mercoledì 25 aprile 2018

PQE tra i top del Made in Italy

La società toscana di consulenza nel settore farmaceutico con sede a Reggello è nelle prime posizioni della top 500 delle aziende italiane con la migliore crescita
Laura Piccioli
PQE framaceutico Reggello

È stata premiata questa mattina alla Borsa di Milano per essere una delle eccellenze italiane che si sono contraddistinte per la crescita costante e la capacità di generare utile. Stiamo parlando di PQE, la società toscana di consulenza nel settore farmaceutico che ha il suo quartier generale a Reggello (Firenze), ma che da qualche anno a questa parte ha aperto nuove sedi in tutto il mondo: dagli Stati Uniti al Messico, dal Brasile a Israele, dalla Cina al Giappone passando per l’Europa.

L’azienda, in seguito ad uno studio sostenuto da Italypost - il portale che realizza ricerche sull’evoluzione del mondo delle imprese  - è stata infatti inserita al nono posto delle 500 PMI che hanno un fatturato tra i 20 ed i 120 milioni di Euro, con una crescita negli ultimi sei anni di almeno il 7% annuo.

Da azienda familiare a società internazionale

“Sono molto soddisfatta per il raggiungimento di questo traguardo – racconta Gilda D’Incerti, CEO di PQE – perchè da 20 anni a questa parte credo fortemente che i nostri valori fondamentali, il nostro know-how e la nostra etica abbiano reso quest’azienda leader nel settore della consulenza farmaceutica in Italia e nel mondo. Se siamo riusciti ad ottenere questo risultato – continua – è stato soprattutto grazie all’aver scelto di investire  nei nostri dipendenti affinchè potessero diventare una garanzia di professionalità per i nostri clienti, rispondendo con serietà e competenze ai loro bisogni. Non è un caso che solo nel 2017 ci siano state all’interno dell’azienda quasi 150 nuove assunzioni: un traguardo importante ed assolutamente soddisfacente  per un PMI”.

Gilda D'Incerti Pqe Reggello

Gilda D’Incerti, CEO di PQE

Oltre ai dati economici relativi anche all’occupazione assolutamente rilevanti per il nostro territorio, l’altra nota che non può passare inosservata riguarda il fatto che all’apice dell’azienda ci sia una donna che con forza e determinazione è riuscita a portare quella che era una piccola azienda familiare tra i fuoriclasse del Made in Italy e non solo.

16 marzo 2018
articoli correlati

Cos’è il consorzio di Bonifica 3 Medio Valdarno

Sono in arrivo le nuove ‘bollette’ per il contributo di bonifica: saranno recapitate a 500mila cittadini tra Firenze, Prato e Pistoia

Turismo, accordo tra Comune e Airbnb

Firmato dal sindaco Dario Nardella il protocollo d’intesa con la piattaforma di prenotazione on line di alloggi turistici attiva in tutto il mondo e in forte crescita anche a Firenze

Turismo da record: a Firenze 9 milioni di visitatori

Mai così alto il numero di pernottamenti in città: numeri a sei zeri per il turismo 2015 a Firenze. La città del David piace sempre più a cinesi e coreani. Boom per il settore extralberghiero
quartieri di firenze
Primo piano

Cosa fare a Firenze tra il 25 aprile e il primo maggio

Doppio ponte, tante occasioni per passare la festa della Liberazione e la festa dei lavoratori in città: ci sono fiori da ammirare o appuntamenti per i patiti dello shopping
news
Con dolce forza - Mostra Bagno a Ripoli
Zoom
Agenda
Area metropolitana
Curiosità
Focus

Compleanno millenario per San Miniato

La Basilica di San Miniato si prepara a festeggiare 10 secoli di bellezza e di fede con un lungo programma di eventi

Cos’è il consorzio di Bonifica 3 Medio Valdarno

Sono in arrivo le nuove ‘bollette’ per il contributo di bonifica: saranno recapitate a 500mila cittadini tra Firenze, Prato e Pistoia

Meteo pazzo: quanto sono affidabili le previsioni del tempo?

Esistono previsioni che ci 'azzeccano' sempre? Quali sono le più attendibili e quanti giorni coprono? Non esistono più le mezze stagioni? Le risposte alle domande più comuni sul meteo

multimedia

Foto Video
↑ inizio pagina