domenica 20 gennaio 2019

Uber Eats arriva a Firenze

Il servizio di consegna di cibo a domicilio sbarca a Firenze. Già 50 i ristoranti che hanno aderito. Come fuziona e come diventare un rider
Redazione
Uber Eats arriva a Firenze. Un'app per ricevere cibo a casa. Come funziona e come lavorare per Uber Eats

Uber Eats arriva a Firenze. Il popolare servizio di consegna a domicilio di pasti cucinati dai ristoranti locali sbarca nel capoluogo toscano, che diventa così la decima città servita in Italia. Basta scaricare l’app, attiva da oggi, e scegliere tra i circa 50 ristoranti fiorentini che hanno già aderito tra centro, Novoli, Rifredi, San Niccolò, Bellosguardo, Coverciano e Scandicci.

Dalla bistecca al sushi, direttamente a casa

Pizza, hamburger, sushi, italiano o etnico, tradizionale o fusion: è ampia l’offerta di piatti che è possibile ricevere direttamente a casa. Aprendo l’applicazione si può navigare tra i menù, scegliere un ristorante e comporre il proprio ordine. L’ordine viene monitorato in tempo reale e non appena un partner Uber nelle vicinanze andrà a ritirarlo in auto, in bici o in scooter, l’app avvisa l’utente che potrà anche visualizzare il nome e la foto del rider e seguire il suo percorso sulla mappa. Grazie a una partnership con McDonald's, tutti gli ordini dai fast food della catena avranno la consegna gratuita. 

Lavorare come rider per Uber Eats a Firenze

Uber Eats permette a tutti di lavorare come fattorino, scegliendo liberamente il proprio orario e assicurando pagamenti settimanali. Per candidarsi basta essere maggiorenni e in possesso di una moto, di uno scooter o semplicemente di una bici e riempire il modulo che si trova qui.

Uber Eats è una società di Uber, la più grande azienda di servizio taxi privato. È presente in Italia a Milano, Monza, Napoli, Rimini, Reggio Emilia, Roma, Trieste, Bologna, Torino e, da oggi, anche a Firenze. Nata nel 2014 a Los Angeles come progetto sperimentale di Uber, l’app di Uber Eats è oggi presente in oltre 250 città e 35 Paesi. Al consolidamento del servizio nelle città in cui è presente, si accompagna una crescita costante a doppia cifra dei ristoranti partner che oggi sono oltre 100 mila in tutto il mondo, più di 16 mila solo in Europa.

13 dicembre 2018
articoli correlati

I (cattivi) propositi per il 2019

E' appena iniziato, ma in tanti hanno già scritto la loro lista dei buoni propositi per l'anno nuovo. Il Reporter propone invece qualche ''cattivo'' consiglio per rallentare un po' e godersi di più la vita fiorentina

Tra ristoranti e aperitivi, viaggio in Borgo La Croce

Tutto in una via: meno di 400 metri di strada ma tante attività, tra negozi e locali dove mangiare. Siamo andati a curiosare tra i nuovi arrivi di Borgo La Croce

I migliori posti dove bere un tè a Firenze

Chiamatele teerie o con il termine inglese tea house. A Firenze esistono tanti luoghi dove bere una buona tazza di tè in compagnia e anche tra i libri. La nostra 'mappa' per i cultori del genere
quartieri di firenze
Primo piano

Emozionante pareggio tra Fiorentina e Samp

Sul filo di lana la Fiorentina trova il pareggio contro la Sampdoria all’Artemio Franchi. Le due squadre, in corsa per ottenere un posto in Europa League, hanno dato vita ad una gara emozionante e piena di colpi di scena. Doppiette per Muriel e Quagliarella, in gol anche Ramirez e rete finale di Pezzella all'ultimo minuto
news
Focus
Agenda
Arte & moda
Dalla città
Focus

Ordinanza piazze vivibili, a Firenze i controlli continueranno

Il bilancio delle ordinanze per il controllo delle piazze e contro il ''panino selvaggio'' in via de’ Neri. Intanto arrivano risultati dalla squadra anti-droga della polizia municipale

Ultimi giorni per visitare la mostra su Marina Abramovic a Firenze

Sono oltre 145mila i biglietti staccati per la retrospettiva che Palazzo Strozzi dedica all’artista serba, tra performance, foto e oggetti con cui interagire

A Firenze la control room del traffico metropolitano

Fusione per le due società pubbliche Silfi e Linea Comune: nasce uno dei poli smart d’Italia per  il monitoraggio della viabilità, l'illuminazione pubblica, i servizi online e l’innovazione

multimedia

Foto Video
↑ inizio pagina