giovedì 21 marzo 2019

Come cambia Scandicci: intervista al sindaco Fallani

Dal centro pedonalizzato, all’estensione della tramvia, passando dal nuovo bypass tra Villa Costanza, la zona industriale e l’area Socet, che sarà inaugurata presto
Gianni Carpini
Sindaco di Scandicci Sandro Fallani

La lista delle sfide strutturali per Scandicci è lunga, ne abbiamo parlato in un'intervista con il sindaco Sandro Fallani, per scoprire come sta cambiando Scandicci.

Quali sono gli obiettivi?

Stiamo affrontando con impegno progetti strategici a breve e medio termine, cito il nuovo svincolo dell’A1 a servizio soprattutto dei tanti lavoratori e delle tante imprese di Scandicci, il prolungamento della tramvia verso Casellina e Pontignale, la nuova viabilità a Torregalli per alleviare il traffico a San Giusto e velocizzare l’accesso all’ospedale, la riqualificazione di largo Spontini e il proseguimento del corso semipedonalizzato da piazza del Mercato a piazza Matteotti.

In contemporanea la Città Metropolitana sta per appaltare la passerella di Badia a Settimo e ha già affidato i lavori per la variante di San Vincenzo al via a primavera. Poi c’è un obiettivo sul quale siamo concentrati, a cui tengo anche personalmente: la costruzione di una nuova scuola, tra l’area Turri e la fermata Aldo Moro.

Intanto si pensa al nuovo regolamento urbanistico, come cambierà la città?

Sempre più a favore del lavoro, della scuola, della qualità della vita, della mobilità dei cittadini. Dopo una fase di ascolto capillare, con diciassette assemblee nei sei quartieri e un evento finale a cui stiamo lavorando, le linee guida si stanno definendo. Lo sviluppo sarà concentrato lungo la tramvia, dalla Greve a Villa Costanza. Porteremo lavoro, servizi, abitazioni, scuole dove c’è la tramvia, e la tramvia dove c’è lavoro, servizi, abitazioni, scuole.

Con un occhio attento a chi lavora e crea lavoro, a chi investe in un tessuto produttivo che si rinnova e si rigenera continuamente come il nostro: in questo a guidarci è l’articolo 1 della Costituzione.

E l’area ex Cnr?

C’è un futuro prossimo di sviluppo urbano, armonizzato con quello che sarà il secondo parco metropolitano dopo le Cascine: andiamo a progettare uno spazio di ambiente cittadino 3.0 con varie funzioni di alta qualità, con al centro le persone di tutte le età.

E c’è un presente in cui ci facciamo carico di un’area centrale per la città che per ora non è nostra, ma che se avessimo lasciato senza alcuna gestione avrebbe rappresentato un problema ingovernabile per Scandicci. All’ex Cnr organizziamo tutto ciò che di bello è possibile – invito tutti a vedere la coltivazione di tulipani – e interveniamo per il massimo controllo in tutti i modi che ci sono concessi.

Infine come sta il tessuto produttivo?

Abbiamo l’invidiabile situazione di una zona produttiva che è un’eccellenza europea dell’alta moda e del lusso. Gucci assume novecento giovani in un contesto in forte espansione, grazie alla combinazione di importanti infrastrutture con una posizione che è centrale nel Paese e accanto alla città simbolo della bellezza nella storia. Nel caso di crisi aziendali che fisiologicamente e purtroppo inevitabilmente avvengono, parlo di Braccialini, fortunatamente subentrano nuovi investitori a tutelare il lavoro, le conoscenze e il marchio.

22 marzo 2018
articoli correlati

Coopstartup Toscana, scadenza prorogata al 31 marzo 2019

Tre premi ordinari e due speciali, per un valore complessivo di 65mila euro. Per tutti gli iscritti, subito la formazione gratuita sulla piattaforma “10 steps and Go”

A Firenze la control room del traffico metropolitano

Fusione per le due società pubbliche Silfi e Linea Comune: nasce uno dei poli smart d’Italia per  il monitoraggio della viabilità, l'illuminazione pubblica, i servizi online e l’innovazione

Artigiani e innovatori all'Open Maker a Impact Hub

Presentate oggi le "invenzioni innovative" in occasione di “Open manufacturers”, l’evento nazionale conclusivo di OpenMaker, con l'obiettivo di innovare e rilanciare il settore manifatturiero
quartieri di firenze
Primo piano

Bto 2019, a Firenze si parla del turismo del futuro

Dalla Cina che diventerà prima destinazione mondiale, ai viaggi su Marte. Alla Stazione Leopolda di Firenze 2 giorni di incontri per la Bto 2019 - Buy Tourism Online
news
Focus
Agenda
Attualità
Dalla città
Focus

Tanti auguri Batigol: compleanno in piazza della Signoria per il Re Leone

Gabriel Batistuta compie 50 anni e festeggia nella "sua" Firenze. Il 31 marzo la grande festa pubblica in piazza della Signoria

Viaggio per immagini nella cultura coreana al Florence Korea Film Fest

Il ritorno di Kim Ki-duk, l'ospite speciale Jung Woo-Sung e 45 titoli tra corto e lungometraggi. Una settimana dedicata al cinema coreano, dal 21 al 28 marzo, a La Compagnia

Linea 2 della tramvia, qual è il percorso e dove sono le fermate video

Finiti i lavori si avvicina l’inaugurazione della linea 2 della tramvia. Ecco la mappa del nuovo tracciato e di tutte le fermate per non farsi trovare impreparati quando partirà la T2

multimedia

Foto Video
↑ inizio pagina