Home Sezioni Cronaca & Politica Fridays for future, in 10 mila a Firenze alla manifestazione per il...

Fridays for future, in 10 mila a Firenze alla manifestazione per il clima – FOTO

Quasi 10 mila studenti hanno partecipato alla manifestazione per il clima a Firenze: uno sciopero per denunciare i pericoli del riscaldamento globale

Quasi 10 mila persone, secondo le prime stime, stanno partecipando questa mattina al Fridays for Future Firenze, la manifestazione per il clima organizzata in contemporanea con le altre maggiori città di tutto il mondo. In gran parte giovani e giovanissimi che dalle 9 di stamani, venerdì 27 settembre 2019, stanno sfilando nelle strade del centro storico per terzo giorno di sciopero indetto quest’anno per sensibilizzare sui pericoli del cambiamento climatico.

La manifestazione del Fridays for Future è partita da piazza Santa Maria Novella e ha attraversato il centro storico di Firenze passando per tutti i suoi luoghi simbolo, dal Duomo a Palazzo Vecchio, fino a raggiungere piazza Santissima Annunziata.

Friday for future Firenze: manifestazione del 27 settembre, il percorso

Strade di fatto paralizzate dall’altissima partecipazione di studenti di ogni ordine, dagli alunni delle scuole elementari ai collettivi di studenti universitari, passando per i ragazzi di medie e superiori. In piazza anche insegnanti, ricercatori e tutto il mondo della scuola. Allo sciopero per il clima di Firenze c’erano poi tutti i cittadini che si sono voluti unire alla manifestazione.

Fridays for future Firenze, le immagini della manifestazione

Da Greta al mondo in sciopero

Lo sciopero globale per il clima, il Global Climate Strike, è l’evento conclusivo della Climate action week, una settimana di iniziative di sensibilizzazione sui rischi del cambiamento climatico. L’iniziativa è stata promossa dal movimento Friday for Future, nato dall’impegno di Greta Thunberg, l’attivista svedese che nell’agosto 2018 iniziò per prima un simbolico sciopero dalla scuola per portare l’attenzione sui temi ambientali. Dal giorno in cui per la prima volta espose il cartello, ormai diventato celebre, con scritto “Skolstrejk för klimatet” (Sciopero scolastico per il clima), migliaia di giovani in tutto il mondo hanno deciso di emularla.

Proprio martedì scorso Greta Thunberg è intervenuta all’Onu con un durissimo discorso rivolto ai governanti di tutto il mondo.