martedì, 7 Febbraio 2023
- Pubblicità -
HomeSezioniFiorentinaDelusione viola. Il Toro sbanca...

Delusione viola. Il Toro sbanca il Franchi

Brutta sconfitta per 1-0 della Fiorentina contro i granata. Prestazione grigia e senza mordente. Pochissimi i tiri in porta

-

- Pubblicità -

La Fiorentina chiude il girone d’andata con 23 punti. Brutta la prestazione contro il Torino che conquista i tre punti grazie ad un buon primo tempo dove trova la rete di Miranchuk. Nel secondo tempo i granata si limitano a contenere una Fiorentina davvero deludente: senza idea e senza mordente. Vincenzo Italiano lascia in panchina Jovic  schiera Kouamé al centro del tridente d’attacco. Saponara è preferito a Gonzalez. Ivan Juric, invece, si affida a Miranchuk e Seck.

La partita

Granata più convincenti fin dal primo minuto. Al 10’ a Seck viene annullato un gol per fuorigioco. Al 22’, con un gran sinistro, è sempre Seck a colpire la traversa. Al 33’ Miranchuk raccoglie un pallone al limite dell’area e lascia partire un sinistro a giro sul quale Terracciano non può far nulla. È l’1-0 per gli uomini di Juric. La Fiorentina si muove in maniera disordinata e non è mai convincente in zona tiro. I fischi del Franchi si fanno sentire a fine primo tempo. Ripresa con i granata che controllano la gara e la Fiorentina che prova a trovare il pareggio. Al 54’ c’è il tiro di Bonaventura dalla distanza. Proprio negli ultimi minuti prima Jovic, subentrato, sbaglia clamorosamente, solo davanti al portiere e poi Zima salva tutto, infine Milinkovic si esalta con una bella parata su Barak. Viola, sommersi dai fischi, sempre più lontani dalla zona Europa, il Torino fa festa.

L’allenatore

- Pubblicità -

Sconsolato Vincenzo Italiano. “Nel primo tempo potevamo essere più veloci ma eravamo lenti e creavamo poco. Poi tutto è diventato complicato. Ci abbiamo provato nella ripresa. Di solito a inizio gara siamo arrembanti, oggi non ce l’abbiamo fatta. La reazione c’è stata ma paghiamo il primo tempo. Abbiamo problemi nel concretizzare. Davanti ci arriviamo ma ci mancano giocate come quella di Miranchuk. Non siamo concreti e precisi negli ultimi metri. Bisogna essere più efficaci. E a volte ci sta concedere. Ma se gli altri sono concreti poi vincono le partite. Siamo una squadra che ha talento ma che non lo esprime con continuità. Bisogna far gol. Con un’altra testa – aggiunge –  questa partita non la perdi. Mi spiace per i fischi. Penso che ci sia frustrazione perché alcune partite si potrebbero vincere. E il nostro sacrificio diventa vano. Sono fischi di delusione”.

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Ultime notizie

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -