giovedì 13 dicembre 2018

Il primo condominio solidale della Toscana è a Campi

A Campi Bisenzio nasce Casa Diletta al Palagio, un progetto per ospitare donne sole con figli, giovani con disagio lavorativo, vittime di violenza di genere e anziani
Serena Wiedenstritt
Casa Diletta al Palagio Campi Bisenzio

Sedici storie, sedici persone che con i loro vissuti e qualche difficoltà alle spalle si avviano a iniziare una nuova vita insieme nel primo condominio solidale della Toscana.

Ha aperto le porte a inizio febbraio Casa Diletta al Palagio, un progetto che nasce dalla collaborazione tra la Confraternita di Misericordia di Campi Bisenzio, l’associazione Auser Abitare Solidale e la Società della Salute dell’Area Fiorentina Nord Ovest, con il contributo della Regione Toscana. Obiettivo di tutti i soggetti coinvolti: dare una risposta al disagio abitativo e sviluppare l’autonomia socio-lavorativa di chi si trova in un momento di difficoltà.

Casa Diletta ospiterà donne sole con figli, giovani con disagio lavorativo, vittime di violenza di genere, madri o padri separati in una situazione di emergenza abitativa, per un periodo compreso tra i 6 e 12 mesi. Spazio anche agli anziani, che potranno restare per periodi anche più lunghi.Gli inserimenti saranno segnalati dalla Società della Salute e i condomini verranno sostenuti da uno staff composto da psicologi, assistenti sociali, mediatori familiari e animatori.

Una delle principali novità del progetto consiste nell’accompagnamento degli ex ospiti di Casa Diletta nel percorso verso l’autonomia attraverso la creazione e gestione di fondi di garanzia per coprire le prime mensilità di un eventuale affitto sul libero mercato all’uscita dal condominio solidale.

LA STORIA

Casa Diletta del resto è solidale da sempre. Si trova in un’ala di una delle ville più belle di Campi Bisenzio, a due passi dalla parrocchia di San Lorenzo e da via Barberinese. Nasce come possedimento della famiglia Strozzi e di passaggio in passaggio l’ultima proprietà risale alla famiglia Melchior, che la lasciò alla Misericordia. Oggi una parte è occupata dalla scuola dell’infanzia Diego Cianti, l’altra da Casa Diletta, che prima di essere una sperimentazione di social housing è stata gestita da AIL Associazione Italiana Leucemie per ospitare i familiari dei pazienti che arrivavano da fuori città per farsi curare a Firenze.

 

E per l’accoglienza dei ragazzi c’è anche la casa delle viole

A Campi Bisenzio c’è un’altra casa destinata ad un progetto educativo e abitativo. È l’immobile di via delle Viole, confiscato alle mafie e restituito alla cittadinanza per offrire accoglienza, tutela e protezione a ragazzi in età tra i 16 ed i 21 anni, soprattutto maschi, privi di riferimenti parentali o provenienti da situazioni particolarmente disagiate.

I ragazzi ospitati sono inseriti in un programma di servizio sociale professionale, della durata da uno a tre anni, al termine del quale avranno sviluppato le competenze per avviarsi verso la vita adulta.

6 marzo 2018
articoli correlati

Visite guidate al Museo degli Innocenti e colazione panoramica

Arrivano visite guidate solidali tra le opere d’are conservate nello storico edificio di piazza SS Annunziata.  Obiettivo: sostenere i progetti della Fondazione Il Cuore si scioglie

La solidarietà 'Scatta alle Cascine'

Una mattinata per correre nel polmone verde di Firenze e per sostenere progetti di solidarietà. Torna la corsa amatoriale promossa dai Lions Club dell’area fiorentina

VOLONTARIATO IN FESTA IN VIA DI RIPOLI

Un bel sole primaverile ha tenuto a battesimo la terza edizione della festa del Volontariato di via di Ripoli e via Webb e ha restituito ai cittadini una passeggiata insolita. 
quartieri di firenze
Primo piano

Sant'Orsola, Nardella assicura: "Non diventerà un polo del cibo"

"Il polo del food c'è già, è il Mercato centrale", ha detto il sindaco intervenendo al dibattito aperto sul futuro dell'ex convento organizzato dall'Ordine degli architetti. "La nuova Sant'Orsola servirà alla promozione economica e culturale della città"
news
Focus
Agenda
Attualità
Dalla città
Focus

Natale nei musei di Firenze (con i bambini)

Le attività per le famiglie organizzate nei luoghi d'arte della città. Ecco i musei di Firenze che propongono visite speciali a misura di bambino durante le vacanze natalizie

Le scuole si presentano 2018: a Firenze ''open day'' per 38 istituti superiori

Licei, istituti tecnici e professionali. Nella palestra di viale Malta quasi 40 scuole superiori di Firenze si mettono in mostra per il salone di orientamento promosso dal Comune

Dodici giorni davanti al pubblico: nuova "re-performance" di Marina Abramovic

Vivere in isolamento e digiuno all'interno della mostra, senza pareti e sempre visibile ai visitatori. La performer Tiina Pauliina Lehtimäki esegue dal vivo "The House with the Ocean View" di Marina Abramovic fino al 16 dicembre

multimedia

Foto Video
↑ inizio pagina