mercoledì 26 settembre 2018

PQE tra i top del Made in Italy

La società toscana di consulenza nel settore farmaceutico con sede a Reggello è nelle prime posizioni della top 500 delle aziende italiane con la migliore crescita
Laura Piccioli
PQE framaceutico Reggello

È stata premiata questa mattina alla Borsa di Milano per essere una delle eccellenze italiane che si sono contraddistinte per la crescita costante e la capacità di generare utile. Stiamo parlando di PQE, la società toscana di consulenza nel settore farmaceutico che ha il suo quartier generale a Reggello (Firenze), ma che da qualche anno a questa parte ha aperto nuove sedi in tutto il mondo: dagli Stati Uniti al Messico, dal Brasile a Israele, dalla Cina al Giappone passando per l’Europa.

L’azienda, in seguito ad uno studio sostenuto da Italypost - il portale che realizza ricerche sull’evoluzione del mondo delle imprese  - è stata infatti inserita al nono posto delle 500 PMI che hanno un fatturato tra i 20 ed i 120 milioni di Euro, con una crescita negli ultimi sei anni di almeno il 7% annuo.

Da azienda familiare a società internazionale

“Sono molto soddisfatta per il raggiungimento di questo traguardo – racconta Gilda D’Incerti, CEO di PQE – perchè da 20 anni a questa parte credo fortemente che i nostri valori fondamentali, il nostro know-how e la nostra etica abbiano reso quest’azienda leader nel settore della consulenza farmaceutica in Italia e nel mondo. Se siamo riusciti ad ottenere questo risultato – continua – è stato soprattutto grazie all’aver scelto di investire  nei nostri dipendenti affinchè potessero diventare una garanzia di professionalità per i nostri clienti, rispondendo con serietà e competenze ai loro bisogni. Non è un caso che solo nel 2017 ci siano state all’interno dell’azienda quasi 150 nuove assunzioni: un traguardo importante ed assolutamente soddisfacente  per un PMI”.

Gilda D'Incerti Pqe Reggello

Gilda D’Incerti, CEO di PQE

Oltre ai dati economici relativi anche all’occupazione assolutamente rilevanti per il nostro territorio, l’altra nota che non può passare inosservata riguarda il fatto che all’apice dell’azienda ci sia una donna che con forza e determinazione è riuscita a portare quella che era una piccola azienda familiare tra i fuoriclasse del Made in Italy e non solo.

16 marzo 2018
articoli correlati

Vendesi castelli (da sogno) a Firenze foto

Ville di lusso o castelli storici, attici in pieno centro o dimore nella campagna vicino alla città. A Firenze gli immobili di pregio non sentono crisi. Ecco le richieste dei 'clienti deluxe'

Inflazione ferma a Firenze

Più cari i pacchetti vacanza, ma cala il costo del carrello della spesa e della benzina

''No ai supermercati aperti a Ferragosto’’, sciopero Cgil, Cisl e Uil

Le sigle di settore lanciano in Toscana la mobilitazione per l’intera giornata del 15 agosto 2016. ''Ribadiamo la contrarietà alle aperture degli esercizi commerciali nelle Festività'', dicono
quartieri di firenze
Primo piano

Tante recriminazione e la Viola perde con l’Inter

Allo stadio Giuseppe Meazza l’Inter batte la Fiorentina 2-1 grazie anche all’arbitro Mazzoleni che concede generosamente un rigore ai nerazzurri, poi trasformato da Icardi, poi non concede un tiro dagli undici metri per un atterramento di Chiesa (autore del momentaneo pareggio) e proprio sul rovesciamento di fronte la squadra di Spalletti sigla il gol vittoria con D’Ambrosio. Una serata da dimenticare per la squadra di Pioli
news
Focus
Agenda
Area metropolitana
Sui banchi
Focus

Linari a Madrid inseguendo il sogno del pallone

L'intervista alla giovane campionessa cresciuta a Firenze, difensore della Nazionale Italiana di calcio femminile, che è passata in estate dalla Fiorentina Women’s all’Atlético de Madrid Femenino

Un'altra hit dopo il tormentone della ''Fi-pi-li song''? video

Mai pensato di cantare la coda in superstrada? È stata l'idea del trio scandiccese che quest'estate ha impazzato su Youtube e in radio e ha in serbo altre sorprese per l'inverno  

Bistecca alla fiorentina patrimonio Unesco?

Da Firenze arriva la proposta di includere la celebre ‘fiorentina’ nell’elenco dei patrimoni mondiali dell’umanità

multimedia

Foto Video
↑ inizio pagina