domenica 16 dicembre 2018

Stupro studentesse, carabiniere condannato a 4 anni e 8 mesi

Redazione

4 anni e 8 mesi di reclusione: è questa la sentenza di primo grado emessa nei confronti di Pietro Camuffo, uno dei due carabinieri accusati di aver violentato sessualmente due studentesse statunitensi a Firenze, nella notte tra il 6 e il 7 settembre scorsi. Per l’altro carabiniere indagato, Pietro Costa, è stato confermato il rinvio a giudizio.

La sentenza del giudice Fabio Frangini arriva dopo che questa mattina, durante l'udienza preliminare, il dal pm Ornella Galeotti aveva richiesto per Camuffo una pena di cinque anni e otto mesi di reclusione.

Camuffo, presente in aula insieme ai suoi legali Cristina Menichetti e Filippo Viggiano, ha rilasciato una dichiarazione spontanea davanti al giudice, tornando a sostenere che il rapporto avuto con la studentessa era consensuale e che non fu lui a decidere di accompagnare a casa le ragazze conosciute in una nota discoteca fiorentina, ma che fu una decisione del suo collega. Camuffo ha chiesto e ottenuto il rito abbreviato.

Per Pietro Costa, l’altro carabiniere indagato per il quale si procederà invece con rito ordinario, è stato confermato il rinvio a giudizio. Prima udienza il 10 maggio 2019.

11 ottobre 2018
quartieri di firenze
Primo piano

Non solo mercatini: cosa fare a Firenze nel weekend

Babbi Natale in moto, la Firenze del futuro, scuole aperte per i più giovani, mostre e spettacoli. Cosa fare a Firenze nel fine settimana del 15 e 16 dicembre
news
Focus
Agenda
Attualità
Dalla città
Focus

Natale nei musei di Firenze (con i bambini)

Le attività per le famiglie organizzate nei luoghi d'arte della città. Ecco i musei di Firenze che propongono visite speciali a misura di bambino durante le vacanze natalizie

Le scuole si presentano 2018: a Firenze ''open day'' per 38 istituti superiori

Licei, istituti tecnici e professionali. Nella palestra di viale Malta quasi 40 scuole superiori di Firenze si mettono in mostra per il salone di orientamento promosso dal Comune

Dodici giorni davanti al pubblico: nuova "re-performance" di Marina Abramovic

Vivere in isolamento e digiuno all'interno della mostra, senza pareti e sempre visibile ai visitatori. La performer Tiina Pauliina Lehtimäki esegue dal vivo "The House with the Ocean View" di Marina Abramovic fino al 16 dicembre

multimedia

Foto Video
↑ inizio pagina