La decisione tanto temuta, dunque, è arrivata: Alberto Gilardino è stato squalificato per due turni per la rete messo a segno con il braccio contro il Palermo, la prima della Fiorentina nella vittoriosa trasferta siciliana.

La possibilità di una squalifica era da subito nell’aria, “rafforzata” poi dalla segnalazione del Procuratore federale. Segnalazione “raccolta” dal giudice sportivo, che ha optato per due turni di stop per l’attaccante viola.

Ma la Fiorentina non ci sta, e ha deciso di presentare immediato ricorso contro la decisione del giudice sportivo: il tempo, infatti, stringe, perchè mercoledì si torna di nuovo in campo per la serie A. Per la Fiorentina c’è la sfida di vertice con l’Inter.