lunedì, 21 Giugno 2021
HomeSezioniFiorentinaE' la notte di Gila...

E’ la notte di Gila e Montolivo

Stasera prima partita degli Azzutti al Mondiale del Sudafrica: i due viola dovrebbero partire dal primo minuto nella sfida contro il Paraguay. Intanto si torna a parlare del caso Frey: in cun comunicato stampa, la Fiorentina "manifesta soddisfazione nel continuare il proprio rapporto professionale" con il portiere.

-

Gila e Montolivo in campo fin dal primo minuto: potrebbe (e dovrebbe, stando almeno alle indicazioni emerse finora) esserci molta Fiorentina nell’Italia che questa sera farà il suo esordio ai Mondiali del Sudafrica. I due giocatori viola dovrebbero essere infatti schierati dall’inizio dal ct Lippi: il primo al centro dell’attacco, il secondo nel cuore della manovra.

Un motivo in più, dunque, per tutti i fiorentini, per tifare azzurro, in attesa dell’inizio dell’era Prandelli sulla panchina della Nazionale. L’appuntamento è questa sera alle 20,30 con Italia-Paraguay. L’altra sfida del girone F, quello degli azzurri, si giocherà invece domani alle 13,30 tra Nuova Zelanda e Slovacchia.

CASO FREY. Ma in casa Fiorentina non tutti gli occhi sono puntati sul Mondiale. D’attualità, infatti, è il caso Frey, dopo le ultime dichiarazioni rilasciate alla stampa dal portiere francese. Ieri sera, con un comunicato apparso sul sito ufficiale della società, www.violachannel.tv, la Fiorentina è tornata ad affrontare l’argomento: “In merito alla recente intervista rilasciata da Sebastien Frey – recita il comunicato – non autorizzata nè al calciatore nè all’emittente televisiva, dove emerge la volontà del portiere francese di non avvalersi della clausola rescissoria, l’ACF Fiorentina manifesta soddisfazione nel continuare il proprio rapporto professionale con Frey, caratterizzato da 5 anni di stima e rispetto”.

Rispetto che, alla luce dei fatti accaduti in questo ultimo periodo, è venuto a mancare nelle dichiarazioni del calciatore che ha utilizzato forme e metodologie contrarie al regolamento interno che disciplina i tesserati dell’ACF Fiorentina – continua il comunicato – a questo proposito l’ACF Fiorentina ha dovuto prendere atto delle dichiarazioni di Frey, dove il portiere fece emergere la possibilità di un addio a fine stagione, ed è comprensibile che la Società abbia seguito le sue strategie, tenendo conto anche della clausola rescissoria presente nel contratto di Frey che permetteva al giocatore di accordarsi con un’altra squadra”.

Ultime notizie