Home Sezioni Cronaca & Politica Fino a quando servirà il green pass: quanto durerà l’obbligo. Proroga nel...

Fino a quando servirà il green pass: quanto durerà l’obbligo. Proroga nel 2022?

La discussione non finisce. Il governo studia una proroga del green pass: per capire per quanto durerà l'obbligo, saranno decisivi i dati sulla pandemia

green pass obbligatorio per quanto durerà fino quando durerà finisce

La discussione sul green pass obbligatorio non finisce nel cassetto: da quando i contagi sono tornati a risalire in Europa, il governo ha iniziato a valutare una proroga. In Italia dal 15 ottobre 2021 il certificato verde è obbligatorio anche per andare al lavoro, oltre che per entrare in numerosi luoghi pubblici. In molti si chiedono quindi fino a quando servirà il green pass, quanto durerà lo stato di emergenza Covid e se l’uso obbligatorio della certificazione verde finisce effettivamente il 31 dicembre 2021 oppure se ci sarà una proroga fino a marzo o fino a giugno 2022.

Fino a quando servirà il green pass e per quanto durerà l’obbligo

Le prime regole sulla certificazione verde sono state introdotte dal decreto legge del 23 luglio scorso per ristoranti, bar, palestre, piscine, musei, cinema e altri luoghi pubblici (qui l’elenco completo). Poi il decreto del 6 agosto ha esteso dal 1° settembre il suo l’utilizzo ai trasporti a lunga percorrenza, come arei, traghetti interregionali, treni ad alta velocità e intercity (esclusi invece quelli regionali), e anche per il personale della scuola. Dal 15 ottobre è previsto per tutti i lavoratori, dai dipendenti pubblici al settore privato fino ai liberi professionisti.

Secondo i decreti il green pass servirà fino a quando durerà lo stato di emergenza per il Covid: questo periodo finirà il 31 dicembre 2021. Quindi al momento l’obbligo di green pass decade al termine dall’anno, ma potrebbe anche arrivare una proroga dello stato di emergenza per il coronavirus che secondo le ultime notizie potrebbe arrivare fino a marzo 2022.

Quando finisce l’obbligo di green pass: il governo studia la proroga a giugno 2022

Nelle scorse settimane si era ipotizzata una revisione delle norme sul green pass all’inizio del 2022, con una possibile riduzione dei settori in cui lasciare l’obbligo, in base all’andamento dell’epidemia. La ripresa dei contagi degli ultimi giorni, l’andamento del Covid in Europa e la necessità di fare una terza dose di vaccino per coprire i più fragili, poi eventualmente anche tutti gli altri, sta spingendo il governo a rivalutare la situazione.

Fino a quando durerà questa incertezza del quadro epidemiologico, sarà necessario mantenere il green pass obbligatorio anche al lavoro, per garantire le aperture delle attività e consolidare la ripresa economica. Questa la posizione che si sta facendo largo tra la maggioranza. Sulla carta l’obbligo di green pass finisce il prossimo 31 dicembre, l’idea del governo è ora di slegarlo dallo stato di emergenza e di introdurre una proroga della certificazione verde fino a giugno 2022 e alla prossima estate. La questione dovrà arrivare adesso in cabina di regia e poi sul tavolo del Consiglio dei ministri.

Quanto dura la certificazione verde: vaccino, guariti e tampone

Intanto per chi è in possesso del green pass la durata del certificato verde è stata portata a 12 mesi, dopo la seconda dose di vaccino, mentre resta di 6 mesi per i guariti di Covid. La scadenza per chi fa il tampone rimane a 48 ore, nonostante nelle scorse settimane una parte della maggioranza di governo abbia chiesto la proroga fino a 72 ore.

Per chi si sta sottoponendo alla terza dose di vaccino, il green pass durerà altri 12 mesi dalla data del richiamo aggiuntivo. Informazioni e risposte ai dubbi più comuni nelle FAQ del sito www.dgc.gov.it.