venerdì 19 ottobre 2018

Non basta una tripletta di Veretout. Fiorentina battuta dalla Lazio

Partita “pazza” al Franchi. Due espulsioni nel primo quarto d’ora. Due rigori. Uno concesso e l’altro revocato. Il Var e l’arbitro Damato protagonisti di Fiorentina-Lazio
Simone Spadaro

Partita dalle mille emozioni tra Fiorentina e Lazio. Due cartellini rossi nei primi minuti di gioco. Uno verso il portiere Sportiello che tocca di mano fuori area, uno, sette minuti dopo contro Murgia che stende Chiesa lanciato a rete. L’espulsione di Simone Inzagli per proteste. Poi la tripletta di Veretout e la doppia rimonta della Lazio che vince con la doppietta di Luis Alberto. Una partita dominata dalle decisioni arbitrali e dal Var. Lunghissima. Pioli fa riposare Saponara e sceglie Gil Dias a centrocampo, scelta non felice. Inzaghi non ha a disposizione Parolo e schiera Murgia che poi si farà espellere.

Primo Tempo

Inizio scoppiettante allo stadio Artemio Franchi con le due squadre che rimangono in 10 nel giro di 13 minuti. Dopo 7 minuti Immobile recupera un pallone e provoca il rosso a Sportiello, reo di aver respinto di mani fuori area di rigore. Entra in campo Dragowski e Pioli richiama in panchina Eysseric. Dopo pochissimo Chiesa lanciato in rete, in chiara occasione da gol, viene falciato da Murgia. Rosso anche in questo caso per il laziale tra le proteste degli ospiti. Sulla punizione seguente Veretout trova il gol del vantaggio per la Fiorentina. E’ l’1-0 viola.  Inzaghi sostituisce De Virj con Felipe Anderson per dare più spinta offensiva. Alla mezzora Luiz Felipe stende Biraghi in area, rigore e Veretout mette a segno la sua doppietta personale. Ma le emozioni continuano. Al 36’ Victor Hugo tocca Leiva in area ma per l’arbitro è tutto regolare anche dopo aver visionato il Var. Al 39’ altro calcio da fermo per Luis Alberto che mette dentro dalla distanza per il 2-1. Nel recupero del primo tempo Caceres pareggia con uno stacco di testa imperioso sugli sviluppi di un corner, la palla rimbalza sul petto di Dragowski, non impeccabile, e finisce in rete. Si va al riposo sul 2-2.

Secondo Tempo

Ad inizio ripresa la Fiorentina va in gol con Simeone ma l’arbitro Damato annulla per un dubbio fuorigioco. Al 54’ però è ancora Veretout che recupera palla, scarta due avversari e scaraventa in rete. Prima tripletta in carriera per il centrocampista viola. E’ il 3-2. Arbitro ancora protagonista al 60’. Prima assegna un rigore per fallo su Immobile poi lo toglie per la partenza in fuorigioco del laziale. Poco dopo ancora Immobile protagonista con un tiro che sfiora il palo alla sinistra di Dragoswki. Al 70’ nuovo pareggio della Lazio con Felipe Anderson con un’azione insistita degli ospiti con Felipe Anderson che finalizza con un destro preciso da fuori area. E’ il 3-3 momentaneo. Al 73’ arriva il gol che chiude la partita con Marusic che mette dentro in scivolata per il 4-3 della Lazio. La corsa per l’Europa League della Fiorentina si complica.

L’allenatore

Stefano Pioli deluso a fine gara. “Non è facile giudicare la partita, anche se è stata la serata degli errori, sia nostri che non. Questo è un peccato perché avevamo una grande occasione anche se la Lazio è una squadra forte. Abbiamo avuto poca lucidità quando siamo rimasti in dieci. Il secondo tempo – aggiunge il tecnico viola – siamo stati più equilibrati nonostante qualche errore, dai quali si sono originati i gol. Abbiamo responsabilità nonostante la grande generosità che abbiamo messo in campo. Penso che ci potesse stare un risultato diverso: è una brutta sconfitta ma adesso dobbiamo dimostrare chi siamo”.

18 aprile 2018
articoli correlati

Women Champions League: viola sconfitte a Londra

Nella gara di andata degli ottavi di finale la Fiorentina Women’s perde 1-0 contro il Chelsea. Il 31 ottobre la partita di ritorno al "Franchi"

Vittoria 'alla francese' per la Fiorentina a Torino

Alla ricerca della normalità la Fiorentina ha affrontato, vincendo, la prima trasferta post la drammatica scomparsa di Davide Astori. Intanto il centro sportivo viola sarà intitolato all'ex capitano

L’ultimo saluto a Davide Astori

Un’atmosfera irreale, commossa e partecipe. Il record di pubblico (in oltre 34.000 sugli spalti, di cui 1.700 provenienti dal Benevento) per la prima gara della Fiorentina all’Artemio Franchi senza il suo capitano Davide Astori. Una partita, contro i sanniti, giocata col dolore in cuore. Una giornata difficile per la società viola e per i tifosi che hanno voluto onorare dopo i funerali di giovedì scorso lo sfortunato giocatore morto domenica scorsa. Tante le coincidenze
quartieri di firenze
Primo piano

La mappa della nuova viabilità alla stazione di Firenze

Le modifiche alla circolazione nella zona della stazione Santa Maria Novella. Cosa cambia per il percorso dei veicoli: ecco le misure per evitare il blocco di Sirio in caso di traffico
news
Focus
Agenda
Sport
Spettacoli
Focus

Stop ai diesel euro 2 e ai benzina euro 1 nella ztl di Firenze

Firenze si aggiunge alla lista delle città italiane che hanno deciso il blocco delle auto diesel. Dall’inizio del 2019 stop ai veicoli a benzina euro 1 e ai  diesel euro 2 nella zona a traffico limitato

Banksy a Firenze, graffiti in mostra a Palazzo Medici Riccardi

A Firenze arrivano le opere di Banksy, il padre della street art contemporanea: “Banksy. This is not a photo opportunity” è la mostra in programma a Palazzo Medici Riccardi dal 19 ottobre al 24 febbraio. 

I Medici 2: in uscita 8 episodi su Lorenzo il Magnifico

Il nuovo capitolo della serie tv dedicata i potenti signori di Firenze. Le anticipazioni e il trailer de ''I Medici 2'', in onda su Rai Uno e in streaming, per i paesi anglofoni, su Netflix

multimedia

Foto Video
↑ inizio pagina