Varlungo passando per il centro). Poi toccherà alla verde Villa Vogel-Rovezzano e alla celeste Ugnano-Anconella.

Fra gli interventi già programmati due chilometri e mezzo di ciclabile nella zona di Lungarno Serristori, per sostituire il percorso misto sul marciapiede, la pista su Ponte San Niccolò e l’ultimo tratto di Lungarno della Zecca Vecchia fino alla Biblioteca Nazionale.

 

7 marzo 2018
articoli correlati

La casa del futuro è bio e contro gli ecofurbi

Tecnologie per il risparmio energetico, materiali 'eco' perché ottenuti da scarti alimentari e agricoli. La casa si fa green grazie alla bioedilizia

Tutti pazzi per il bio, in 12mila alla Fortezza foto

Grande affluenza per FirenzeBio, la prima mostra mercato fiorentina dedicata ai prodotti biologici e biodinamici

I consigli per fare un orto sul terrazzo

La primavera è il periodo perfetto per la semina e per piantare: in mancanza di un giardino, ecco idee e consigli ''green'' per un perfetto orto fai da te da allestire sul balcone
quartieri di firenze
Primo piano

Cantine aperte 2018: 3 viaggi sulle strade del vino

Torna 'Cantine aperte 2018'. Circa cento aziende vitivinicole apriranno le porte agli appassionati, facendo scoprire, non solo i tesori custoditi nelle botti e nelle bottiglie, ma anche quelli artistici e paesaggistici
news
Zoom
Agenda
Dai quartieri
Curiosità
Focus

Nel paradiso delle rose che fanno impallidire Chanel n.5

Alle spalle del cimitero di Soffiano ci sono 6000 mq completamente ricoperti da vasi di rose "speciali". Scopriamo questo luogo magico e profumatissimo di rose da collezione

Itinera, a Scandicci percorsi golosi a ritmo lento

Passeggiate che ti prendono per la gola: visita ai poderi e alle fattorie, per scoprire le bellezze del territorio e le bontà della tavola. Sulle colline di Scandicci, sette mesi di iniziative per 'Itinera 2018' 

Aperitivo con vista, a Firenze una nuova terrazza panoramica

Musica live ed eventi esclusivi, cocktail ricercati e buffet. Al via la prima stagione di Glance Summer, hotel a 4 stelle a due passi da San Lorenzo, che apre la sua terrazza al sesto piano

multimedia

Foto Video
↑ inizio pagina