martedì 22 maggio 2018

La Fiorentina rimonta contro il Genoa e tiene vivo il sogno Europa

Ancora una gara da protagonista per la Fiorentina che al Luigi Ferraris va in vantaggio si fa rimontare fino al 2-1 ma trova il cuore, con gli ingressi in campo di Eysseric e Dabo, per risorgere e vincere
Simone Spadaro

La Fiorentina vince (3-2) contro il Genoa al termine di una gara bella e rocambolesca. Decisivi gli ingressi in campo di Eysseric e Dabo, che hanno firmato la rimonta viola. Tanto nervosismo tra i rossoblù con due espulsi Pandev e Zukanovic dalla panchina. Pioli con una difesa da inventare dato che Vitor Hugo è infortunato e Laurini è squalificato rispolvera Gaspar. A centrocampo Badelj. In avanti l’ex Simeone. Nel Genoa Ballardini lancia fin dal primo minuto l’ex Pepito Rossi e recupera in difesa Nicola Spolli.

Primo Tempo

Sin dai primi minuti di gara è la Fiorentina a dirigere il gioco. Al 12’ è Badelj ad impegnare Perin ma il tiro è centrale. Al 23’ si vede il Genoa con un cross da destra di Hiljemark per Pepito Rossi che si fa trovare nella posizione giusta a pochi metri dalla linea di porta. L’ex viola però non riesce a controllare la palla che finisce sul fondo. Subito dopo una punizione di Hiljemark viene respinta da Sportiello. Al 43’ Simeone serve Benassi che, in scivolata, anticipa l'uscita di Perin e mette in rete per l’1-0 viola col quale le due squadre vanno all’intervallo.

Secondo Tempo

Il Genoa è intraprendente ad inizio ripresa Ballardini lancia Bessa al posto di Veloso ed il nuovo entrato, al 64’, serve l'assist per l'1-1 di Rossi che non esulta per rispetto ai suoi ex tifosi. Entra anche Lapadula al posto di Pepito ed è proprio lui a ribaltare il match al 68’ con un’azione sulla fascia sinistra di Hiljemark che serve all'ex attaccante del Milan che segna facilmente il 2-1. Pandev, da poco entrato, commette fallo su Gaspar e viene espulso. L'inferiorità numerica favorisce la Fiorentina che pareggia, al 78’, grazie ad Eysseric che sulla corta ed errata respinta in aerea di Perin va a segno con un preciso destro ravvicinato. Passano due minuti e Falcinelli, dalla fascia destra, serve un assist rasoterra a Dabo che sigla il definitivo 3-2 per i viola. Niente è ancora deciso per quanto riguarda la qualificazione in Europa League tutto sarà deciso nell’asse Milan-Atalanta-Fiorentina negli ultimi 180 minuti di campionato.

L’allenatore

Soddisfatto, a fine gara, Stefano Pioli. “La partita si era fatta difficile, abbiamo avuto un attimo di sbandamento ma fino alla fine siamo rimasti in partita con attenzione per ribaltare un risultato che sembrava perso. Vincere – ha aggiunto il tecnico viola – ci permette di guardare alla prossima partita con ottimismo per finire bene il campionato. Abbiamo perso equilibrio in quei minuti, il Genoa ha giocato bene e ci stava di subire qualcosa. Abbiamo preso anche un palo interno clamoroso, diamo merito ai giocatori per i tre punti importantissimi presi. Per la qualificazione in Europa League sarà fondamentale fare punti con il Cagliari. Quello che fanno gli altri non possiamo determinarlo noi. Dobbiamo raschiare il barile, le energie sono al lumicino. Tutti sono cresciuti tanto, ma mancano due partite e la prossima sarà importantissima. Recuperiamo energie mentali perché l’annata è stata dura, per far sì che l’ultima partita sia importante”.

6 maggio 2018
quartieri di firenze
Primo piano

JOBBANDO FA TAPPA IN PALAZZO VECCHIO

Giovani e lavoro: oltre 300 studenti protagonisti per Jobbando 2018, in programma il prossimo autunno all'Obihall di Firenze, ma eventi già al via
news
Zoom
Agenda
Dai quartieri
Curiosità
Focus

Itinera, a Scandicci percorsi golosi a ritmo lento

Passeggiate che ti prendono per la gola: visita ai poderi e alle fattorie, per scoprire le bellezze del territorio e le bontà della tavola. Sulle colline di Scandicci, sette mesi di iniziative per 'Itinera 2018' 

Aperitivo con vista, a Firenze una nuova terrazza panoramica

Musica live ed eventi esclusivi, cocktail ricercati e buffet. Al via la prima stagione di Glance Summer, hotel a 4 stelle a due passi da San Lorenzo, che apre la sua terrazza al sesto piano

Flixbus ferma al parcheggio di Villa Costanza

I bus a lunga percorrenza targati Flixbus ‘traslocano’: durante il giorno la fermata fiorentina è al parcheggio di Villa Costanza, a due passi dall’A1 e dalla tramvia

multimedia

Foto Video
↑ inizio pagina