sabato 23 marzo 2019

Ncc, corteo di protesta a Firenze

Un ''serpentone'' di oltre 80 auto a passo d'uomo sui viali, da nord a sud, per dire basta alla norma che obbliga i mezzi NCC a rientrare in deposito dopo ogni servizio. Attacco a Toninelli: ''Non capisce il danno che sta procurando''
Redazione
Ncc, autisti protestano sulle strade di Firenze. Corteo di macchine sui viali

Hanno formato un “serpentone” e percorso a passo d’uomo i viali di Firenze da nord a sud: sono più di 80 i mezzi Ncc, quelli con licenza per il noleggio con conducente, che stamani hanno dato vita a una protesta spontanea che fa seguito a quella vista ieri a Roma. Duro attacco al ministro dei trasporti Toninelli da parte dell’associazione di categoria Azione Ncc: “Toninelli dice di non capire la nostra protesta? È perché non si rende conto del danno che sta procurando”. Proteste anche a Pisa.

Il corteo spontaneo si è iniziato a formare nella mattinata, quando i primi mezzi, in maggioranza van furgonati, sono partiti dalla zona dell’aeroporto di Peretola e hanno percorso il Ponte all’Indiano. Hanno poi raggiunto i viali di circonvallazione da Ponte alla Vittoria, continuando fino a Firenze Sud per raggiungere la sede regionale della Rai.

Azione NCC: ''Toninelli ci sta danneggiando''

“Non fatico a credere al ministro Toninelli quando dice che non capisce perché le imprese Ncc stiano scendendo in strada per protestare contro il Governo”, scrive in una nota Giorgio Silvano Dell’Artino, presidente dell’associazione di aziende di trasporto con conducente Azione Ncc. “Non capisce – continua Dell’Artino – perché non è in grado di rendersi conto, e purtroppo non è la prima volta, del danno che sta procurando a migliaia di imprenditori”. “Ci hanno preso in giro e il primo a farlo è stato proprio il ministro Toninelli”.

Le ragioni della protesta NCC

Al centro della protesta c’è la norma che obbliga i veicoli Ncc a rientrare in deposito alla fine di ogni servizio e da quel deposito debba ripartire ogni volta che deve svolgere un nuovo trasporto. “Un vincolo che sia lo stesso Parlamento, sia l’Autorità per la concorrenza che la Corte di giustizia della Ue hanno più volte definito illegittimo – scrive Azione Ncc – perché impone solo ad alcune imprese dei limiti alla loro libertà di impresa punendo così i consumatori per tutelare altre aziende”.

“Basti pensare che mentre noi abbiamo dovuto sputare sangue solo per essere ascoltati - aggiunge Dell’Artino - i taxi sono stati subito ricevuti dopo di noi e hanno dettato la linea del Governo. “Altro che Governo del cambiamento – conclude Dell’Artino – questo è l’Esecutivo delle caste, che invece di garantire la libera concorrenza e la libera prestazione dei servizi da anni preferisce fare l’ennesimo favore alla lobby dei taxi facendo pagare il conto a migliaia di imprese Ncc, oltre 2.000 in Toscana, che saranno costrette a chiudere”.

19 dicembre 2018
articoli correlati

Tramvia a Firenze sud, scontro Lega-Comune

Volantinaggio della Lega a Gavinana: ''No al progetto, sarà condanna a morte per la viabilità''. La replica del sindaco Nardella: ''Lega dice 'No' come fece per le linee 1 e 2. Noi andiamo avanti per completare le opere''

Tramvia, nuovo parcheggio scambiatore a Ponte a Greve

Un parchegio da 350 posti auto lungo il tracciato della linea 1, fra viale Nenni e l'ospedale di Torregalli: dalla giunta il via libera alla fattibilità. Investimento da 1,4 milioni di euro

Firenze-Prato in bici sulla 'ciclostrada'

Un percorso di 38 chilometri a quattro corsie attraverso il Parco della Piana, collegato alle piste ciclabili già esistenti. Investimento da 7 milioni, lavori conclusi entro il 2021 
quartieri di firenze
Primo piano

La bandiera d’Europa anche su Palazzo Vecchio

Il Comune di Firenze aderisce all'appello lanciato da Romano Prodi per esporre la bandiera dell’Unione Europea ai balconi e alle finestre dal 21 marzo
news
Focus
Agenda
Attualità
Dalla città
Focus

Tanti auguri Batigol: compleanno in piazza della Signoria per il Re Leone

Gabriel Batistuta compie 50 anni e festeggia nella "sua" Firenze. Il 31 marzo la grande festa pubblica in piazza della Signoria

Viaggio per immagini nella cultura coreana al Florence Korea Film Fest

Il ritorno di Kim Ki-duk, l'ospite speciale Jung Woo-Sung e 45 titoli tra corto e lungometraggi. Una settimana dedicata al cinema coreano, dal 21 al 28 marzo, a La Compagnia

Linea 2 della tramvia, qual è il percorso e dove sono le fermate video

Finiti i lavori si avvicina l’inaugurazione della linea 2 della tramvia. Ecco la mappa del nuovo tracciato e di tutte le fermate per non farsi trovare impreparati quando partirà la T2

multimedia

Foto Video
↑ inizio pagina