La svolta di piazza Pier Vettori è in strada: da questo mese di marzo, grazie al lavoro di una manciata di negozi della zona, un sabato al mese in piazza arriva il mercatino “Sapori di artigianato”, con una trentina di bancarelle nei due emicicli della piazza per mettere in vetrine produzioni fatte a mano, ma anche alimenti di qualità.

Primo appuntamento sabato 17 marzo 2018, da mattina a sera, per proseguire ogni terzo sabato del mese fino a dicembre, ad eccezione di una pausa nel mese di agosto. “È solo l’inizio, stiamo pensando ad altri progetti insieme ai residenti – anticipa Edoardo Boccherini, titolare della gioielleria Giallo Oro e presidente del neonato centro commerciale naturale di piazza Pier Vettori –. Vogliamo riportare in questo luogo bambini e famiglie”.

Il ccn di piazza Pier Vettori

Al momento sono sette le attività che hanno fatto squadra: quelle storiche, ad esempio il bar Francesconi, affacciato sulla piazza da oltre mezzo secolo, e i nuovi arrivi, come l’erboristeria Il Biancospino che ha preso il posto del fioraio.

“Venendo da una realtà molto attiva, quella di Impruneta, ho lanciato l’idea del Ccn e ho trovato terreno fertile”, dice Tommaso Meiattini, che meno di un anno fa ha tirato su il bandone dell’erboristeria ed ora è vicepresidente del centro commerciale naturale. I negozianti stanno facendo pressing sul Comune perché qui approdi un mercato rionale giornaliero, oltre a chiedere la partenza dei lavori di riqualificazione, attesi da quindici anni. In ballo ci sono 250mila euro. 

mercatino in piazza Pier Vettori Firenze ccn

Da sinistra: Edoardo Boccherini e Tommaso Meiattini, pres. e vicepres. del ccn di piazza Pier Vettori

Il progetto per la nuova piazza

Il progetto, già finanziato, darebbe una prima risposta alle richieste dei residenti: via buche e asfalto dalla parte pedonale, con una nuova pavimentazione in un materiale simile a quello usato in piazza Pitti; addio alla divisione “Pier Vettori Est” e “Pier Vettori Ovest”, con l’unione dei due spicchi di piazza oggi spezzati da un parcheggio (sarà diminuito di un terzo e i posti auto saranno recuperati successivamente); nuovo look per verde e aiuole, oltre a una nuova struttura-gioco per i bambini.

“Prevediamo di partire con i cantieri entro la fine dell’anno – anticipa il presidente del Quartiere 4 Mirko Dormentoni – è un intervento che insieme ai cittadini abbiamo fortemente richiesto”. Ci sarà ancora da aspettare invece per la fase due, quella che ridisegnerà gli spazi di sosta ricavando nuovi posteggi tutto intorno alla piazza.

SalvaSalva