martedì 22 maggio 2018

Non basta una tripletta di Veretout. Fiorentina battuta dalla Lazio

Partita “pazza” al Franchi. Due espulsioni nel primo quarto d’ora. Due rigori. Uno concesso e l’altro revocato. Il Var e l’arbitro Damato protagonisti di Fiorentina-Lazio
Simone Spadaro

Partita dalle mille emozioni tra Fiorentina e Lazio. Due cartellini rossi nei primi minuti di gioco. Uno verso il portiere Sportiello che tocca di mano fuori area, uno, sette minuti dopo contro Murgia che stende Chiesa lanciato a rete. L’espulsione di Simone Inzagli per proteste. Poi la tripletta di Veretout e la doppia rimonta della Lazio che vince con la doppietta di Luis Alberto. Una partita dominata dalle decisioni arbitrali e dal Var. Lunghissima. Pioli fa riposare Saponara e sceglie Gil Dias a centrocampo, scelta non felice. Inzaghi non ha a disposizione Parolo e schiera Murgia che poi si farà espellere.

Primo Tempo

Inizio scoppiettante allo stadio Artemio Franchi con le due squadre che rimangono in 10 nel giro di 13 minuti. Dopo 7 minuti Immobile recupera un pallone e provoca il rosso a Sportiello, reo di aver respinto di mani fuori area di rigore. Entra in campo Dragowski e Pioli richiama in panchina Eysseric. Dopo pochissimo Chiesa lanciato in rete, in chiara occasione da gol, viene falciato da Murgia. Rosso anche in questo caso per il laziale tra le proteste degli ospiti. Sulla punizione seguente Veretout trova il gol del vantaggio per la Fiorentina. E’ l’1-0 viola.  Inzaghi sostituisce De Virj con Felipe Anderson per dare più spinta offensiva. Alla mezzora Luiz Felipe stende Biraghi in area, rigore e Veretout mette a segno la sua doppietta personale. Ma le emozioni continuano. Al 36’ Victor Hugo tocca Leiva in area ma per l’arbitro è tutto regolare anche dopo aver visionato il Var. Al 39’ altro calcio da fermo per Luis Alberto che mette dentro dalla distanza per il 2-1. Nel recupero del primo tempo Caceres pareggia con uno stacco di testa imperioso sugli sviluppi di un corner, la palla rimbalza sul petto di Dragowski, non impeccabile, e finisce in rete. Si va al riposo sul 2-2.

Secondo Tempo

Ad inizio ripresa la Fiorentina va in gol con Simeone ma l’arbitro Damato annulla per un dubbio fuorigioco. Al 54’ però è ancora Veretout che recupera palla, scarta due avversari e scaraventa in rete. Prima tripletta in carriera per il centrocampista viola. E’ il 3-2. Arbitro ancora protagonista al 60’. Prima assegna un rigore per fallo su Immobile poi lo toglie per la partenza in fuorigioco del laziale. Poco dopo ancora Immobile protagonista con un tiro che sfiora il palo alla sinistra di Dragoswki. Al 70’ nuovo pareggio della Lazio con Felipe Anderson con un’azione insistita degli ospiti con Felipe Anderson che finalizza con un destro preciso da fuori area. E’ il 3-3 momentaneo. Al 73’ arriva il gol che chiude la partita con Marusic che mette dentro in scivolata per il 4-3 della Lazio. La corsa per l’Europa League della Fiorentina si complica.

L’allenatore

Stefano Pioli deluso a fine gara. “Non è facile giudicare la partita, anche se è stata la serata degli errori, sia nostri che non. Questo è un peccato perché avevamo una grande occasione anche se la Lazio è una squadra forte. Abbiamo avuto poca lucidità quando siamo rimasti in dieci. Il secondo tempo – aggiunge il tecnico viola – siamo stati più equilibrati nonostante qualche errore, dai quali si sono originati i gol. Abbiamo responsabilità nonostante la grande generosità che abbiamo messo in campo. Penso che ci potesse stare un risultato diverso: è una brutta sconfitta ma adesso dobbiamo dimostrare chi siamo”.

18 aprile 2018
articoli correlati

La Fiorentina è travolta dal Milan nell’ultima di campionato

Prestazione sconcertante per la Fiorentina che chiude la stagione con due sconfitte consecutive e l’ottavo posto in classifica. I viola che partono bene grazie alla rete di Simeone crollano poi sotto la doppietta di Cutrone e le reti di Calhanoglu, Kalinic e Bonaventura

L’ex Thereau stende l’Udinese ed i viola tornano al successo

La vendetta di Thereau si abbatte sull’Udinese e regale tre punti alla Fiorentina. E’ stato uno degli ultimi acquisti in casa viola a risolvere una partita che i viola hanno complicato nel finale quando hanno anche subito il gol di Samir. Un 2-1 importante dopo la brutta sconfitta di Verona col Chievo

Non basta Simeone. Fiorentina sconfitta a Verona dal Chievo

Un punto nelle ultime tre partite. Prosegue il periodo buio per la Fiorentina che va subito in vantaggio con Simeone ma subisce poi la rimonta del Chievo Verona con una doppietta di Castro
quartieri di firenze
Primo piano

JOBBANDO FA TAPPA IN PALAZZO VECCHIO

Giovani e lavoro: oltre 300 studenti protagonisti per Jobbando 2018, in programma il prossimo autunno all'Obihall di Firenze, ma eventi già al via
news
Zoom
Agenda
Dai quartieri
Curiosità
Focus

Itinera, a Scandicci percorsi golosi a ritmo lento

Passeggiate che ti prendono per la gola: visita ai poderi e alle fattorie, per scoprire le bellezze del territorio e le bontà della tavola. Sulle colline di Scandicci, sette mesi di iniziative per 'Itinera 2018' 

Aperitivo con vista, a Firenze una nuova terrazza panoramica

Musica live ed eventi esclusivi, cocktail ricercati e buffet. Al via la prima stagione di Glance Summer, hotel a 4 stelle a due passi da San Lorenzo, che apre la sua terrazza al sesto piano

Flixbus ferma al parcheggio di Villa Costanza

I bus a lunga percorrenza targati Flixbus ‘traslocano’: durante il giorno la fermata fiorentina è al parcheggio di Villa Costanza, a due passi dall’A1 e dalla tramvia

multimedia

Foto Video
↑ inizio pagina