domenica 16 dicembre 2018

Invita il sindaco Nardella a casa tua

Parte la campagna ‘Uscio e bottega’ del primo cittadino, che si confronta con i cittadini direttamente nelle loro abitazioni, per parlare dei problemi di Firenze
Redazione
Dario Nardella Uscio e bottega

C’è chi ha invitato il sindaco a cena, chi a pranzo chi per un caffè. Ci sono addirittura vicini di casa che si stanno organizzando per un invito collettivo. Il primo di cittadino di Firenze Dario Nardella ha lanciato la campagna “Uscio e bottega”, per confrontarsi direttamente con i cittadini sui problemi della città, andando in salotti e negozi. Al momento sono un centinaio gli inviti ricevuti alla mail uscioebottega@comune.fi.it, a cui è possibile scrivere per proporre un "appuntamento".

Il primo incontro, in San Niccolò

La prima a ricevere la visita del sindaco, lunedì primo ottobre, è stata la signora Mirella, pensionata che vive nella zona di San Niccolò da 35 anni. “Quando mi hanno chiamato per fissare pensavo fosse uno scherzo”, ha detto sorpresa. Davanti a un caffè fumante accompagnato da biscottini di mais, Mirella e il sindaco hanno parlato del trasporto pubblico (dei problemi sulla linea 23 su cui la signora viaggia di solito) e della sostenibilità del centro visto l’alto numero di turisti.

“La mia prima preoccupazione è essere il sindaco di tutti i cittadini: girare, ascoltare, portare la voce di chi ha bisogno ed è in difficoltà - ha detto  Nardella lanciando l'iniziativa - La cosa che più conta è il rapporto con la comunità; penso che i fiorentini siano contenti di sapere che c'è un sindaco che lavora per loro, si alza presto e va a dormire tardi, lavorando con umiltà e impegno per la città. E' a questo proposito che voglio intensificare il rapporto con le persone, soprattutto parlando con chi non conosce il sindaco. Io sono molto contento di andare a confrontarmi con tutti, anche con chi è più critico".

2 ottobre 2018
articoli correlati

A Campi ''Il rovescio dei diritti''

Nella sala consiliare del Comune di Campi Bisenzio un incontro per parlare di immigrazione: da cosa cambia, in concreto, con il decreto sicurezza, ai progetti di accoglienza

Festa dell'Unità di Firenze: il programma 2017

Torna alle Cascine la festa dell'Unità, quest’anno metropolitana e regionale: 24 giorni di dibattiti politici, ma anche concerti, teatro, cultura e divertimento

Referendum, a Firenze il Sì al 56%

Nel capoluogo della regione ha votato per il Sì al referendum il 56,29% degli elettori, con un’affluenza del 77,15%. In Toscana, Sì al 52,51%. Risultati in controtendenza rispetto a quanto avvenuto a livello nazionale, dove il il No si è imposto con il 59,11%
quartieri di firenze
Primo piano

Non solo mercatini: cosa fare a Firenze nel weekend

Babbi Natale in moto, la Firenze del futuro, scuole aperte per i più giovani, mostre e spettacoli. Cosa fare a Firenze nel fine settimana del 15 e 16 dicembre
news
Focus
Agenda
Attualità
Dalla città
Focus

Natale nei musei di Firenze (con i bambini)

Le attività per le famiglie organizzate nei luoghi d'arte della città. Ecco i musei di Firenze che propongono visite speciali a misura di bambino durante le vacanze natalizie

Le scuole si presentano 2018: a Firenze ''open day'' per 38 istituti superiori

Licei, istituti tecnici e professionali. Nella palestra di viale Malta quasi 40 scuole superiori di Firenze si mettono in mostra per il salone di orientamento promosso dal Comune

Dodici giorni davanti al pubblico: nuova "re-performance" di Marina Abramovic

Vivere in isolamento e digiuno all'interno della mostra, senza pareti e sempre visibile ai visitatori. La performer Tiina Pauliina Lehtimäki esegue dal vivo "The House with the Ocean View" di Marina Abramovic fino al 16 dicembre

multimedia

Foto Video
↑ inizio pagina