mercoledì 18 luglio 2018

4 mostre da vedere in Toscana

Dai vestiti di Maria Antonietta (ammirati al cinema) fino ai giocattoli d’epoca affiancati alle opere d'arte. Informazioni, prezzi e distanze da percorrere, ecco 4 mostre fuori Firenze da non perdere
Redazione

Di mostre la Toscana ne è piena e non c’è solo la città del giglio. Arte antica, del Novecento o contemporanea: ce n’è per tutti i gusti. Basta mettersi in macchina o salire sul treno per abbinare una gita fuori porta a una bella mostra.

Da Prato a Lucca, passando per Pontedera e Siena, abbiamo selezionato 4 appuntamenti da non perdere nella nostra regione in questa prima parte del 2018. Per alcuni rimane meno di un mese prima della chiusura, per altri c’è tempo per tutta la primavera. Ecco la nostra mini-guida con le informazioni utili, prezzi e distanza da percorrere. E allora buon viaggio nel’arte.

Museo del Tessuto di Prato: Maria Antonietta in mostra

Sontuosi abiti, tutti da Oscar: non a caso la critica li ha incoronati come la migliore interpretazione mai realizzata nella storia del cinema dell’abbigliamento del Diciottesimo secolo. Il Museo del Tessuto di Prato ospita i costumi originali del film di Sophia Coppola “Marie Antoniette”.

La mostra temporanea Marie Antoinette. I costumi di una Regina da Oscar porta in Toscana oltre 20 splendidi vestiti maschili e femminili, indossati dai principali personaggi del film, esposti su una grande pedana di forte impatto scenografico. Sono opera della costumista Milena Canonero, che nel 2007 ha ricevuto per questa produzione il Premio Oscar.

In più, fino al 29 aprile, è possibile completare questo percorso nella sala dei tessuti antichi del museo con l’esposizione Il Capriccio e la Ragione. Eleganze del Settecento europeo.

Distanza da Firenze: 25 km circa (40 minuti in auto)

Quando: fino al 27 maggio 2018

Orari: dal martedì al giovedì  10-15; venerdì e sabato 10-19; domenica 15-19

Costo del biglietto: intero 7 euro, ridotto 5

Informazioni sul sito del Museo del Tessuto di Prato

Palp: il Palazzo Pretorio di Pontedera e la nuova mostra

La mostra si fa Palp. Antichi “balocchi” messi a confronto con i capolavori di artisti italiani attivi tra la seconda metà dell’Ottocento e il 1980. Il Palazzo Pretorio di Pontedera ospita la mostra La trottola e il robot. tra Balla, Casorati e Capogrossi, che racchiude sotto lo stesso tetto i giocattoli d’epoca di proprietà del Comune di Roma e 110 opere che interpretano il gioco infantile.

 La trottola e il robot. tra Balla, Casorati e Capogrossi Pontedera Palp Palazzo Pretorio Pontedera

Distanza da Firenze: 59 km circa (50 minuti in auto)

Quando: fino al 22 aprile

Orari: da martedì a domenica 10-20

Costo del biglietto: intero 7 euro, ridotto 5

Maggiori informazioni sul sito del Palazzo Pretorio di Pontedera

Ambrogio Lorenzetti al Santa Maria della Scala

È uno dei grandi pittori europei del Quattordicesimo secolo, ma paradossalmente è rimasto finora nell’ombra. Il Museo di Santa Maria della Scala di Siena accende una luce su Ambrogio Lorenzetti. Se il nome vi dice poco, forse andrà meglio se pensate al suo “Buon Governo”, il celebre ciclo di dipinti allegorici conservati nel palazzo pubblico della città del Palio.

Ambrogio Lorenzetti mostra Santa Maria della Scala Siena

A Siena sono esposte opere provenienti dai principali musei italiani e europei per indagare la figura di questo artista che ha rinnovato la pittura occidentale, cambiando la concezione dei dipinti d’altare e le iconografie. E per completare questa panoramica, è consigliato anche visitare (questa volta gratuitamente) gli affreschi restaurati nella basilica di San Francesco e nella chiesa di Sant'Agostino.

Distanza da Firenze: 70 chilometri circa (1 ora di macchina)

Quando: prorogata fino all’8 aprile 2018

Orari: da lunedì a domenica ore 10- 19

Costo del biglietto: intero 9 euro, ridotto 7

Maggiori informazioni sul sito della mostra su Ambrogio Lorenzetti al Santa Maria della Scala di Siena

Lucca e l’arte contemporanea, la mostra di Sironi

Al Lu.C.C.A. – Lucca Center of Contemporary Art arrivano 100 opere: sono state scelte tra le quasi mille illustrazioni realizzate da uno dei maggiori esponenti dell’arte italiana del ‘900, Mario Sironi, per “Il Popolo d’Itali” quotidiano ufficiale del Partito Fascista.

Mario Sironi  Lucca Center of Contemporary Art

La mostra Mario Sironi e le illustrazioni per 'Il Popolo d'Italia  mette in vetrine queste vignette, delle vere e proprie opere d’arte realizzate perlopiù tra il 1921 e il 1927 usando tecniche come china, biacca, matita, tempera e collage su carta.

Distanza da Firenze: 81 chilometri circa (1 ora di macchina)

Quando: fino al 3 giugno 2018

Orari: da martedì a domenica ore 10-19

Costo del biglietto: intero 9 euro, ridotto 7

Maggiori informazioni sul sito del Lu.C.C.A. – Lucca Center of Contemporary Art

14 marzo 2018
articoli correlati

Dario Ballantini e la sua mostra

Il celebre imitatore inaugura una personale a Cerreto Guidi e per l'occasione si esibisce anche in piazza per 'Da Balla a Dalla'

L'arte contemporanea arriva al Palazzo di Giustizia

Il Palazzo di Giustizia a Novoli si arricchisce di cinque opere d'arte che mettono in scena il tema dei diritti umani e civili, due di queste realizzate da ragazzi under 35

Enigma al museo, il ritorno di Mysterion

Visite nei musei, ma in modo diverso: squadre che si fronteggiano e un’enigma ambientato in tempi antichi
quartieri di firenze
Primo piano

Rockin’1000 allo Stadio Artemio Franchi

La più grande rock band vivente (oltre 1000 musicisti) si incontra il 21 luglio allo stadio fiorentino per una grande "partita" giocata a suon di musica
news
Zoom
Agenda
Storie
Area metropolitana
Focus

Il Florence Folks Festival balla alla Manifattura Tabacchi

Per la prima volta la balera più movimentata di Firenze arriva nella Manifattura Tabacchi: 4 giorni di concerti e iniziative a ingresso libero per il festival che unisce tradizione e contemporaneità

Il tulipano bio nasce a Scandicci

Parte dal comune alle porte di Firenze lo studio per far crescere la prima coltivazione biologica di tulipani. Dopo i primi semi gettati durante l’iniziativa ''Wander and Pick'' sono in vista novità

Come cambiano i percorsi dei bus Ataf con le nuove linee della tramvia

Un bus viene soppresso, nascono 3 nuovi collegamenti mentre altri 9 cambieranno capolinea. Novità anche per le fermate dei pullman extraurbani. Linea per linea tutte le modifiche al servizio Ataf

multimedia

Foto Video
↑ inizio pagina